Fondital si affida all’expertise di Alisea

Scegliere lo specialista per assicurare la massima qualità dell’aria indoor: Fondital si affida ad Alisea per la sanificazione degli impianti di trattamento aria

Pubblicato il 10 dicembre 2021

Fondital, player internazionale nella produzione di sistemi di riscaldamento domestico e getti strutturali per il settore automotive, si affida ad Alisea, azienda di riferimento per l’analisi, sanificazione e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici, per l’igiene dei sistemi di trattamento aria dei propri stabilimenti produttivi. Dai primi controlli annuali, con ispezioni tecniche alternate a quelle visive, la collaborazione si è recentemente evoluta nella condivisione di un vero e proprio sistema integrato di gestione del rischio aeraulico, frutto del metodo garantito di Alisea.

Fondital, parte di Silmar Group, nasce nel 1970 per la produzione di radiatori pressofusi. In breve tempo l’azienda diventa un riferimento a livello globale, grazie a una strategia che affonda le proprie radici nella dedizione e attenzione per i dettagli, nello spirito di squadra e nell’impiego delle più innovative tecnologie industriali, quali solide basi per una crescita continua. Oggi, la sua offerta comprende anche radiatori estrusi in alluminio, arredobagno, caldaie, getti strutturali in alluminio per il settore automotive, pompe di calore e sistemi ibridi.

Per noi l’innovazione si declina sia in investimenti costanti per il miglioramento dei processi produttivi e dei prodotti, sia in risorse da dedicare alla cura delle persone e delle infrastrutture” – dichiara Giovanni Zontini, direttore di Stabilimento – produzione caldaie, radiatori elettrici e radiatori a gas di Fondital che prosegue “In tal senso, l’attenzione per l’ambiente e sicurezza è da sempre al primo posto e, per questo, è nata l’esigenza di manutenere i nostri impianti di trattamento aria, anche dal punto di vista igienico. Alisea si è rivelata il partner ideale nel supportarci in queste attività, collaborando a stretto contatto con il nostro servizio di manutenzione interno”.

I team di tecnici Alisea sono incaricati della gestione igienica di più di 20 impianti, con una portata volumetrica in media di circa 46.000 m3 d’aria all’ora. Dall’inizio dell’emergenza legata al Covid-19, i sistemi Fondital lavorano al massimo della capacità per assicurare più frequenti ricambi d’aria, quale misura di prevenzione contro la diffusione del virus negli uffici e nei reparti produttivi. La consulenza di Alisea ha quindi fatto la differenza nell’evoluzione del sistema di controllo e sanificazione, grazie a un programma di manutenzione preventiva, un piano operativo strutturato nell’arco di tre anni.

In dettaglio, particolarmente apprezzate da Fondital sono le diverse fasi complementari che compongono il metodo garantito Alisea, garanzia della massima tutela degli occupanti da contaminazioni dell’aria dovute a virus e, soprattutto, a batteri, miceti, oltre che all’accumulo di polveri e particolato nelle condotte. A seguito dell’analisi tecnico-ambientale, atta a redigere il Documento di Valutazione del Rischio Aeraulico (Air Systems Safety Plan), i tecnici Alisea hanno definito un piano di autocontrollo, che consente di programmare gli interventi e prevede un’ulteriore ispezione tecnica preliminare, finalizzata a identificare le possibili contaminazioni di natura chimica, fisica o microbiologica. Questo consente di stabilire le operazioni di sanificazione necessarie e stilare uno schema di sorveglianza periodica, volto a prevenire le recidive.

Siamo molto soddisfatti della qualità del servizio offerto da Alisea, i cui ottimi risultati raggiunti sono confermati anche dal nostro responsabile della sicurezza. I tecnici interni Fondital sono consapevoli di poter contare sulla professionalità e l’esperienza delle persone Alisea, nel risolvere qualsiasi situazione o imprevisto si possa presentare” conclude Giovanni Zontini.

Ringraziamo Fondital per la costante fiducia che ripone nei nostri confronti” – dichiara Massimo Vecchi, Direttore Commerciale di Alisea, che conclude “Le due realtà condividono un approccio che vede la tutela della salute delle persone quale priorità. Si inserisce in questo contesto il nuovo progetto di manutenzione preventiva avviato con l’azienda, grazie a cui sarà possibile, operando in modo integrato sugli impianti di trattamento aria, garantire i più elevati standard di qualità dell’aria indoor”.

 



Contenuti correlati

  • Caro energia: come risparmiare rendendo efficienti gli impianti Hvac

    Il primo trimestre dell’anno si è concluso all’insegna di un forte aumento del costo dell’energia elettrica. Come si legge nella nota del 17 gennaio del Centro Studi di Confindustria, l’impatto economico del caro bolletta sulle Imprese industriali...

  • Qualità e sicurezza dell’aria sulle navi passeggeri

    Come ci ricorda Alberto Paglialonga, Director Strategy, Business Development & Marketing Italy di Johnson Controls, per il secondo anno consecutivo il Festival di Sanremo ha regalato agli spettatori una ’chicca’ in termini di intrattenimento: la kermesse canora...

  • Come ridurre del 64% i consumi dei sistemi di trattamento aria degli edifici?

    Future Motors, società specializzata in tecnologie verdi per l’efficienza energetica, annuncia lo sbarco in Italia delle soluzioni intelligenti di Turntide Technologies, l’azienda californiana che ha sviluppato lo Smart Motor System, uno dei primi motori elettrici a riluttanza...

  • Johnson Controls qualità aria ricambo
    Monitoraggio avanzato della qualità dell’aria con le soluzioni Johnson Controls

    Tutti gli ambienti al chiuso, soprattutto scuole e realtà aziendali, si trovano di fronte all’ennesima sfida imposta dall’aumento dei contagi causato del nuovo ceppo dominante del Covid-19, la variante Omicron. La sua incidenza si sta rivelando tale...

  • Povertà energetica: individuarla e mitigarla

    L’energia, in analogia ai bisogni primari di nutrirsi, coprirsi e avere un riparo, può essere qualificata come un bene di merito, ossia degno di tutela pubblica a prescindere dalla domanda degli utenti, il cui consumo determina effetti...

  • Andrea Casa Nadca Aiisa ventilazione covid-19
    Ventilazione degli ambienti chiusi per contrastare Covid-19

    A seguito dell’approvazione del nuovo decreto Draghi “riaperture Bis”, diversi esercizi commerciali hanno iniziato ad accogliere i Clienti in spazi indoor. La graduale riapertura di palestre, piscine, centri commerciali e la possibilità di consumare anche all’interno di...

  • multiutilities powercloud
    Multiutilities, obiettivo controllo delle spese di gestione

    Fino ad ora, come se la sono cavata durante questa crisi le aziende energetiche d’Europa? Secondo le stime di molti esperti, relativamente bene: il comparto delle utility è stato tra i più resilienti del sistema produttivo nazionale....

  • Centrica Business Solutions report 2021 sostenibilità
    Le aziende frenano gli investimenti in sostenibilità

    Le aziende italiane ed europee hanno difficoltà a giustificare gli investimenti in sostenibilità e tecnologie a basse emissioni di CO2 a causa dell’impatto della pandemia da Covid-19. Lo rivela la nuova ricerca “Perché aspettare per raggiungere il...

  • eolico energie rinnovabili pandemia
    Rinnovabili, crollano le installazioni nell’anno della pandemia

    La pandemia colpisce anche il settore delle energie rinnovabili: registrata nel 2020 una drastica riduzione del numero degli impianti domestici ed una brusca frenata sia per il segmento commerciale, che chiude a +3% su base annua contro...

  • Il settore energetico non è più lo stesso dopo la pandemia

    Il lockdown forzato, iniziato a marzo 2020, e la conseguente crisi economica dovuta alla pandemia hanno messo in discussione stili di vita e modelli di consumo delle aziende italiane e internazionali. Il Covid-19 e il suo impatto...

Scopri le novità scelte per te x