Alisea potenzia il monitoraggio da remoto degli impianti HVAC

Nuove feature Remotair: Alisea potenzia il monitoraggio da remoto degli impianti HVAC, a favore di una maggiore IAQ

Pubblicato il 31 ottobre 2022

La qualità dell’aria, outdoor e indoor, riveste sempre più un ruolo di vitale importanza, soprattutto alla luce degli effetti negativi sulla salute causati da una prolungata esposizione all’inquinamento atmosferico.

Tra i fattori più dannosi vi è sicuramente il particolato PM10 e il PM2,5, per i quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rivisto al ribasso i valori limite annuali, rispettivamente da 20 a 15 µg/m3 e da 10 a 5 µg/m3. Contrariamente a quanto si è soliti pensare, queste particelle altamente nocive possono, talvolta, trovarsi in concentrazioni maggiori negli spazi confinati rispetto agli ambienti outdoor.

I sistemi di trattamento aria, infatti, aspirano grandi quantità di aria dall’esterno e le introducono negli edifici: il particolato può così accumularsi negli apparati e contaminarli, nonostante la presenza di filtri. In tal senso, Alisea – azienda di riferimento per l’analisi, sanificazione e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici – potenzia le performance di Remotair, l’innovativo sistema di monitoraggio da remoto degli impianti HVAC, con l’introduzione di nuove feature, tra cui figura un apposito sensore per la rilevazione del PM.

In dettaglio, Remotair esegue il controllo in continuo delle unità di trattamento aria e delle condotte, grazie ad un nucleo di Intelligenza Artificiale Cloud-based e all’utilizzo di dispositivi avanzati per la registrazione puntuale dei parametri microclimatici e di eventuali anomalie. In aggiunta, mediante l’elaborazione di immagini ad alta risoluzione, Remotair è in grado di determinare la quantità di polveri presenti delle superfici interne e di inviare un alert qualora il limite di 0,75 mg/100cm², definito dallo Standard NADCA ACR 2013, venga superato.

Al fine di rendere la sorveglianza di Remotair ancora più completa e performante, Alisea ha implementato la soluzione con sensori dedicati alla rilevazione dei due PM. Inoltre, su richiesta, è possibile monitorare anche PM1 e PM4. Il sistema invierà quindi una segnalazione al raggiungimento di determinate soglie, preimpostate direttamente dall’utilizzatore. Tra le nuove funzionalità, degna di nota anche l’apposita sezione del portale multipiattaforma online, accessibile da PC, tablet e smartphone, che consente all’utente di personalizzare autonomamente uno o più device Remotair, in funzione delle esigenze.

Inoltre, per assicurare la massima sicurezza e affidabilità, i software alla base di Remotair sono stati sviluppati mediante Amazon Web Services (AWS), il provider di servizi cloud più avanzato e diffuso al mondo. Avvalersi delle tecnologie avanzate di AWS rappresenta un importante plus in termini di scalabilità e flessibilità, poiché semplifica le attività, da quelle più basic, come lo storage, fino a quelle più complesse relative all’Internet of Things e all’Intelligenza Artificiale.

“Grazie ad AWS abbiamo affidato il funzionamento di Remotair a sofisticati algoritmi di machine learning per il miglioramento delle prestazioni in modo adattivo, attraverso l’apprendimento dall’esperienza” commenta Matteo Prevedini, Software Developer di Alisea. “Allo stesso tempo, collaborare con uno dei fornitori tecnologicamente più evoluti è per noi una certezza nel continuare ad innovare e progettare soluzioni che siano sempre all’avanguardia e di alta qualità, implementabili anche in altri Paesi”. E prosegue: “La copertura mondiale del servizio di AWS, disponibile in 26 regioni geografiche, costituirà un vantaggio rilevante, in termini di internazionalizzazione e di ingresso in nuovi mercati. In tale contesto si inserisce anche la futura evoluzione di Remotair, che ha recentemente ottenuto il brevetto negli Stati Uniti”.



Contenuti correlati

  • Dirigibili elettrici per il monitoraggio dell’ambiente con Dassault Systèmes

    Grazie al programma SolidWorks for Startups di Dassault Systèmes, la startup FloFleet punta a rivoluzionare il settore del monitoraggio aereo e della prospezione del sottosuolo con la creazione di dirigibili elettrici a guida autonoma progettati come alternativa...

  • Iplastic_UniSalento_nanoplastiche_microplastiche
    Inquinamento da microplastiche nel mare, 10 fatti per saperne di più

    La recente accelerazione dell’inquinamento da microplastiche ha aumentato la necessità di sviluppare nuovi strumenti di collaborazione per problemi sinergici che interessano gli ecosistemi costieri e oceanici. Uno degli ostacoli principali è la mancanza di informazioni standardizzate, comparabili...

  • Sensori per il miglioramento della qualità dell’aria indoor

    I nodi sensore come il Sen5x di Sensirion svolgono un ruolo cruciale nel monitoraggio e nel miglioramento della qualità dell’aria interna, che produce ambienti più sani e più produttivi. Attraverso la misurazione accurata in tempo reale degli...

  • MCE – Mostra Convegno Expocomfort: tutte le proposte per il settore dell’HVAC+R

    MCE – Mostra Convegno Expocomfort si presenta per la prima volta con la nuova offerta per creare business, forte della visione del claim “Beyond Comfort” e della sua declinazione nei tre assi portanti dell’offerta di MCE: Innovazione,...

  • 10Base-T1L: più sostenibilità negli edifici

    I vantaggi dell’uso dei controllori di edificio a base Ethernet DDC nei sistemi BMS per una gestione sostenibile degli edifici e integrazione del protocollo 10Base-T1L in una tipica architettura BMS Leggi l’articolo

  • Newtwen DToE motori elettrici
    Il Digital Twin on Edge di Newtwen accelera la transizione elettrica

      La tecnologia Digital Twin on Edge (DToE) di Newtwen, azienda deep tech italiana fondata nel 2020 come spin-off dell’Università di Padova, accelera e ottimizza lo sviluppo e la realizzazione dei progetti delle industrie impegnate nella transizione...

  • Sostenibile come un hotel

    Le soluzioni high tech di Alsik Hotel a Sønderborg assicurano un controllo efficiente dal punto di vista energetico dei sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento (Hvac), offrendo agli ospiti il massimo comfort possibile. L’automazione è il risultato...

  • Una farm idroponica all’interno della sede di Rockwell Automation

    Rockwell Automation abbraccia l’ agricoltura idroponica: la multinazionale ha annunciato la collaborazione con Fork Farms, una start-up che si occupa di tecnologia agricola, per costruire, entro l’estate del 2024, una vertical farm idroponica altamente automatizzata di 678 metri...

  • Tecnologia e inquinamento digitale

    È innegabile che le nuove tecnologie abbiano offerto enormi benefici sia nell’ambito industriale che nella vita privata. Un esempio che coglie entrambi gli aspetti è ad esempio la grande diffusione dello smart working, oppure la continua crescita...

  • Più sostenibilità in agricoltura grazie ai ControlEdge PCD di Honeywell

    Honeywell fornirà a Moleda la sua tecnologia ControlEdge PCD per supportare il controllo dei processi di regolazione della temperatura e dell’umidità per la sterilizzazione di impianti e attrezzature agricole per il settore dell’orticoltura. I controlli di processo...

Scopri le novità scelte per te x