DuPont a K 2010: sostenibilità e innovazione responsabile

Pubblicato il 13 luglio 2010

Con lo slogan di sostenibilità “Responsible Innovation Now” (È l’ora dell’innovazione responsabile), a K 2010 DuPont Performance Polymers presenterà i nuovi sviluppi nel campo degli elastomeri e polimeri a elevate prestazioni per un’ampia gamma di settori industriali, tra cui automotive, cavi e cablaggi, energia alternativa, sanità, alimentazione e packaging. Le novità più importanti sulla partecipazione di DuPont comprenderanno il lancio di una seconda ondata di polimeri basati sulla tecnologia DuPont Shield, la presentazione del più ampio portafoglio industriale di polimeri con contenuto rinnovabile e gli ultimi sviluppi della gamma di elastomeri ad alte prestazioni per l’industria automobilistica.

Tra le novità di DuPont a K 2010 ci saranno gli ultimi sviluppi riguardo i materiali che sostituiscono il metallo nel settore automotive, con nuove opportunità per l’uso degli elastomeri e soluzioni dal peso leggero nei componenti esposti ad ambienti aggressivi, da cui derivano nuove potenzialità per un maggiore risparmio energetico, una riduzione delle emissioni e una maggiore sostenibilità.

I nuovi polimeri che si basano sulla tecnologia Shield, esclusiva di DuPont, rappresentano una delle innovazioni che DuPont presenterà a K 2010. Come per la prima ondata di prodotti in nylon basati sulla stessa tecnologia e lanciati a marzo di quest’anno come nylon DuPont Zytel Plus, questi nuovi materiali offriranno eccellenti prestazioni destinate a durare nel tempo molto più a lungo rispetto ai nylon tradizionali, nonostante l’esposizione a olio caldo, aria calda, cloruro di calcio e altri agenti chimici aggressivi impiegati nel settore auto. Vantaggi per l’industria automobilistica includono componenti in polimero con migliore durabilità, mantenendo al contempo facilità di design e lavorazione tipiche del nylon, offrendo maggiori opportunità di sostituzione dei metalli con un risparmio in termini di peso e costi.

Durante l’edizione 2010 della fiera K, DuPont dimostrerà inoltre come lo sviluppo di alcuni recenti elastomeri ad elevate prestazioni può sostenere il settore automobilistico nell’affrontare molte delle sue attuali sfide. Tra i prodotti di punta troviamo DuPont Vamac Ultra HT ad alte temperature, specifico per lo stampaggio di condotti d’aria del turbo e per le sue guarnizioni, e per guarnizioni per lo scambiatore di calore e i suoi sistemi di tenuta, dove offre notevoli prestazioni e benefici in termini di costi rispetto a elastomeri ACM e HNBR.

In alternativa, DuPont Viton è l’elastomero più adatto per applicazioni su saldature rigide per l’automobilismo, che mantiene una forza di saldatura da -40 °C a +203 °C. Inoltre, in linea con un massiccio programma di crescita dei biocarburanti, test effettuati da DuPont e da un gruppo di produttori indipendenti hanno dimostrato l’alta resistenza di Viton alla permeazione e all’attacco chimico da bio-diesel a da miscele di benzina a base di alcol. In aggiunta, recenti test di compatibilità hanno verificato la capacità dei nuovi tipi di Zytel PA e Zytel HTN PPA e dell’ultimo Vamac Ultra Grades di resistere all’aggressione di “Adblue”, soluzioni acquose di urea usate per sistemi (SCR) che accelerano la riduzione catalitica selettiva di emissioni di NOx dai motori diesel.

La strategia di DuPont Performance Polymers è di offrire polimeri ottenuti con almeno il 20% di risorse rinnovabili, le cui prestazioni siano uguali o migliori rispetto ai prodotti totalmente ottenuti dal petrolio che vanno a sostituire. I materiali rinnovabili di DuPont possono contribuire a ridurre la dipendenza dal petrolio e a diminuire la produzione netta dei gas serra.

DuPont: www.dupont.com



Contenuti correlati

  • Elettronica: dalla lignina arriva il transistor del futuro

    Da rifiuto a risorsa. La lignina, principale prodotto di scarto dell’industria cartiera, potrebbe presto essere alla base di una piccola, ma significativa rivoluzione ‘green’ nell’elettronica. Uno studio internazionale, guidato dal Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università...

  • Russia gas petrolio caro energia
    Caro energia: le proiezioni di S&P Global Ratings

    S&P Global Ratings ha pubblicato un report sull’andamento dei prezzi di petrolio e gas naturale a fronte delle tensioni geopolitiche attuali, con un aggiornamento delle stime per il 2022, 2023 e 2024. S&P ha aumentato le proprie...

  • Consiglio europeo, le decisioni sul fronte energia

    L’Unione europea si affrancherà gradualmente, quanto prima, dalla sua dipendenza dalle importazioni di gas, petrolio e carbone russi, come stabilito nella dichiarazione di Versailles. Pertanto, il Consiglio europeo attende con interesse il piano globale e ambizioso, elaborato...

  • Petrolio e gas naturale: il Politecnico di Torino consolida la sua partnership con l’azienda russa Rosneft

    Il Politecnico di Torino consolida la sua partnership con Rosneft, la principale società pubblica del settore petrolifero russo, firmando un contratto di ricerca e sviluppo. L’accordo è stato firmato dall’Amministratore Delegato Igor Sechin e dal Rettore dell’Ateneo,...

  • Nestlé Waters, PepsiCo e Suntory aderiscono al Consorzio per l’economia circolare della plastica

    Carbios, società all’avanguardia nello sviluppo di soluzioni bio-industriali in grado di rinnovare il ciclo vitale dei polimeri plastici e tessili, e L’Oréal annunciano un’importante collaborazione con Nestlé Waters (presente in Italia attraverso il Gruppo Sanpellegrino), PepsiCo e...

  • Aumenta la domanda, su il prezzo del petrolio

    Gli istituti di ricerca, le agenzie governative e i Paesi produttori di petrolio prevedono un moderato aumento del prezzo medio del barile WTI dai 51 dollari registrati nel 2017 ai 54 dollari attesi nel 2018. Non senza...

  • S&P: anche nel 2017 gli occhi dell’economia mondiale sul petrolio

    Il petrolio rimane uno dei fattori chiave per l’economia mondiale anche nel 2017. Questo uno dei temi della recente conferenza annuale di S&P Global Ratings di Parigi, che ha ospitato Robert Minsaas, direttore globale analisi luce e...

  • Oil & Gas: le aziende europee più virtuose delle americane

    CDP ha presentato il report “In the pipeline” che analizza un raggruppamento di aziende nel settore oil & gas che capitalizzano 1.200,00 miliardi di dollari, rivela una divisione transatlantica tra aziende europee che superano le loro rivali...

  • I cicli della natura e quelli delle merci in un’economia circolare

    Economia circolare è un neologismo relativamente recente usato, principalmente, per indicare le iniziative relative al riciclo dei materiali di scarto e dei rifiuti. Una definizione e analisi ‘ufficiale’ è stata pubblicata come ‘Pacchetto sull’economia circolare: domande e...

  • Rialzo record per il petrolio

    Dopo il clamoroso crollo delle quotazioni, il mercato petrolifero sembra aver guadagnato una relativa stabilità che per molti segna un nuovo punto di equilibrio. Il petrolio corre. Corre con un +15% in due sedute alla fine della...

Scopri le novità scelte per te x