Acque termali e piscine Covid-free a prova di test: le analisi del Gruppo Lifeanalytics

Pubblicato il 22 agosto 2020

Le normative anti-contagio da Sars-Cov-2 potrebbero cambiare le preferenze degli italiani in vacanza, considerando anche l’apertura al pubblico delle piscine comunali e delle acque termali su tutto il territorio nazionale prevista dal decreto di maggio (DPCM 17 Maggio 2020).
Al fine di contenere l’epidemia in atto il decreto impone infatti che, prima dell’apertura al pubblico, le acque delle vasche siano analizzate da un laboratorio specializzato per certificarne l’idoneità alla balneazione. Le analisi devono essere ripetute almeno una volta al mese durante l’intero periodo di apertura al pubblico della piscina o delle strutture termali.

Il Gruppo Lifeanalytics, azienda specializzata da oltre 40 anni nei servizi di analisi chimica, microbiologica e biologica, dall’approvazione del decreto ha già condotto una analisi su oltre 150 strutture ricettive con acque destinate alla balneazione per verificarne la sicurezza. Dai test è emersa una percentuale di positività di poco superiore al 3%.

“La pandemia ha sicuramente aumentato il livello di attenzione e consapevolezza di cittadini e turisti verso l’igiene, ma è importante ricordare che i rischi per la salute derivati da acque contaminate non sono legati soltanto al contagio da Coronavirus” spiega Giovanni Giusto, AD Lifeanalytics. “La legionella ad esempio è un patogeno altrettanto dannoso per la salute che si diffonde attraverso l’acqua. Mai come in questo momento è importante garantire la sicurezza della popolazione, attraverso tutte le analisi possibili sia negli ambienti lavorativi sia nei luoghi destinati allo svago”.

Dalle ultime stime dell’Istituto Superiore di Sanità in Italia sono stati circa 18 mila i casi di legionellosi dal 2000 al 2019, in media circa 2 mila infetti l’anno con una mortalità del 10-15%. I laboratori di Lifeanalyitcs, presenti con 23 sedi su tutto il territorio italiano, hanno deciso di favorire la salute della popolazione offrendo ad aziende e strutture turistiche una consulenza dedicata alla valutazione dei rischi e un servizio di analisi completa per tutte le tipologie di acqua, da quelle destinate alla balneazione ai sistemi di rete idrica.

I laboratori del Gruppo inoltre, già dal mese di giugno, avevano lanciato un kit-test in grado di rilevare la presenza del Coronavirus nell’aria in ambienti di lavoro come uffici, strutture sanitarie, aeroporti; nell’acqua, sia acque potabili sia acque di scarico, e sulle superfici.
Le analisi condotte dai laboratori su tutte le tipologie di acqua fanno parte di “PIÙ SICURO”, un insieme di analisi integrate ideate da Lifeanalytics volte ad analizzare e monitorare la sicurezza degli ambienti di lavoro e sanitari in questo periodo di pandemia.



Contenuti correlati

  • Andrea Casa Nadca Aiisa ventilazione covid-19
    Ventilazione degli ambienti chiusi per contrastare Covid-19

    A seguito dell’approvazione del nuovo decreto Draghi “riaperture Bis”, diversi esercizi commerciali hanno iniziato ad accogliere i Clienti in spazi indoor. La graduale riapertura di palestre, piscine, centri commerciali e la possibilità di consumare anche all’interno di...

  • multiutilities powercloud
    Multiutilities, obiettivo controllo delle spese di gestione

    Fino ad ora, come se la sono cavata durante questa crisi le aziende energetiche d’Europa? Secondo le stime di molti esperti, relativamente bene: il comparto delle utility è stato tra i più resilienti del sistema produttivo nazionale....

  • Centrica Business Solutions report 2021 sostenibilità
    Le aziende frenano gli investimenti in sostenibilità

    Le aziende italiane ed europee hanno difficoltà a giustificare gli investimenti in sostenibilità e tecnologie a basse emissioni di CO2 a causa dell’impatto della pandemia da Covid-19. Lo rivela la nuova ricerca “Perché aspettare per raggiungere il...

  • eolico energie rinnovabili pandemia
    Rinnovabili, crollano le installazioni nell’anno della pandemia

    La pandemia colpisce anche il settore delle energie rinnovabili: registrata nel 2020 una drastica riduzione del numero degli impianti domestici ed una brusca frenata sia per il segmento commerciale, che chiude a +3% su base annua contro...

  • Il settore energetico non è più lo stesso dopo la pandemia

    Il lockdown forzato, iniziato a marzo 2020, e la conseguente crisi economica dovuta alla pandemia hanno messo in discussione stili di vita e modelli di consumo delle aziende italiane e internazionali. Il Covid-19 e il suo impatto...

  • PNRR, ecco le 6 missioni possibili

    Il Governo ha trasmesso al Parlamento il testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il Piano, come noto, si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), ovvero il pacchetto da 750 miliardi di euro concordato dall’Unione Europea in risposta alla...

  • Sensore ottico Omron con maggiore distanza di rilevamento

    Omron Electronic Components Europe ha ampliato la gamma di sensori ottici B5W. Il nuovo sensore a riflessione diffusa B5W-DB si caratterizza per una maggiore distanza di rilevamento pari a 550mm, più lunga rispetto ai sensori riflessivi a...

  • Interruzione di attività, pandemia e attacchi informatici: ecco cosa temono le aziende nel 2021

    Un trio di rischi legati al Covid-19 guida il 10° Allianz Risk Barometer 2021, e riflette gli sconvolgimenti  causati dai lockdown, misura adottata in molti nel mondo per arginare l’epidemia di coronavirus. L’interruzione di attività (n°1 con...

  • sede Ego Energy
    Mercato energetico, Ego Energy spinge l’acceleratore sulla digitalizzazione

    Il mercato energetico è profondamente mutato durante il difficile anno appena conclusosi: la pandemia ha ridotto drasticamente, soprattutto durante il lock down di primavera, i consumi energetici ed il prezzo dell’energia lasciando uno scenario piuttosto incerto per...

  • Creare imprese sostenibili per un nuovo futuro

    Prima dell’arrivo del Covid-19, ero abituato a viaggiare 42 settimane all’anno. Negli ultimi sei mesi non sono andato oltre il negozio di alimentari del mio quartiere. Eppure, allo stesso tempo, ho avuto un posto in prima fila...

Scopri le novità scelte per te x