La migliore qualità dell’aria grazie al semaforo CO2 di Werma

Il kit semaforo favorisce la "corretta ventilazione" all'interno di locali chiusi per evitare un'elevata concentrazione di CO2 e di aerosol nell'aria ambiente

Pubblicato il 26 novembre 2020

Data l’attuale pandemia di Coronavirus, ci troviamo in una situazione eccezionale senza precedenti. La situazione attuale sta cambiando la nostra vita in tutti gli aspetti e ogni giorno affrontiamo nuove sfide. La massima priorità è data alla salute e alla protezione delle persone.

Per questo motivo, il governo e le aziende cercano sempre nuovi modi per fermare la pandemia globale e soddisfare le condizioni in continua evoluzione. Werma Signaltechnik offre un importante contributo: Con il nuovo semaforo CO2 è possibile misurare e rendere visibile l’attuale concentrazione di anidride carbonica (CO2) nell’aria ambiente. I tre colori del semaforo indicano chiaramente se è necessaria o meno l’aerazione.

In tutti gli uffici e le sale riunioni, i ristoranti, i negozi, i teatri, gli studi medici, le università, gli studi sportivi e tutti gli altri edifici pubblici, si evita un’elevata concentrazione di CO2 e di aerosol nell’aria e si riduce al minimo il rischio di trasmissione di COVID19.

La luce verde indica: Tutto OK!
Un aumento della concentrazione di CO2 nell’ambiente può essere correlato a un aumento della concentrazione batterica, nonché a un aumento dei tassi di infezione e di assenze. Al fine di proteggere in modo sostenibile da infezioni da Covid-19 e altre malattie infettive tutte le persone che si trattengono per periodi prolungati all’interno di locali chiusi, è necessario ventilare regolarmente. Pertanto l’Ufficio federale dell’ambiente raccomanda ufficialmente una ventilazione a partire da 1.000 ppm (ppm = parti per milione, ossia parti di volume per milione).

Il nuovo semaforo CO2 di Werma misura continuamente la concentrazione attuale di anidride carbonica nell’aria ambiente e indica con precisione se e quando è il momento della prossima ventilazione forzata.
Ciò viene rappresentato in modo univoco, chiaro e comprensibile con l’aiuto dei tre colori di semaforo più comuni:
• se la concentrazione di CO2 è inferiore a 1.000 ppm, il semaforo verde si accende ad indicare che l’aria ambiente è OK;
• se la concentrazione di CO2 supera il valore di 1.000 ppm, il semaforo diventa giallo e indica che è consigliata la ventilazione;
• il segnale rosso indica che è necessaria una ventilazione forzata, poiché la concentrazione di CO2 è superiore a 2.000 ppm;
• se il valore limite di 3.000 ppm viene superato, una luce rossa lampeggiante indica la massima urgenza di procedere all’aerazione.

Ecco cosa può fare il semaforo CO2 di Werma
La soluzione Werma per la misurazione della CO2 nell’aria ambiente è costituita da una torretta di segnalazione a tre livelli, pronta all’uso e facile da installare grazie alla funzione plug&play.
È sufficiente collegare l’alimentatore in dotazione, attendere il termine della calibrazione automatica e il semaforo è pronto per l’uso. La concentrazione attuale di CO2 nell’aria ambiente viene misurata immediatamente e rappresentata dai tre colori del semaforo.

Il semaforo è univoco, intuitivo e non richiede spiegazione. I segnali sono ben visibili da tutti i lati grazie all’emissione a 360° e i LED estremamente luminosi garantiscono una chiara visibilità anche in caso di luce solare diretta e ambiente luminoso.

Idealmente, il semaforo a CO2 deve essere posizionato al centro della stanza, non troppo vicino alla finestra e non più in alto di 2 metri dal pavimento. Poiché l’anidride carbonica si distribuisce uniformemente nella stanza, per la maggior parte delle stanze è sufficiente un semaforo. In sale conferenze o palestre di grandi metrature si consigliano due semafori.

Elevata qualità dell’aria – più importante che mai
Grazie al semaforo CO2 di Werma è possibile migliorare la qualità dell’aria a lungo termine in ambienti chiusi, in quanto la ventilazione forzata, uniforme e affidabile, previene l’elevata concentrazione di anidride carbonica e di aerosol in ambienti chiusi. Si ottiene non solo un’aria più igienica, ma anche un’aria più produttiva e migliore. “Siamo lieti che il semaforo CO2 non rappresenti un investimento a breve termine per edifici pubblici, uffici e università” afferma Manuel Schutzach del reparto tecnico di Werma. “Perché un basso contenuto di CO2 nell’aria ambiente non serve solo a proteggere dalle infezioni, ma anche a migliorare la concentrazione e le prestazioni di tutti gli utilizzatori”.

 



Contenuti correlati

  • Misura della qualità dell’alimentazione per la generazione di energia da fonti rinnovabili

    I vantaggi legati al passaggio dalla generazione di energia da combustibili fossili a quella che sfrutta fonti energetiche rinnovabili sono innegabili. Nell’ultimo decennio si è registrata una crescita significativa della produzione di energia da fonti rinnovabili in...

  • Qualità e sicurezza dell’aria sulle navi passeggeri

    Come ci ricorda Alberto Paglialonga, Director Strategy, Business Development & Marketing Italy di Johnson Controls, per il secondo anno consecutivo il Festival di Sanremo ha regalato agli spettatori una ’chicca’ in termini di intrattenimento: la kermesse canora...

  • Utility protagoniste di un futuro ‘net zero’

    Come possiamo arrivare a ridurre le emissioni di CO₂ e quindi a contenere il riscaldamento globale entro il 2030? Partendo dall’elettricità, un’energia flessibile, che può essere prodotta in modo sostenibile e alimentata da fonti rinnovabili Leggi l’articolo

  • Analizzatore di rete portatile Linax PQ 5000 Mobile da GMC-Instruments Italia

    L’ analizzatore di rete portatile Linax PQ 5000 Mobile, proposto da GMC-Instruments Italia registra la qualità della tensione e dell’energia per sistema elettrici in bassa, media e alta tensione. L’interfaccia web è facile e intuitiva e consente...

  • Johnson Controls qualità aria ricambo
    Monitoraggio avanzato della qualità dell’aria con le soluzioni Johnson Controls

    Tutti gli ambienti al chiuso, soprattutto scuole e realtà aziendali, si trovano di fronte all’ennesima sfida imposta dall’aumento dei contagi causato del nuovo ceppo dominante del Covid-19, la variante Omicron. La sua incidenza si sta rivelando tale...

  • Etna vulcano emissioni CO2
    Vulcani, l’Etna emette quantità eccezionali di CO2

    L’Etna emette quantità di CO2 molto superiori a quelle di altri vulcani attivi e ciò si deve a serbatoi di carbonio profondi presenti sotto l’Italia meridionale, che liberano anidride carbonica a causa del movimento della placca ionica....

  • Fondital si affida all’expertise di Alisea

    Fondital, player internazionale nella produzione di sistemi di riscaldamento domestico e getti strutturali per il settore automotive, si affida ad Alisea, azienda di riferimento per l’analisi, sanificazione e certificazione di idoneità igienico-sanitaria degli impianti aeraulici, per l’igiene dei...

  • Povertà energetica: individuarla e mitigarla

    L’energia, in analogia ai bisogni primari di nutrirsi, coprirsi e avere un riparo, può essere qualificata come un bene di merito, ossia degno di tutela pubblica a prescindere dalla domanda degli utenti, il cui consumo determina effetti...

  • Engie Italia partner di ITT nell’impegno per la sostenibilità ambientale

    Engie Italia, player globale dell’energia con la missione di accelerare un’economia carbon neutral, si aggiudica la gara di ITT Corporation, nota nella produzione di pastiglie dei freni e materiali per attrito, per la riqualificazione dell’impianto di trigenerazione...

  • Andrea Casa Nadca Aiisa ventilazione covid-19
    Ventilazione degli ambienti chiusi per contrastare Covid-19

    A seguito dell’approvazione del nuovo decreto Draghi “riaperture Bis”, diversi esercizi commerciali hanno iniziato ad accogliere i Clienti in spazi indoor. La graduale riapertura di palestre, piscine, centri commerciali e la possibilità di consumare anche all’interno di...

Scopri le novità scelte per te x