12 gas, 1 solo analizzatore: la proposta di Sick

Centrali termoelettriche, cementifici, impianti di incenerimento e di altre tipologie sono chiamati a tenere sotto controllo le proprie emissioni in atmosfera. Il metodo più semplice ed affidabile per farlo è l’adozione di un analizzatore multi-parametrico a infrarossi come il nuovo MCS200HW di SICK

Pubblicato il 4 novembre 2019

MCS200HW è il sistema per il monitoraggio delle emissioni in continuo presentato da Sick, che tiene sotto controllo fino a 10 elementi IR in contemporanea. Grazie al metodo estrattivo a caldo adottato, tutte le parti a contatto con i gas, dalla sonda di estrazione alla cella di misura, sono riscaldate per evitare che ci siano punti freddi e per impedire la formazione di condensa. In questo modo la misura del gas è più precisa, si riduce sensibilmente l’esigenza di attività di manutenzione del sistema per corrosione o occlusione delle parti a contatto con il campione, ed è possibile monitorare in modo affidabile anche gas solubili in acqua come l’acido cloridrico e l’ammonica.

10 gas IR + ossigeno + TOC = 12 gas
A seconda delle esigenze del cliente è quindi possibile monitorare HCl, SO2, NO, NO2, CO, CO2, NH3, N2O, H20, CH2, componenti che sono stati certificati secondo lo standard europeo UNI EN15267/2009 in conformità alla normativa vigente. Oltre a questi, l’analisi dell’ossigeno viene effettuata tramite un sensore all’ossido di zirconio posto all’interno della cella di misura e, laddove necessario, è possibile analizzare dei composti organici volatili con un FID integrato nell’armadio di analisi.

Punto di riferimento sempre sotto controllo
La verifica e la calibrazione dello zero e dello span di ogni singolo componente infrarossi possono essere effettuate in qualsiasi momento sia manualmente che automaticamente tramite una ruota filtri di calibrazione interna, con un conseguente risparmio di tempo e risorse, o con gas di bombola. MCS200HW è il primo e unico strumento che consente la verifica dello span per l’acido cloridrico e l’ammoniaca con gas di bombola senza la necessità di generatori di gas di test o evaporatori.

Dati accessibili anche da remoto
MCS200HW di Sick è facile da installare e semplice da utilizzare grazie alla nuova interfaccia user-friendly associata a un display touch da 12’’ attraverso il quale si accede facilmente a tutti i dati raccolti e si attivano in modo intuitivo le varie funzioni. Un importante vantaggio è offerto dalla possibilità di poter consultare le informazioni sullo stato di funzionamento e sulla diagnostica anche da remoto tramite un semplice browser web.



Contenuti correlati

  • Economist impact: 12 tecnologie per ridurre l’impronta di carbonio nelle città

    Attualmente le città sono responsabili di oltre due terzi del consumo di energia a livello mondiale e generano più del 70% delle emissioni globali di CO₂. Nella ricerca, commissionata dallo studio legale internazionale Osborne Clarke, Economist Impact...

  • Innovazione nella distribuzione del gas naturale

    Con il misuratore di portata gas a ultrasuoni FLOWSIC600, disponibile sul mercato dal 2004, SICK ha già dimostrato la sua competenza e affidabilità come partner nell’industria del Gas Naturale. Fino all’introduzione di FLOWSIC500 nel 2012, nel segmento...

  • Stato dell’arte del settore gas in Italia: uno studio fa chiarezza

    Lo studio esamina lo stato dell’arte del mercato dell’energia in Italia con specifico riferimento al settore del gas, in un’ottica di rinnovamento sostenibile del sistema delle gare, potenziale volano di una crescita economica olistica del settore Leggi...

  • Bilanciamento, digitalizzazione delle reti e “power to gas”: gli ultrasuoni come tecnologia abilitante

    Il nuovo misuratore di portata gas a ultrasuoni FLOWSIC600-XT di SICK rappresenta la straordinaria evoluzione del FLOWSIC600, già caratterizzato da notevoli prestazioni di misura. FLOWSIC600-XT stabilisce nuovi standard nel suo segmento di mercato. Disponibile in quattro varianti,...

  • +8% di energia autoprodotta grazie al nuovo impianto fotovoltaico

    Pradella & Matego, azienda piemontese specializzata nella produzione di articoli in gomma per il settore automotive, ha scelto di dotarsi di un nuovo impianto fotovoltaico per ridurre al tempo stesso costi di produzione e impatto ambientale. L’impianto industriale...

  • paessler building monitor
    Monitoraggio IoT efficiente degli edifici con Paessler

    Paessler, azienda specializzata nel monitoraggio di infrastrutture IT e IoT complesse, rilascerà in autunno una soluzione dedicata ai facility manager e ai proprietari di edifici: la nuova soluzione SaaS (software as a service), Paessler Building Monitor, che...

  • Energia, prezzi alle stelle. Occhi puntati sulle scorte di gas

    Cosa si cela dietro alla fiammata dei prezzi del gas di cui abbiamo parlato nei giorni scorsi e che, con tutta probabilità, si tradurrà in un rincaro pesante delle bollette? Se lo stanno chiedendo gli analisti e...

  • Emissioni di mercurio sotto controllo

    Sotto forma di gas, il mercurio (Hg) è uno degli elementi che più allarma le organizzazioni e le autorità per la tutela dell’ambiente perché, permanendo nell’atmosfera per più di sei mesi, viene trasportato dalle correnti d’aria e...

  • Il prezzo dell’energia è salito, e probabilmente continuerà a farlo…

    Oggi la materia prima energia elettrica costa più del doppio rispetto ad un anno fa. Nell’ultimo decennio abbiamo vissuto un susseguirsi di fasi di incremento e riduzione del prezzo dell’energia elettrica: tra il 2012 e i due...

  • Rocca Paper Mill Ego Energy
    Consumi di gas efficienti in cartiera con Ego Energy

    L’efficienza energetica è uno dei tasselli fondamentali per raggiungere la neutralità climatica e un’economia a “emissioni zero” nel 2050: è confermato dall’Agenzia Internazionale sull’Energia (IEA), nella recente revisione del documento “Net Zero by 2050 A Roadmap for...

Scopri le novità scelte per te x