Un’altra azienda del food&beverage italiano sceglie la cogenerazione

A Marcianise, distretto industriale d'eccellenza per il Food & Bev nel Sud Italia, IFFCO, multinazionale leader nel settore del packaging alimentare asettico, ha installato un impianto di cogenerazione, riducendo i costi energetici del 30%

Pubblicato il 19 agosto 2021

Il settore alimentare è un’eccellenza del Made in Italy, riconosciuta a livello mondiale per qualità dei prodotti, innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale e sicurezza. A Marcianise, provincia di Caserta, è presente un distretto industriale d’eccellenza, dove sono localizzate importanti aziende del settore Food & Beverage a livello globale.
IFFCO, azienda multinazionale operante nel settore del packaging alimentare, nata 25 anni fa in Campania e oggi di proprietà di una multinazionale basata negli Emirati Arabi, è la terza punta di diamante presente a Marcianise dopo Algida e Coca-Cola.
L’azienda specializzata nella produzione di creme vegetali da cucina, spray e da montare, destinate sia ai professionisti di settore (cuochi, pasticcieri ecc.) sia al consumo domestico, ha installato la soluzione presentata da Centrica Business Solutions, preferita rispetto ad altre proposte per l’elevata competenza nel settore alimentare.

Lo stabilimento di IFFCO è estremamente energivoro, in quanto opera a ciclo continuo in un impianto di circa 40.000 metri quadri, di cui la metà coperti, dove lavorano 140 persone su tre turni e sfrutta la produzione e l’utilizzo del vapore a 14 bar per la sterilizzazione dei propri prodotti.
La produzione alimentare dell’impianto, infatti, avviene in ambienti che operano in regime asettico, peculiarità che sono solitamente tipiche del settore farmaceutico.
Proprio per la necessità di utilizzare il vapore, senza gravare eccessivamente sui costi energetici, IFFCO aveva già provveduto a installare, circa 15 anni fa, un primo cogeneratore, ospitato in un locale appositamente progettato e adiacente alle linee produttive, giunto però a fine vita. L’azienda ha così iniziato un’attenta valutazione di ciò che offriva il mercato per individuare l’opzione più indicata per soddisfare le proprie esigenze e ha optato per la soluzione presentata da Centrica Business Solutions, entrata in funzione nel corso del 2020.

“Data la deperibilità delle materie prime e dei prodotti, il settore alimentare risulta particolarmente vulnerabile ai tempi di inattività e alle interruzioni di corrente”, dichiara Christian Stella, Managing Director di Centrica Business Solutions Italia. “Con la maggior parte dei processi di produzione che dipende in maniera preponderante dall’energia, possedere un approvvigionamento energetico stabile e affidabile è fondamentale al fine di garantire che i produttori soddisfino gli standard normativi e le aspettative dei consumatori. Inoltre, l’elevata automazione dei processi, tipica del settore Food & Beverage, al fine di migliorare l’efficienza operativa e affrontare la carenza di personale, comporta una maggiore vulnerabilità ai guasti alle apparecchiature o alle interruzioni di corrente”.

Centrica Business Solutions ha progettato, costruito e avviato il cogeneratore, realizzato su misura per adattarsi ai locali precedenti, con configurazione a “isola”, e ciò significa che in caso di interruzione o problemi alla linea elettrica proveniente dall’esterno, il cogeneratore è in grado di intervenire in tempo reale per garantire la continuità di funzionamento dei reparti chiave (come, ad esempio, i serbatoi asettici).
L’impianto, che IFFCO ha scelto di acquistare direttamente, è composto da un’unità di cogenerazione E1165 motorizzata Rolls Royce, dalla potenza elettrica nominale di 1.250 kWe, in grado di coprire circa il 70% del fabbisogno elettrico del sito.

Grazie a una caldaia a recupero fumi viene prodotto anche vapore saturo alla pressione di 14 bar, che viene convogliato nell’impianto produttivo per le fasi di sterilizzazione Ultra-high temperature (UHT) dei prodotti. Centrica Business Solutions eroga a IFFCO un servizio di manutenzione pluriennale full-service all risk, che comprende anche test periodici sulle performance, volti ad assicurare la buona riuscita dell’investimento del cliente. Inoltre, ha seguito tutte le pratiche autorizzative, in aggiunta a quelle relative all’ottenimento dei titoli di efficienza energetica, particolarmente stringenti nel settore alimentare.

“Abbiamo scelto Centrica Business Solutions perché i suoi specialisti si sono dimostrati quelli più competenti nel settore alimentare, e si sono avvicinati più di tutti gli altri ai nostri calcoli preliminari”, commenta Stefano Marasco, Operations and Supply Chain Director di IFFCO. “Inoltre, i colleghi dello stabilimento adiacente al nostro, di proprietà di Coca-Cola, hanno adottato un impianto gemello rispetto a quello scelto da noi e ci hanno riferito di essere molto soddisfatti sia sul fronte della tecnologia sia su quello dell’assistenza post-vendita”.

Grazie al nuovo impianto, la decarbonizzazione di IFFCO supera le mille tonnellate l’anno di CO2 risparmiata. Inoltre, avviare un processo di efficientamento energetico, può comportare anche importanti vantaggi economici. L’incidenza dell’energia è tra le prime 4 voci di costo di un’azienda, come nel caso di IFFCO, e viste le peculiarità del mercato, caratterizzato da prodotti e prezzi abbastanza omologati, il risparmio sul prodotto finito, calcolato tra il 5 e il 7%, offre un vantaggio competitivo importante.
Il risparmio in termini di costi economici valutato da IFFCO dovrebbe consentire all’azienda un ritorno dell’investimento in circa due anni. Grazie alla produzione di energia elettrica, IFFCO riduce infatti di circa il 30% i costi energetici, che prima ammontavano a circa 1,3 milioni di euro all’anno.

Grazie a questi risultati, i prossimi passi nel percorso energetico di IFFCO sono la valutazione dell’adozione della trigenerazione e del fotovoltaico, oltre che il monitoraggio evoluto e in tempo reale dei parametri dell’impianto.



Contenuti correlati

  • Enea IEG accordo
    Accordo Enea-IEG per definire i contenuti energy&efficiency di Ecomondo e Key

    Enea e Italian Exhibition Group (IEG) hanno siglato un nuovo accordo di collaborazione, in particolare per le manifestazioni Ecomondo, fiera sull’innovazione tecnologica e industriale nel settore della green and circular economy a cadenza annuale, e K.EY, appuntamento...

  • Schneider Electric, ecco il digital twin per il settore idirico ed energetico

    Schneider Electric ha rinnovato con rilevanti aggiornamenti gli strumenti digital twin rivolti alle utility del settore idrico e ai distretti energetici, ovvero EcoStruxure Water Cycle Advisor – District Energy (precedentemente noto come ‘Termis’) and EcoStruxure Water Cycle...

  • CBS_Hubergroup_trigenerazione
    La trigenerazione fa risparmiare Hubergroup fino al 22% l’anno

    Grazie all’installazione di un impianto di trigenerazione hydrogen-ready Centrica Business Solutions, che consente di soddisfare l’84% del fabbisogno frigorifero, il 90% di quello elettrico e il 98% del fabbisogno di acqua calda, hubergroup riesce a ottenere un risparmio...

  • Al CNOS-FAP di Torino una parete didattica con tecnologie Schneider Electric

    Inaugurato a Torino nel  CNOS – FAP Re Rebaudengo un nuovo, importante spazio dedicato alla didattica sulle tecnologie più evolute per il settore energetico, all’insegna di digitalizzazione, efficienza e sostenibilità. Si tratta di una “parete tecnologica” dotata...

  • Wärtsilä energia decarbonizzazione
    Wärtsilä fa il punto sulla riforma necessaria al mercato europeo dell’energia

    Secondo un nuovo studio del gruppo tecnologico Wärtsilä, la Commissione europea deve riformare la struttura del mercato dell’energia elettrica per dare valore alla capacità di bilanciamento flessibile, in modo che l’UE possa raggiungere gli obiettivi “net zero”...

  • Biometano: partnership fra Mitsubishi Electric e Agatos Energia

    Mitsubishi Electric e Agatos Energia, controllata di Agatos SpA, società quotata al mercato Euronext Growth gestito da Borsa Italiana (“Agatos”), hanno stretto una partnership che prevede l’integrazione del processo BIOSIP per la produzione di biometano dai rifiuti...

  • Hydrogen JRP idrogeno
    Hydrogen JRP, il progetto per una filiera dell’idrogeno in Italia

    2G Italia è da sempre precursore negli studi sulla tecnologia a idrogeno. Credendoci fortemente, ha investito tempo e denaro nel suo sviluppo, adattando i propri impianti di cogenerazione per consentirne l’alimentazione tramite questa energia pulita. Negli ultimi...

  • Fabio Pascali Cloudera data analytics
    Data analytics per ottimizzare il settore energetico

    Di Fabio Pascali, Regional Director Italy, Cloudera Il passaggio alle energie rinnovabili ha un impatto significativo sui processi di produzione e distribuzione energetica e deve essere gestito con attenzione. Utilizzare i dati in maniera efficiente sarà fondamentale...

  • 24,9 GWp di potenza totale installata in Italia al 31 dicembre 2022

    Al 31 dicembre 2022 gli impianti fotovoltaici avranno superato i 2,2 GWp (+145% rispetto al 2021), permettendo così all’Italia di raggiungere i 24,9 GWp di potenza totale installata, ovvero il 35% dell’obiettivo PNIEC al 2030. Questi i...

  • Tre impianti fotovoltaici da 112 MW in Italia

    Enfinity Global Inc ha chiuso un finanziamento a lungo termine del valore di 142 milioni di euro, finanziamento IVA e LCs facilities, per la costruzione in Italia di tre centrali a energia solare, per un totale di...

Scopri le novità scelte per te x