Pannello di controllo per i soffiatori Robuschi

Pubblicato il 26 febbraio 2021

Robuschi, azienda di Parma che produce soffiatori a lobi e soffianti a vite, compressori a vite a bassa pressione, pompe centrifughe e ad anello liquido e altre soluzioni personalizzate per una vasta gamma di settori industriali, ha sviluppato Robox Connect, un innovativo pannello di controllo per tutti i nuovi soffiatori a lobi e a vite che consente agli utenti di gestire, ottimizzare ed eseguire le loro operazioni di trattamento dell’aria in modo più efficiente.

Robox Connect è un pannello di controllo di ultima generazione che, per le sue innovative e peculiari caratteristiche, apre la strada all’era della digitalizzazione industriale in chiave 4.0; un ulteriore strumento al servizio della clientela Robuschi per migliorare le loro performance riducendo i costi. In particolare, la possibilità di integrazione con soluzione a lobi e/o a vite permette di ottimizzare l’automazione e il funzionamento dell’impianto. Inoltre, il dispositivo IConn, di cui il pannello è dotato, permette di monitorare le apparecchiature ovunque esse si trovino, eliminando i tempi di fermo e di inefficienza, a protezione dell’investimento fatto.

Il nuovo controller Robuschi è dotato di pannello touch screen a colori molto intuitivo e di semplice utilizzo, che fornisce una panoramica in tempo reale del funzionamento di Robox Lobe e Robox Screw, individuando preventivamente eventuali problemi e possibili malfunzionamenti ancor prima che si verifichino realmente. Il controller ha anche la capacità di arrestare automaticamente l’esecuzione di un sistema a seconda della gravità del problema riscontrato.

Robox Connect monitora tutti i parametri operativi critici, tra cui livello di pressione, temperature, velocità del gruppo vite, RPM e persino il livello di ossigeno dell’impianto nel settore del trattamento delle acque reflue, dove le soffianti sono tipicamente utilizzate nei sistemi di aerazione, confrontando i dati attuali con quelli degli ultimi trenta giorni ed eventualmente scaricandoli anche sul proprio dispositivo.

Il controller dispone anche di un programma di temporizzazione, che avvia e arresta automaticamente il sistema a seconda delle esigenze del sito. Questo può essere impostato giorno per giorno o settimana per settimana, senza che siano necessari altri controller esterni o secondari, cosa che molti modelli alternativi richiedono ancora.

Un altro vantaggio offerto da Robox Connect è la possibilità di sequenziamento multi-soffiante fino a quattro soffiatori a lobi e/o soffianti a vite. Questa funzione favorisce il risparmio energetico, consentendo di far funzionare all’unisono tutte le apparecchiature collegate in base alla reale domanda dell’impianto.

In aggiunta, il nuovo controller Robox Connect è compatibile anche con IConn, il sistema intelligente di analisi IoT di Ingersoll Rand, sviluppato per aiutare a soddisfare le esigenze dell’Industria 4.0. La piattaforma consente agli operatori degli impianti e ai fornitori di apparecchiature di mantenere il controllo completo di tutti i loro processi di aria industriale, anche in movimento, fornendo dati approfonditi e in tempo reale per ottimizzare le operazioni di un sito. I siti remoti possono essere facilmente monitorati tramite iConn da un dispositivo mobile, computer desktop o laptop, eliminando la necessità di essere sul posto per diagnosticare potenziali problemi.

Saverio Mattucci, Product Manager di Robuschi, spiega: “Comprensibilmente, proprietari e operatori chiedono informazioni sempre più intelligenti sulle prestazioni delle loro operazioni di aria di processo. Gli utenti vogliono sapere come mitigare meglio i rischi, migliorare la produttività e ottimizzare il consumo di energia. Il nostro nuovo controller Robox Connect consente agli utenti di fare tutto questo, aiutandoli a proteggere i loro investimenti e a capire meglio come funziona il loro sistema”.



Contenuti correlati

Scopri le novità scelte per te x