Mercato dell’energia: il software a supporto delle reti di distribuzione

Intervista a Roberto de Eccher, Customer Service Manager di Copa-data

Pubblicato il 23 agosto 2021

Copa-data opera nel mercato dell’energia da quando ha mosso i primi passi, contribuendo al successo e allo sviluppo di autorevoli realtà italiane leader internazionali di settore. Tra le più importanti c’è uno dei principali operatori europei che gestisce le reti per la trasmissione di energia e protagonista nel percorso di trasformazione del mercato elettrico verso fonti eco-compatibili. Nello specifico, Copa-data ha lavorato a un ambizioso progetto di digitalizzazione delle sottostazioni di alta tensione, affrontando una serie di sfide tecnologiche sul fronte OT. Tra gli elementi strategici dell’attività spiccano quindi, protocolli energy, velocità nel rapporto azione-reazione dei comandi, configurazione automatica e gestione del process gateway verso il centro di controllo.

Un insieme di operatività fondamentali che, grazie alla flessibilità di zenon, Copa-data ha affrontato e risolto con successo, diventando di fatto un punto di riferimento per il settore energetico in Italia e nel mondo. Si tratta di un progetto di lungo corso, che pone costantemente nuove sfide anche dopo 15 anni di lavoro quotidiano sui sistemi del cliente, svolto in stretta collaborazione con i system integrator.

Roberto de Eccher, Customer Service Manager di Copa-data Italia

“Dal 2006, molte cose sono cambiate” dichiara Roberto de Eccher, Customer Service Manager “e oggi il focus è orientato a garantire la costante manutenzione delle sottostazioni. I protocolli IEC 61850 e tls, infatti, vengono costantemente aggiornati, non è quindi possibile fermarsi a una specifica versione dello scada, ma serve manutenere la sottostazione, aggiornarla e garantire usabilità e facilità delle operazioni di manutenzione per gli operatori attivi sui sistemi”.

Evoluzioni normative e soluzioni flessibili
L’aggiornamento normativo italiano richiede l’introduzione continua di nuove specifiche, ad esempio l’applicazione del protocollo MQTT per la diagnostica delle sottostazioni e l’ausilio di client basati solo sul linguaggio HTML5. L’evoluzione normativa rappresenta ogni volta un cambiamento importante, che prevede elementi IT come i “Certificati”; uno dei tanti aspetti che hanno imposto revisioni e semplificazioni nella componente di manutenzione software della sottostazione. Adeguamenti normativi ed evoluzione tecnologica richiedono quindi flessibilità e capacità di risposta rapida da parte di Copa-data.

“La tecnologia Docker e il nostro nuovo Service Grid hanno giocato un ruolo fondamentale per raggiungere questo scopo” – prosegue de Eccher – per aggiornare una versione di zenon in una sottostazione, infatti, ora basta un click. L’isolamento dei processi fornito dalla tecnologia Docker, inoltre, aumenta il livello di cyber security by design, integrando la sicurezza informatica nella progettazione del sistema”.

Soluzioni orientate al cliente
La missione di Copa-data si concentra quindi non solo sulle fasi di start up, ma anche nel supporto continuo al cliente, seguendo le implementazioni e identificando soluzioni tecnologiche sempre nuove. Un risultato che si ottiene lavorando al fianco dei system integrator fin dalle prime fasi di sviluppo e nel corso di qualunque intervento, condividendo le problematiche e trovando soluzioni che possono essere individuate solo nella prassi di un progetto reale.

Un approccio customer oriented su cui de Eccher prossegue: “I professional service sono stati davvero importanti e lo sono ancora durante lo sviluppo, perché permettono di offrire la migliore soluzione ai nostri clienti. Prendiamo l’esempio della tecnologia Docker. Una novità per i nostri clienti che può quindi risultare complessa da capire e configurare. Grazie al nostro team tecnico, abbiamo creato dei training tarati sulla tecnologia, inserendo esempi pratici, linee guida specifiche, sessioni di test. Un approccio pragmatico che ha permesso di superare anche le difficoltà maggiori, legate alla componente IT e OT, che con zenon è comunque fortemente semplificata e customer centered”.

Soluzioni che rendono attuale qualunque progetto
Le caratteristiche e le specifiche di zenon sono quindi fondamentali per facilitare il cliente nell’uso efficiente delle soluzioni Copa-data. L’obiettivo costante è quello di valorizzare e rafforzare le qualità del progetto esistente, mantenendone l’integrità e uno sguardo sempre rivolto al miglioramento costante e all’eccellenza.
“La compatibilità tra le varie versioni di zenon” afferma de Eccher “ci permette di manutenere rapidamente e in modo efficace i progetti sviluppati nel tempo, garantendo al cliente un aggiornamento allo stato dell’arte”.

Nuovi linguaggi, nuovi tool, qualità di sempre
Le nuove funzionalità come WebEngine, l’HTML5 della zenon Software Platform 10 e Service Grid unito alla tecnologia dei container, sono tool pensati specificamente per abbattere il muro tra OT e IT: la chiave per ottenere un’integrazione immediata delle nuove architetture software con i pc di una Substation moderna. Questa è la flessibilità che fa di Copa-data la prima azienda italiana a fornire una soluzione docker based nelle sottostazioni di un player internazionale della distribuzione, con l’uso di HTML5. Un progetto che rappresenta il futuro della visualizzazione HMI in sottostazioni multi-piattaforma, accessibile da qualunque dispositivo.

“Per certe applicazioni come gateway di protocollo o gateway IIoT sarà molto importante l’indipendenza dal sistema operativo – conclude de Eccher – pensiamo poi alla comunicazione tra scada locali e control center. Per certe tipologie di dati, stiamo ricevendo richieste su nuove modalità di invio. Pensiamo ad esempio ai dati di diagnostica e SNMP su base MQTT. Una tecnologia che in futuro potrebbe sostituire la modalità di connessione classica, considerando che i control center sono limitati all’accesso a dati online. Intanto con zenon Service Grid, COPA-DATA è pronta per far comunicare gli scada locali con sistemi distribuiti, usando l’interfaccia API REST o rendendo disponibili i dati storici con il nostro Data Storage”.



Contenuti correlati

  • Rittal a Key Energy 2022

    A Key Energy 2022, fiera di riferimento su energie rinnovabili, sistemi di accumulo, efficienza energetica, mobilità sostenibile e smart grid, che si terrà a Rimini dall’8 all’11 novembre 2022, Rittal presenterà le proprie soluzioni per l’uso sostenibile dell’energia, come...

  • Edifici intelligenti e sostenibili: il caso Green Pea a Torino

    Non c’è da stupirsi, dunque, se l’edificio ha vinto l’Innova Retail Award 2021, premio dedicato ai progetti innovativi del settore. Da subito, il Green Pea è diventato un punto di riferimento per la sua vocazione a basso impatto...

  • Alusteel Coating
    Il fotovoltaico sul tetto taglia i consumi di energia di Alusteel Coating del 25%

    Generare energia pulita per alimentare la produzione di acciaio e alluminio pre-verniciato, ma anche per salvaguardare l’ambiente. Con questo obiettivo l’imprenditore bergamasco Matteo Trombetta Cappellani ha deciso di installare un impianto solare fotovoltaico sull’intera copertura di Alusteel...

  • minsait sottostazioni red hat intel
    Minsait, Red Hat e Intel virtualizzano la gestione delle sottostazioni elettriche

    Minsait, una società di Indra, ha collaborato con Red Hat e Intel per portare sul mercato una soluzione aperta e scalabile con funzionalità di sicurezza avanzate per la virtualizzazione delle sottostazioni elettriche, che può essere utilizzata sia...

  • LEM presenta TEMA4G per la misurazione dell’energia a bordo treno

    LEM, rinomata per essere leader di mercato nella tecnologia del rilevamento della corrente, presenta ora il TEMA4G, la sua prima soluzione plug&play per la misurazione dell’energia a bordo treno. La gestione dell’energia nelle applicazioni ferroviarie comporta la...

  • EnergRed caro energia
    Caro energia? La soluzione esiste, ed è il solare in autoconsumo

    Nel comparto dell’energia sta accadendo ciò che fino ad oggi non si era mai verificato. La situazione sembra irreversibile e così molti operatori del mercato dell’energia stanno cominciando ad arrendersi. A lanciare l’allarme questa volta è EnergRed,...

  • PNRR ed efficientamento energetico: una grande occasione

    Come si evince dal bilancio elettrico di Terna, la sanità e l’assistenza sociale pubblica rappresentano il primo “consumatore” di energia del settore pubblico italiano, con il 31% del totale. Un ambito che si può efficientare è quello...

  • Autosufficienza energetica contro il caro bolletta: il caso di Amara

    Aumenti insostenibili per le aziende e le imprese di ogni tipo, il caro energia rischia di mettere in ginocchio il tessuto produttivo di un intero Paese, con aumenti delle utenze luce e gas da capogiro. Pur non...

  • La rete idrica si scopre intelligenza con Sensoworks

    Con il monitoraggio dinamico di Sensoworks si possono ridurre drasticamente perdite e sprechi d’acqua, un problema che in Italia è di grande rilevanza: per ogni chilometro di rete oggi vanno persi 42 metri cubi d’acqua. Sensoworks, la start-up...

  • Osservatorio Sistemi di Accumulo: in continua crescita il numero di installazioni

    Al 30 giugno 2022 risultano installati ben 122.279 sistemi di accumulo (SdA), per una potenza complessiva di 720 MW e una capacità massima di 1.361 MWh. A questi si aggiungono gli impianti di Terna per complessivi 60...

Scopri le novità scelte per te x