Mecasolar supera i 400 MW di inseguitori fotovoltaici installati

La multinazionale ha raggiunto questa cifra record nel primo semestre del 2013, con inseguitori solari installati in cinque continenti. Mecasolar ha ricevuto richieste per ulteriori 200 MW e prevede di raggiungere 600 MW installati alla fine dell’esercizio 2015.

Pubblicato il 17 luglio 2013

Mecasolar ha raggiunto nel primo semestre del 2013 la cifra record di 400 MW di inseguitori solari ubicati in oltre 40 Paesi. La società ha ricevuto inoltre richieste per 200 MW, soprattutto per quanto riguarda il suo inseguitore monoassiale orizzontale, per i prossimi due anni, pertanto alla fine del 2015 prevede di raggiungere la cifra di 600 MW di inseguitori fotovoltaici fabbricati e installati in tutto il mondo.

Questo volume di attività rende la multinazionale uno dei protagonisti del suo settore, specializzata in un ampio catalogo di soluzioni in materia di strutture per installazioni fotovoltaiche (inseguitori fotovoltaici orizzontali, monoassiali polari e azimutali, biassiali, ma soprattutto il suo inseguitore monoassiale orizzontale, oltre a strutture fisse, combinate con la vite di fondazione Mecascrew).

I prodotti citati dispongono dei principali certificati di qualità: UL (Stati Uniti), CE (Unione Europea), Iso 9001 e 14001. Mecasolar è stata inoltre insignita con il premio Solar Award 2009.

Per quanto riguarda i mercati, fino al secondo semestre del 2013, si prevede che l’America rappresenterà il 23% delle sue vendite e l’Oceania il 6%, mentre l’Europa riunisce il 69% di tutti gli impianti realizzati, data la forte crescita del settore fotovoltaico dal 2006 a oggi. Asia e Africa presuppongono rispettivamente l’1%. Per ciò che concerne i Paesi, Spagna, Italia, Grecia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Messico, Canada e Australia sono quelli che attualmente rappresentano la maggiore percentuale di vendite.

Sebbene l’Europa sia stata tradizionalmente il mercato “naturale” di Mecasolar, questa tendenza si invertirà nei prossimi anni, poiché le previsioni indicano che, nel 2015 (data in cui si aggiungeranno altri 200 MW ai 400 MW installati fino a oggi), l’America rappresenterà il 43% delle vendite della società, l’Europa un 27%, seguite da Asia (12%), Africa (10%) e Oceania (8%). “Tali previsioni riflettono il nostro orientamento a Stati Uniti, Messico, Cile, Perù, Brasile, Australia, Sudafrica e India come mercati strategici, oltre ad altri, nei quali stiamo già lavorando”, indica Mecasolar.

Uno dei principali vettori di Mecasolar nel suo processo di internazionalizzazione è stata la capacità di fornitura, grazie al subappalto a partner locali in ciascun Paese per la fabbricazione dei suoi prodotti, in base ai requisiti tecnici e di qualità della società e a un rigoroso controllo. Questa politica permette a Mecasolar di garantire l’incremento del volume di produzione necessario, in qualsiasi parte del mondo. Inoltre la società ha dato inizio in alcuni mercati a una strategia di commercializzazione di licenze di fabbricazione, concesse a partner di diversi Paesi con la denominazione “Licensed by Mecasolar”.

Nell’ampio catalogo di prodotti Mecasolar, spicca il lancio nel 2012 del suo inseguitore monoassiale orizzontale da 144 kWp, nelle sue diverse varianti, che ha ottenuto un’ottima accettazione sul mercato internazionale. Ha una struttura modulare di altezza ridotta, caratterizzata dalla facilità e rapidità di installazione, simile a quella delle strutture fisse a un prezzo analogo. Il vantaggio è che, rispetto a esse, permette di incrementare fino al 28% l’energia generata. L’inseguitore dispone di fino a 12 assi mossi da un solo motore e in ciascuno di essi è possibile collocare fino a 48 moduli, per un massimo di 11,6 kW per asse. Ciò significa che le dimensioni massime di ciascun inseguitore orizzontale con un solo motore raggiungono i 144 kWp.

Mecasolar è inoltre a capo di un innovativo progetto europeo di R&S, “Optimus”, per lo sviluppo di nuovi materiali che aumenteranno l’efficienza e la durata degli inseguitori solari fotovoltaici, offrendo risposta alle esigenze tecnologiche del settore per quanto concerne la riduzione del peso e il consumo di materiali degli inseguitori solari fotovoltaici. L’investimento totale del progetto supera gli 830.000 euro, cofinanziati dal Centro per lo Sviluppo Tecnologico Industriale (Cdti).

Il risultato sarà un salto tecnologico nel progresso dei compositi a base polimerica e cementizia, ottenendo materiali più resistenti, di maggiore durata, più leggeri e con un migliore rendimento degli inseguitori solari fotovoltaici.

 

Mecasolar: www.mecasolar.com



Contenuti correlati

  • Energy Trainer EnergRed
    Professioni del futuro: arriva il Solar Energy Trainer

    La sostenibilità paga. E non è solo un modo dire perché con l’iniziativa di EnergRed da oggi è possibile scegliere un percorso di alta formazione retribuito per diventare Solar Energy Trainer, mettendosi alla prova nella prospettiva di...

  • Enfinity Global Starkraft
    Accordo Enfinity Global-Statkraft 191 GWh all’anno di elettricità pulita in Italia

    Enfinity Global e Statkraft hanno firmato alcuni contratti di acquisto di energia solare in Italia. L’energia impegnata sarà prodotta da un portafoglio fotovoltaico di tre impianti utility-scale di 112 MWp di proprietà di Enfinity Global. Gli impianti,...

  • Fluke misura e collaudo
    Misura e collaudo: gli strumenti must have per gli installatori

    Il settore dell’energia solare è previsto in forte crescita nel 2023. Pertanto, gli installatori e i certificatori di impianti fotovoltaici dovranno disporre dei migliori strumenti per poter lavorare con la massima efficienza e sicurezza, afferma Fluke. Mentre...

  • Elettronica: dalla lignina arriva il transistor del futuro

    Da rifiuto a risorsa. La lignina, principale prodotto di scarto dell’industria cartiera, potrebbe presto essere alla base di una piccola, ma significativa rivoluzione ‘green’ nell’elettronica. Uno studio internazionale, guidato dal Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università...

  • 24,9 GWp di potenza totale installata in Italia al 31 dicembre 2022

    Al 31 dicembre 2022 gli impianti fotovoltaici avranno superato i 2,2 GWp (+145% rispetto al 2021), permettendo così all’Italia di raggiungere i 24,9 GWp di potenza totale installata, ovvero il 35% dell’obiettivo PNIEC al 2030. Questi i...

  • Tre impianti fotovoltaici da 112 MW in Italia

    Enfinity Global Inc ha chiuso un finanziamento a lungo termine del valore di 142 milioni di euro, finanziamento IVA e LCs facilities, per la costruzione in Italia di tre centrali a energia solare, per un totale di...

  • Senec fotovoltaico 5 miti da sfatare
    5 miti da sfatare che riguardano il fotovoltaico

    Secondo i dati riportati dall’ultima analisi dei dati Gaudì, elaborata da Italia Solare, il fotovoltaico in Italia continua ad avanzare: nel 2022 in soli sei mesi è stato installato 1 GW di nuova potenza per un totale...

  • Perché è essenziale installare contatori di calore tecnologicamente avanzati?

    Partendo dalle basi, i calorimetri sono degli strumenti in grado di rilevare l’energia termica che viene apportata a un circuito di riscaldamento o che viene detratta da un circuito di raffreddamento. Per farlo, questi dispositivi misurano il...

  • Senec Senec.Tile
    Energia solare senza limitazioni con le tegole fotovoltaiche di Senec

    Nonostante gli ultimi dati del GSE (novembre 2022) ci indichino come nei primi 9 mesi dell’anno il fotovoltaico in Italia abbia registrato una crescita significativa, con il 12% degli impianti attivi in più rispetto alla fine del...

  • Enea TeaTek Marta fotovoltaico
    Enea e TeaTek collaborano per il fotovoltaico intelligente

    Ottimizzare la produzione energetica degli impianti fotovoltaici per accrescere le rese e ridurre le perdite grazie all’intelligenza artificiale. È quanto realizzeranno Enea e TeaTek nel progetto Marta, che conta su un finanziamento di 4,6 milioni di euro...

Scopri le novità scelte per te x