La cybersecurity ‘zero trust’ negli edifici di tutto il mondo

Con l’acquisizione di Tempered Networks, Johnson Controls garantirà la protezione dati degli edifici dall’edge al cloud con tecnologia Airwall ‘zero trust’

Pubblicato il 16 agosto 2022

Johnson Controls ha acquisito Tempered Networks, provider di cybersecurity ‘zero trust’ con sede a Seattle. Tempered Networks ha creato la tecnologia Airwall, un sistema avanzato di autodifesa per gli edifici che consente un accesso sicuro alla rete attraverso diversi gruppi di end-point, gateway edge, piattaforme cloud e dispositivi tecnici di servizio. Rappresenta un cambio di passo nella tecnologia operativa, basata su canali di trasmissione sicura per garantire che gli scambi di dati e le attività di servizio negli edifici possano avvenire solo tra persone e dispositivi costantemente autenticati.

L’acquisizione garantisce a Johnson Controls la capacità di fornire una sicurezza zero trust all’interno delle comunicazioni OpenBlue, favorendola vision che prevede edifici completamente autonomi e resistenti ai cyberattacchi.

Come funziona Airwall

La tecnologia Airwall di Tempered Networks utilizza l’Host Identity Protocol e una piattaforma di orchestrazione delle policy basata su cloud. L’obiettivo è quello di creare nuove ‘overlay network’ basate su comunicazioni crittografate e autenticate. Il gestore delle policy applica le digital policy configurate che controllano le connessioni all’interno del sistema sovrapposto occultato. La posizione predefinita del gestore della policy è di tipo ‘zero trust’, ovvero consente solo le connessioni tra entità continuamente autenticate e autorizzate. Una volta che un dispositivo comunicante si autentica correttamente, viene creato un canale crittografato attraverso il quale scorrono i dati. I vantaggi di questa tecnologia di sicurezza informatica sono i seguenti:

  • La creazione di un perimetro di security sempre attivo e ‘software-defined’ che protegge le interazioni da dispositivo a dispositivo, da dispositivo a cloud e da dispositivo a utente.
  • Airwall ottiene questo risultato avvalendosi di Host Identity Protocol per creare una rete occultata e micro-segmentata che si sovrappone all’infrastruttura esistente dell’edificio, rendendo la soluzione altamente conveniente.
  • Viene creato un nuovo livello di autenticazione per i sistemi di edifici connessi, che consente una maggiore automazione di funzioni quali riscaldamento e raffreddamento, illuminazione, sicurezza e i flussi d’aria.

“Quando parliamo di edifici, dobbiamo creare difese di cybersecurity facilmente implementabili, poiché spesso abbiamo a che fare con infrastrutture critiche, compresi data center e ospedali”, afferma Vijay Sankaran, Vice President e Chief Technology Officer di Johnson Controls. “L’approccio Airwall di Tempered Networks è stato concepito appositamente per il nostro settore, in quanto si basa sui principi di ‘zero trust’, protegge le comunicazioni tra dispositivi mentre i dati si spostano tra questi ultimi e il cloud, consentendo così l’ottimizzazione da remoto degli edifici nel modo più affidabile possibile”.

Integrazione tecnologica

La tecnologia Tempered Networks Airwall è stata integrata nella piattaforma OpenBlue di Johnson Controls, sempre più riconosciuta come piattaforma software leader nel settore degli edifici intelligenti con funzionalità avanzate di building management basate su intelligenza artificiale. OpenBlue offre un approccio flessibile per far convergere le tecnologie degli edifici e renderle più smart, potenti e ottimizzate grazie a IA e machine learning. L’obiettivo finale è rendere tutti gli edifici più intelligenti, sani e sostenibili.

“La trasformazione digitale è il percorso principale per rendere gli edifici più autonomi e resilienti”, dichiara Bryan Skene, Chief Technology Officer di Tempered Networks. “L’acquisizione da parte di Johnson Controls ci permette di integrare completamente la nostra tecnologia Airwall nel loro stack software, fornendo una piattaforma di sicurezza avanzata per una serie di applicazioni ’edge to cloud‘. La nostra ambizione, ora che facciamo parte di Johnson Controls, è che i sistemi degli edifici intelligenti possano essere gestiti da qualsiasi luogo e rimanere al sicuro dalle minacce informatiche”.

L’acquisizione di Tempered Networks fa seguito alla scelta precedentemente annunciata dell’azienda di adottarla quale componente centrale della piattaforma e dei servizi OpenBlue. L’integrazione della tecnologia di security di Tempered Networks si aggiunge ad altre recenti acquisizioni, tra cui Foghorn, la cui tecnologia sta portando la capacità di edge AI dell’azienda a nuovi livelli per i dispositivi con limitazioni di calcolo, ed è inoltre complementare alle partnership con Pelion e DigiCert per fornire una gestione avanzata e sicura dei dispositivi e il digital trust per la tecnologia degli edifici intelligenti. I termini finanziari della transazione non sono stati resi noti.

Fonte foto Pixabay_mohamed_hassan



Contenuti correlati

  • idrogeno automotive SFBM
    Idrogeno e automotive, gli studi sulla sicurezza supportano la transizione green

    Il settore delle energie pulite è in costante evoluzione e innovazione, con l’introduzione di nuove tecnologie sostenibili che stanno rivoluzionando il modo in cui ci spostiamo e utilizziamo l’energia. Tra le fonti energetiche emergenti, l’idrogeno sta guadagnando...

  • Acqua ed energia al sicuro

    Un’azienda svedese di servizi pubblici per l’energia e l’acqua ha deciso di migliorare sia la sicurezza sia l’affidabilità attraverso l’integrazione IT/OT e per farlo ha scelto Fortinet Falu Energi & Vatten (Energia & Acqua) è un’azienda municipalizzata...

  • ABB, conformità con i gas refrigeranti A2L e A3

    Nel mondo della produzione di unità HVACR, la sicurezza è sempre al primo posto, soprattutto quando si tratta di refrigeranti di categoria A2L e A3, dove i rischi sono elevati e di varia natura. Per garantire la...

  • Reinova, fatturato raddoppiato a 10,5 milioni e ingresso strategico nel Gruppo HB4

    Con una mossa strategica che segna un’era di innovazione e crescita, Reinova, nota realtà attiva nello sviluppo di componenti per il powertrain ibrido ed elettrico, annuncia il suo ingresso nella Holding HB4, un conglomerato da oltre 200...

  • YCPB Johnson Controls
    Due nuove pompe di calore efficienti e sostenibili di Johnson Controls

    Johnson Controls ha ampliato il suo portfolio York con il lancio di due pompe di calore industriali di nuova generazione, YMAE e YCPB, progettate per consolidare l’offerta nel settore del riscaldamento in un momento in cui, in...

  • Barracuda_cybersecurity_energy_utilities
    Cybersecurity e minacce informatiche, energy e utilities tra i settori più colpiti

    Il settore energy e utilities fa parte dell’infrastruttura critica mondiale e sempre più si affida alle tecnologie digitali per gestire in modo integrato operazioni distribuite complesse e siti remoti, come i parchi eolici, le centrali e le...

  • V2X e ricarica intelligente: falsi miti e verità sulla cybersecurity

    La tecnologia V2X (Vehicle-to-Everything) e la ricarica intelligente stanno rapidamente diventando realtà. Queste tecnologie offrono il potenziale per migliorare la sicurezza stradale, ridurre l’inquinamento e migliorare l’efficienza energetica. Tuttavia, queste tecnologie sono anche esposte a una serie...

  • Comfort, prestazioni e risparmio energetico

    Johnson Controls in due importanti progetti a Dubai e a Singapore ha proposto soluzioni in cui si integrano strumenti di analisi predittiva in grado di indicare i problemi prima che si verifichino Leggi l’articolo

  • Stantup Service acquisisce il 10% di Ikonika

    Paolo Di Pasqua di Ikonika ha dichiarato: “Desidero esprimere la mia più sincera gratitudine a nome di tutto il team di Ikonika per la partnership con Stantup Service. Siamo entusiasti di dare il via a questa collaborazione,...

  • L’eccellenza italiana dell’agritech, Ultrabatch, acquisita da Koinos

    Koinos Capital, SGR indipendente dedicata all’attività di Private Equity attraverso fondi chiusi, fondata nel 2020 da Francesco Fumagalli (in foto), Marco Morgese, Marco Airoldi e con la presidenza operativa di Beppe Fumagalli, annuncia l’acquisizione della quota di maggioranza di Ultrabatch,...

Scopri le novità scelte per te x