Energia mista da eolico e solare grazie agli innovativi WindBoxes

Segula Technologies sostiene la startup Wind My Roof nello sviluppo e assemblaggio delle sue prime 8 turbine eoliche compatte dedicate alla produzione di energia mista

Pubblicato il 17 dicembre 2021
segula technologies wind my roof

Con il sostegno di Segula Technologies, gruppo di ingegneria globale, e della sua filiale Simra per la produzione, la startup francese Wind my Roof intende raccogliere questa sfida proponendo “WindBoxes“, i primi moduli ibridi solare/eolico per i tetti degli edifici.

Wind my Roof, startup sostenuta da Ademe e fondata nel 2018 da Antoine Brichot e Yanis Maacha, due ex allievi dell’Ecole des Ponts, è specializzata in energie rinnovabili e propone innovativi impianti di produzione di energia mista per edifici, nuovi e già esistenti. I primi 8 modelli saranno installati a Rouen in Normandia.

“WindBox”, i primi modelli di turbine eoliche accoppiate a pannelli solari sviluppati da Wind my Roof, sono destinati a edifici del settore privato e pubblico (aziende, municipi, palestre), ma anche logistici (magazzini, centri commerciali). Posizionati sul bordo del tetto degli edifici per beneficiare dei venti accelerati, i moduli fanno affidamento sulla complementarità delle tecnologie per migliorare il loro rendimento e produrre fino a 2.500kWh di elettricità all’anno. Progettati per essere il più sicuri possibile, possono sopportare velocità fino a 180km/h e temperature fino a -15°C. Fabbricati in Francia, i WindBox sono prodotti a basso tenore di carbonio con emissioni di circa 25g eq-CO₂/kWh per 20 anni.

Protagonista di riferimento del settore energetico, Segula Technologies desidera diversificare e sostenere la transizione energetica ampliando il proprio settore di attività e sostenendo aziende innovative nel settore delle energie rinnovabili. Il Gruppo sostiene Wind my Roof su più livelli: da un lato, nella progettazione e ideazione del prodotto, fasi in cui gli ingegneri si sono fatti carico di un compito particolarmente gravoso; dall’altro, nell’industrializzazione della sua produzione grazie alla flessibilità del sito di Saint-Nazaire e alla possibilità di mobilitare rapidamente le competenze tecniche. Infine, nella ricerca di fornitori competitivi grazie all’expertise negli acquisti di Segula.

“Il progetto si è evoluto enormemente in pochi anni, grazie anche al sostegno di Simra e alla vicinanza del sito di Saint-Nazaire. Abbiamo potuto beneficiare di un vero e proprio follow-up e dei consigli degli esperti. Abbiamo obiettivi e ambizioni internazionali, in particolare in Germania, in cui l’energia è ancora basata sul carbonio e le opportunità sono numerose per una startup come Wind my Roof,” sottolinea Yanis Maacha, co-fondatore di Wind my Roof.

“La transizione energetica è un settore fondamentale di diversificazione per Segula: è la sfida del futuro che vogliamo affrontare. Per il nostro gruppo, le startup sono partner indispensabili perché rappresentano l’innovazione di domani,” evidenzia Nicolas Fraisse, Direttore Tecnico di Segula Technologies. “Grazie alla nostra piattaforma di supporto alle startup HeXplora, abbiamo potuto sostenere Wind my Roof nelle fasi iniziali della produzione, assemblando i primi 8 prototipi di WindBox. Dopo questo successo, il gruppo guarda già alla prossima tappa, ovvero la fabbricazione di moduli e l’ampliamento della gamma”.



Contenuti correlati

  • Treni a zero emissioni

    Il settore ferroviario, nonostante sia tra i meno inquinanti, ha un grande impatto sulla mobilità a livello globale. I margini di miglioramento per ottenere una maggiore efficienza e ridurne l’impatto nei decenni a venire ci sono e...

  • Una caldaia funzionante al 100% idrogeno

    Baxi e la sostenibilità ambientale sono cresciute insieme. Durante il suo percorso evolutivo, Baxi ha basato le proprie attività di progettazione e produzione di caldaie e sistemi per il riscaldamento ad alta tecnologia su un principio fondamentale:...

  • Eaton e bilanciamento della rete: l’accumulo di energia può fare la differenza in un sistema energetico decentralizzato

    Con la decarbonizzazione delle economie, l’accumulo dell’energia diventerà sempre più importante per contribuire a bilanciare la fornitura e la domanda nelle reti nazionali. Il funzionamento di un sistema energetico decentralizzato dipende dal bilanciamento di flussi intermittenti e...

  • Rinnovabili: le tecnologie 4.0 di Dassault Systèmes aiutano l’eolico

    In questo video parliamo del tema del giorno, ovvero l’energia. La situazione geopolitica globale ha infatti portato a un’escalation dei costi energetici, con conseguente impatto su tutti i livelli della filiera produttiva, mentre d’altra parte si fa sempre più sentire l’esigenza...

  • PNRR, dal MiTE 450 milioni per sviluppare la filiera dell’idrogeno verde

    Il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha firmato il Decreto che dà attuazione all’Investimento 5.2 (M2C2) del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La misura mette a disposizione 450 milioni di euro per finanziare progetti finalizzati...

  • CNA Lombardia Comunità energetiche
    Comunità energetiche protagoniste della transizione green dell’Italia

    Le Comunità energetiche rappresentano già oggi il futuro del Paese. CNA Lombardia ha organizzato un dibattito proprio su questo tema, già fortemente contemporaneo e sfidante alla luce delle prospettive dischiuse da PNRR e politiche comunitarie in ordine...

  • Energie rinnovabili, tre miti da sfatare sul fotovoltaico

    Le energie rinnovabili sono destinate ad una crescita estremamente importante nei prossimi anni. In Europa si stima infatti che entro il 2026 il solo fotovoltaico potrebbe costituire quasi la metà della potenza energetica globale. Il 2021 si...

  • alluminio Metef
    Riciclo, Italia terza al mondo nel recupero dell’alluminio

    Negli ultimi anni l’Italia ha dato prova di avere un sistema produttivo all’avanguardia dal punto di vista del riciclo dell’alluminio, grazie alla capacità di recupero e riutilizzo del 70% del metallo utilizzato nelle diverse applicazioni, e per...

  • idrogeno H2ere Network
    H2ere Network, la piattaforma per lo sviluppo dell’idrogeno

    La filiera italiana dell’idrogeno è sempre più interconnessa. Assolombarda, H2IT – Associazione italiana idrogeno e celle a combustibile e LE2C – Lombardy Energy Cleantech Cluster lanciano H2ere Network, la nuova piattaforma digitale che funge da punto di...

  • 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra

    Nella Giornata della Terra, che si celebra in tutto il mondo il 22 aprile, la sede italiana di SENEC, azienda specializzata in sistemi di accumulo fotovoltaico, pianterà 1.000 alberi da frutto in America Latina e Africa. La...

Scopri le novità scelte per te x