Sembra plastica ma non lo è: una confezione sostenibile per il latte

Arriva la nuova confezione del latte Mukki, la più ecologica possibile, realizzata interamente con materie prime da fonti rinnovabili

Pubblicato il 25 agosto 2020

Abbattere del 67% l’emissione di anidride carbonica in atmosfera, questo il risultato che Mukki ottiene grazie alla nuova confezione per il latte, quella a minor impatto ambientale (solo 19g CO2-eq per litro), con la quale rilancia il suo impegno sul fronte della sostenibilità.

La nuova confezione prodotta da risorse rinnovabili è riciclabile e costituita da appena due materiali: carta e polimeri di origine vegetale provenienti al 100% dalla canna da zucchero.
La vera novità sono proprio i polimeri di origine vegetale, che hanno lo stesso aspetto e la stessa funzionalità della plastica tradizionale, ma sono ecologicamente sostenibili.
In pratica, nella sua interezza il nuovo pack è realizzato dall’unione di fogli sottilissimi di polimeri di origine vegetale e carta; il tappo a vite, invece, è realizzato soltanto con materiale di origine vegetale derivato dalla canna da zucchero.

Tetra Pak mette a disposizione la nuova confezione con il minore impatto ambientale possibile: la carta proviene da foreste a gestione responsabile e sostenibile, mentre la canna da zucchero da cui si ottengono i nuovi polimeri proviene da coltivazioni certificate del Brasile dove l’intero ciclo produttivo è ecosostenibile. Questa è la novità più facilmente visibile dai consumatori, ma ce ne sono altre. Per il trasporto del latte ai punti vendita, Mukki utilizza un nuovo imballo in cartone da dieci confezioni, che riduce del 23% l’utilizzo annuo della plastica in azienda.

È il latte Selezione Mugello il primo ad avere la nuova confezione, in linea con le caratteristiche che lo contraddistinguono come il “latte amico dell’ambiente”. Il latte Mugello, infatti, è quello che rappresenta l’eccellenza sia per qualità che per sostenibilità ambientale della filiera produttiva.
Il percorso per la riduzione dell’impatto ambientale proseguirà nei prossimi mesi coinvolgendo le altre
tipologie di latte e prodotti Mukki.

Lontane dalla Foresta Amazzonica ed estese solo sull’uno percento della superficie brasiliana dedicata all’agricoltura, le piantagioni della canna da zucchero hanno un’irrigazione naturale, catturano CO2, producono essenzialmente zucchero alimentare ed etanolo. Gli scarti di produzione sono due: una polpa vegetale usata come biocarburante, in grado di alimentare intere città; un liquido ricco di nutrienti, irrorato sulle coltivazioni della stagione successiva come fertilizzante naturale.

La plastica di origine vegetale ha le stesse qualità di quella tradizionale: è durevole, protettiva e riciclabile. Per produrla però i risparmi sono notevoli: 200.000 tonnellate di polimeri ottenuti da canna da zucchero comportano la riduzione annuale di 800.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera, l’equivalente delle emissioni annuali di 800.000 automobili.



Contenuti correlati

  • Un futuro a ‘zero emissioni’ entro il 2040: è possibile grazie a tecnologie avanzate

    Parker Hannifin Corporation ha pubblicato il Report sulla sostenibilità 2020 e ha annunciato di volersi impegnare a mettere in atto le azioni necessarie al raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni di CO2 entro il 2040. Parker ha anche fissato...

  • Clima: è allarme rosso. Qualche idea contro il climate change

    Un disastro senza precedenti. È così che è stato definito il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, in Sardegna, riducendo in cenere oltre 20 mila ettari di territorio. “Quasi 2 mila gli sfollati e ancora...

  • Lotta al cambiamento climatico: Italy goes green

    Per trovare soluzioni efficaci bisogna innanzitutto porre le giuste domande, a maggior ragione se si parla di cambiamento climatico. Officine Italia, Vodafone Italia e Politecnico di Milano, con la collaborazione di AsviS e Anci e il supporto...

  • All4Climate – Italy 2021

    All4Climate – Italy 2021 raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno in Italia quest’anno. L’obiettivo è fare del 2021 un anno fondamentale per l’ambizione climatica. Lanciato dal Ministero della Transizione...

  • assorimap riciclo meccanico
    Assorimap, plastica più sostenibile col riciclo meccanico

    Per sostenere lo sviluppo dell’economia circolare occorre puntare con forza sul riciclo meccanico della plastica. Non si possono condividere agevolazioni normative pro-riciclo chimico, che costituisce un’attività per il recupero dei rifiuti certamente non performante per l’ambiente. Si...

  • Johnson & Johnson Health for Humanity Goals
    Energia elettrica 100% da fonti rinnovabili per Johnson & Johnson

    Johnson & Johnson ha sottoscritto tre diversi Virtual Power Purchase Agreement in Europa, accelerando significativamente i progressi verso l’ambizioso obiettivo di soddisfare il 100% del suo fabbisogno di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2025. I...

  • siemens Acquambiente Castelfidardo
    Tecnologia Siemens sostenibile nel nuovo depuratore di Acquambiente Marche

    Acquambiente Marche, azienda specializzata nella gestione delle risorse idriche, ha realizzato nel comune di Castelfidardo un nuovo impianto di depurazione delle acque reflue tecnologicamente avanzato che garantisce i più elevati standard di efficienza, sostenibilità e sicurezza. Seguendo...

  • Idrogeno: la parola al mondo della normazione tecnica

    La normazione tecnica è uno strumento che può contribuire a far decollare la filiera dell’idrogeno. Se ne è parlato ieri in occasione di un incontro organizzato da In Fieri e Mirumir in vista della manifestazione Hese – Hydrogen...

  • Italia campione dell’Europa calcistica: ora pensiamo all’ambiente

    “L’Italia ha dimostrato di poter essere guida dell’Europa calcistica e altrettanto dovrebbe fare nel campo della transizione energetica e sostenibile e nella lotta al cambiamento climatico. Lo può fare perché ne ha le conoscenze, le competenze e...

  • Janssen punta sulla sostenibilità con il progetto di ottimizzazione energetica HOT

    Lo stabilimento di Latina di Janssen, un fiore all’occhiello nel campo dell’innovazione farmacologica a livello mondiale, diventa ancora più sostenibile. L’azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson ha infatti implementato presso il plant di Latina il progetto...

Scopri le novità scelte per te x