Medicale, la trigenerazione rende più efficiente uno stabilimento LivaNova

Pubblicato il 16 dicembre 2019

Le soluzioni altamente tecnologiche in ambito energetico sviluppate da AB rispondono efficacemente alla domanda crescente da parte di grandi aziende e multinazionali che desiderano investire in ecosostenibilità e nell’ottimizzazione delle performance energetiche. Così è accaduto per LivaNova, una multinazionale statunitense quotata alla borsa di New York che opera nel settore dei medical device realizzando soluzioni cardiovascolari e neuromodulazioni.

In particolare, il campus di Mirandola (Modena) si occupa di sviluppare e produrre sistemi per l’ossigenazione del sangue da utilizzare durante le operazioni chirurgiche. Con i suoi circa 100.000 m2 di superficie – di cui 6.000 dedicati alla camera bianca – quello di Mirandola è il più grande stabilimento produttivo dell’azienda. Le operazioni che si svolgono al suo interno sono altamente verticalizzate ed energivore poiché compiute a partire dalle materie plastiche per arrivare, attraverso vari processi, al prodotto finito e alla sua sterilizzazione.

Nello stabilimento di Mirandola i consumi e i fabbisogni energetici sono molteplici, tanto quanto i processi produttivi operati, con un picco di elettricità di 4 MW, al quale si aggiunge l’utilizzo di altri tipi di energia come quella termica (caldo e freddo) e il vapore.

La volontà dell’azienda di razionalizzare i consumi di energia e di ridimensionare l’impatto ambientale, unita alla necessità di impiegare energia in una triplice forma, l’hanno spinta quindi a optare per una soluzione tecnologicamente avanzata. LivaNova ha così deciso di installare un impianto di trigenerazione affidandosi ad AB, realizzando un sistema per la produzione integrata di energia elettrica, termica e frigorifera. L’impianto di AB sfrutta l’energia termica dissipata dalla produzione primaria di energia elettrica per generare a sua volta energia calda e fredda. Si tratta, dunque, di un sistema che porta notevoli vantaggi, in particolare: un miglioramento dell’efficienza complessiva dell’impianto; una riduzione del consumo di combustibile poiché dalla medesima fonte permette di produrre tre diverse forme di energia; una diminuzione significativa dell’impatto ambientale poiché il minor impiego di combustibile e il riutilizzo di energia termica, altrimenti dissipata, significano un abbassamento delle emissioni di CO2; un conseguente risparmio economico.

Per quanto riguarda lo stabilimento LivaNova di Mirandola, il bilanciamento dei consumi ha portato a un impianto Ecomax della taglia di 2 MW elettrici e il recupero di energia ottenuto attraverso la trigenerazione è in grado di sostenere il fabbisogno elettrico anche con la produzione di acqua fredda e acqua calda per gli impianti di raffreddamento, e di vapore per le operazioni di umidificazione e sterilizzazione. Attivato nel dicembre 2018 e operativo a pieno regime da gennaio 2019, l’impianto riesce a erogare e sostenere parte dell’energia necessaria per lo stabilimento, garantendo un’efficienza energetica dell’86%.

«Stiamo portando a casa i risultati che ci eravamo prefissati. Il ritorno dell’investimento previsto è di circa 3 anni e dal punto di vista ambientale riusciamo a risparmiare all’ambiente circa 4.000 tonnellate di CO2, che equivalgono circa all’utilizzo medio di 2.000 vetture di piccola taglia in percorso urbano» ha affermato Luca Scalmana, Operations Director di LivaNova, quantificando il risparmio in termini di inquinamento ambientale, ottenuto grazie all’impianto di trigenerazione AB.



Contenuti correlati

  • Rittal a Key Energy 2022

    A Key Energy 2022, fiera di riferimento su energie rinnovabili, sistemi di accumulo, efficienza energetica, mobilità sostenibile e smart grid, che si terrà a Rimini dall’8 all’11 novembre 2022, Rittal presenterà le proprie soluzioni per l’uso sostenibile dell’energia, come...

  • Ammagamma consumi IA energia
    6 soluzioni per ridurre l’impatto dei consumi sulla produzione

    Più che raddoppiato. Secondo i dati dell’Authority per l’Energia, negli ultimi 6 anni il prezzo dell’energia al consumo ha subito rincari continui, fino ad arrivare, al principio del 2022, al doppio rispetto al 2016. Un mese prima...

  • Alusteel Coating
    Il fotovoltaico sul tetto taglia i consumi di energia di Alusteel Coating del 25%

    Generare energia pulita per alimentare la produzione di acciaio e alluminio pre-verniciato, ma anche per salvaguardare l’ambiente. Con questo obiettivo l’imprenditore bergamasco Matteo Trombetta Cappellani ha deciso di installare un impianto solare fotovoltaico sull’intera copertura di Alusteel...

  • Teatek Granisso
    Sostegno e semplificazione per le rinnovabili: l’auspicio Teatek verso il nuovo Governo

    “La crescita delle energie rinnovabili è una bella notizia, e merita alcune riflessioni. Come riporta l’osservatorio di Anie (l’associazione delle imprese della produzione elettrica a zero emissioni) su dati Terna, il 168% di produzione Green in più nel...

  • EnergRed caro energia
    Caro energia? La soluzione esiste, ed è il solare in autoconsumo

    Nel comparto dell’energia sta accadendo ciò che fino ad oggi non si era mai verificato. La situazione sembra irreversibile e così molti operatori del mercato dell’energia stanno cominciando ad arrendersi. A lanciare l’allarme questa volta è EnergRed,...

  • PNRR ed efficientamento energetico: una grande occasione

    Come si evince dal bilancio elettrico di Terna, la sanità e l’assistenza sociale pubblica rappresentano il primo “consumatore” di energia del settore pubblico italiano, con il 31% del totale. Un ambito che si può efficientare è quello...

  • Vertiv Keele University
    Vertiv rende più efficiente il data center della Keele University

    Vertiv è stato selezionato dalla Keele University con sede a Staffordshire, nel Regno Unito, per la fornitura di un sistema formato da gruppo di continuità (UPS) ad alta efficienza energetica e batterie di backup. Le nuove soluzioni...

  • Autosufficienza energetica contro il caro bolletta: il caso di Amara

    Aumenti insostenibili per le aziende e le imprese di ogni tipo, il caro energia rischia di mettere in ginocchio il tessuto produttivo di un intero Paese, con aumenti delle utenze luce e gas da capogiro. Pur non...

  • Eurosets verso l’autonomia energetica grazie alla trigenerazione di AB

    Il settore biomedicale, fiore all’occhiello dell’eccellenza produttiva italiana, in questi ultimi anni è più che mai attento a conciliare la crescita economica con l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale, per il bene del pianeta. Tra le aziende...

  • Digital Energy Efficiency Report 2022

    Industria ed efficienza energetica, presentati i dati del Digital Energy Efficiency Report 2022 a cura dell’Energy&Strategy della School of Management del Politecnico di Milano Leggi l’articolo

Scopri le novità scelte per te x