La chimica è sostenibile, sia priorità nel decreto sviluppo

Pubblicato il 2 luglio 2012

“L’industria chimica sente di meritare un posto particolare nelle priorità del Fondo per la Crescita Sostenibile in termini di politica industriale”. È la richiesta che Cesare Puccioni, Presidente Federchimica, ha rivolto a Corrado Passera, Ministro dello Sviluppo Economico e delle Infrastrutture, nel corso della sua relazione all’Assemblea annuale della Federazione.


Esprimendo apprezzamento per il Decreto nel suo complesso, Puccioni osserva: “Il nostro intimo legame con la scienza, la nostra vocazione all’innovazione e il lungo percorso compiuto sul fronte dello sviluppo sostenibile giustificano le nostre aspettative. Dobbiamo però avere chiaro il significato di ‘chimica sostenibile’, che per noi vuol dire sviluppo di processi e prodotti con migliorato impatto su sicurezza, ambiente ed energia; corretta gestione dei rifiuti (valorizzazione e riciclo); chimica da biomasse”.

Con riferimento alla congiuntura economica, è da sottolineare il dato dell’export: l’industria chimica ha la più alta percentuale di imprese esportatrici (il 53% contro una media del 20%).
Il modello di specializzazione dell’industria chimica in Italia si conferma virtuoso, con un surplus commerciale che ha raggiunto i 1.400 milioni di euro nella cosmetica e detergenza e 800 milioni di euro nelle vernici e adesivi, per non parlare dell’eccellenza mondiale dei principi attivi farmaceutici.

Il problema del credito è fortemente avvertito dal settore: “La posizione della nostra industria, che opera a monte dei processi produttivi delle diverse filiere, ha reso particolarmente grave l’effetto della mancanza di credito”, ha osservato Puccioni.
“Le nostre imprese sono quasi sempre ben capitalizzate, ma i nostri clienti sono, tipicamente, aziende piccole e con poca capacità di credito. Così le nostre imprese si ritrovano a fare da banca agli utilizzatori, subendo allungamenti insopportabili dei tempi di pagamento e l’aumento della loro rischiosità. Una politica sui pagamenti pubblici e sul credito non è più procrastinabile, e deve essere il cuore di una nuova politica industriale”.

Puccioni ha inoltre ringraziato il Vice Presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, per l’impegno in una politica industriale a sostegno, in particolare, delle Pmi, con misure a favore della piccola impresa e della manifattura europea.

Nel corso della sua relazione, Puccioni ha anche avuto modo di considerare il ruolo dell’Associazionismo come valore aggiunto: la competitività industriale dipende sempre più dalle competitività di sistema: Federchimica è forte, coesa, propositiva e innovativa.

“Giorgio Squinzi, oggi a capo di Confindustria, è espressione di una cultura associativa veramente unica”, ha concluso Puccioni, “che ha contribuito in modo decisivo a costruire in Federchimica e che offriamo alle imprese e al Paese, con molti valori positivi: un modello di relazioni industriali di successo, la nostra attenzione costante a fattori chiave come innovazione, internazionalizzazione e sviluppo sostenibile. Una realtà al servizio delle imprese, ma anche del Paese, che deve essere considerata elemento chiave per la ripresa”.

www.federchimica.it 



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Argos ST
    Argos ST, crescita del 30% e potenziamento degi asset

    Lo stabilimento di Opera del Gruppo Argos ST continua ad investire nel rinnovo degli spazi e delle attrezzature. Una decisione che nasce dalla crescita registrata negli ultimi 3 anni (+30% del fatturato in questo singolo stabilimento). Sono...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • rifiuti Nordea
    Non solo ambiente: il riciclo dei rifiuti può anche generare profitto

    Il mondo sembra invaso da immondizia. Almeno questa è la percezione che emerge quando si controllano le previsioni riguardanti l’aumento della produzione globale di rifiuti. Secondo la Banca Mondiale, infatti, per il 2050, l’immondizia creata a livello...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

Scopri le novità scelte per te x