Gse partner di “Good Energy Award 2010”

Il primo premio italiano dedicato al mondo delle energie rinnovabili ideato dallo studio Bernoni avrà come partner il Gestore dei Servizi Energetici

Pubblicato il 16 marzo 2010

Il Gse, Gestore dei Servizi Energetici – l’organismo attivo nella promozione, nell’incentivazione e nello sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia – è partner scientifico del “Good Energy Award 2010”, il premio promosso dallo Studio Bernoni dedicato alle aziende che operano nel settore delle energie alternative, dai produttori ai distributori, fino ai costruttori di impianti. Al “Good Energy Award 2010” – prima iniziativa a carattere nazionale – hanno già aderito: Università Bicocca di Milano, Tis Innovation Park di Bolzano, Imq, Parco Tecnologico Padano, Pdma e Federazione Aeit.

Le attività prevalenti del Gestore dei Servizi Energetici consistono nel garantire agli operatori il sostegno economico che le normative nazionali assicurano per lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili. L’impiego di tali fonti, senza opportuni meccanismi di sostegno, risulta – in genere – ancora troppo costoso per consentirne la diffusione. L’impegno sempre più incisivo del Gse nel contesto nazionale, inoltre, ha determinato il suo riconoscimento quale attore di primo piano nell’attuazione delle scelte di politica energetica italiane anche a livello internazionale, sia attraverso la partecipazione a seminari e workshop sia con l’adesione a organizzazioni internazionali.

Oggi il Gse ha un ruolo attivo in seno all’Ome (Observatoire Méditerranéen de l’Énergie), alla Iea (International Energy Agency) e all’Aib (Association of Issuing Bodies). Nell’ambito di quest’ultima il Gse emette i certificati Recs (Renewable Energy Certificate System) validi a livello europeo.

La candidatura a “Good Energy Award 2010” è aperta a tutte le aziende che operano nel territorio nazionale e sarà vagliata da una giuria composta da prestigiose figure appartenenti al mondo accademico e istituzionale, della ricerca e della finanza. La giuria sarà presieduta da Maurizio Fauri, docente di Sistemi Elettrici per l’Energia all’Università di Trento e presidente della società Polo Tecnologico per l’Energia ha accolto in qualità di giurati prestigiosi rappresentanti del panorama imprenditoriale ed istituzionale tra i quali Giampio Bracchi, Presidente della Fondazione Politecnico di Milano e Presidente Aifi.

“Le fonti rinnovabili combinate con il risparmio e l’efficienza energetica – afferma Maurizio Fauri – rappresentano un nuovo mercato di enorme sviluppo che, forse per la prima volta, si coniuga anche con la tutela e la salvaguardia ambientale. Lo dimostra nei fatti la rapida crescita del numero di impianti di produzione di media e piccola potenza che sono entrati in esercizio negli ultimi anni con conseguente riduzione percentuale delle emissioni. Il “Good Energy Award 2010” intende promuovere questo settore di investimento e ciò è sottolineato dalle autorevoli adesioni e dalla vasta partecipazione da parte delle imprese”.

Sarà possibile iscriversi fino al 31 marzo 2010 (per informazioni e iscrizioni: www.studiobernoni.it). La cerimonia di premiazione del vincitore assoluto e dei cinque finalisti è prevista a maggio 2010. L’iscrizione al premio è gratuita.
 

Gse: www.gse.it

Studio Bernoni: www.studiobernoni.it



Contenuti correlati

  • GPBM spiega le vele: main supporter di UVM al 49° campionato italiano classe Meteor

    Organizzatore della manifestazione è l’Unione Velica Maccagno (UVM), un circolo velico che dal 1977 richiama numerosi appassionati che vedono nell’acqua e nel vento due elementi con i quali divertirsi e praticare sport. L’acqua e il vento non...

  • Energie rinnovabili, tre miti da sfatare sul fotovoltaico

    Le energie rinnovabili sono destinate ad una crescita estremamente importante nei prossimi anni. In Europa si stima infatti che entro il 2026 il solo fotovoltaico potrebbe costituire quasi la metà della potenza energetica globale. Il 2021 si...

  • Temporary Manager caro energia
    Caro energia e materie prime: manager italiani preoccupati

    L’aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, iniziato negli ultimi mesi del 2020, insieme al caro energia, stanno avendo un impatto importante sull’industria italiana. Il prezzo medio dell’energia elettrica a carico delle imprese italiane a...

  • Moxa contribuisce alla transizione energetica della Thailandia

    Moxa sta collaborando con l’Autorità Provinciale dell’Elettricità (PEA) della Thailandia e Italthai Engineering, il principale appaltatore per i servizi di ingegneria, approvvigionamento e costruzione (EPC), che ha insieme hanno trasformato Pattaya in una smart city aggiornando la...

  • Imballaggi: BTicino vince il premio EcoPack 2021

    Si è chiusa l’ottava edizione del “Bando Conai per l’eco-design degli imballaggi nell’economia circolare – Valorizzare la sostenibilità ambientale degli imballaggi”, iniziativa volta a premiare le soluzioni di packaging più innovative ed ecosostenibili immesse sul mercato. Promosso da...

  • fotovoltaico
    Alleanza per il fotovoltaico: ci sono 40GW di impianti e 35mld di investimento bloccati

    L’Alleanza per il fotovoltaico in Italia stima in 40 GW la produzione di energia da fotovoltaico che, allo stato attuale, è ancora in attesa di ricevere l’autorizzazione per la realizzazione degli impianti. Progetti di investimento privato, senza...

  • I condensatori ABB spingono la transizione energetica delle isole Faroe

    ABB sta collaborando con SEV, il principale produttore e distributore di energia elettrica delle Isole Faroe, per fornire la tecnologia dei condensatori sincroni necessaria a stabilizzare la rete elettrica durante la fase di transizione dalle centrali a...

  • Comau premiata da Volvo con l’Excellent Supplier Award

    Comau Cina ha vinto l’Excellent Supplier Award 2021, attribuito da Volvo Cars Apac, per i risultati raggiunti in qualità di partner collaborativo di lungo termine. Il premio riconosce l’eccellenza di Comau per la realizzazione dell’impianto di assemblaggio...

  • EnergRed autoconsumo gas
    Guerra ed energia: via il 29% del gas russo grazie all’autoconsumo delle imprese

    L’introduzione di soluzioni fotovoltaiche distribuite per autoconsumo può portare il comparto produttivo italiano a risparmiare dai 13,5 ai 19 miliardi di euro, mediante l’installazione di circa 50 GWp. Una scelta che non è solo vantaggiosa economicamente per...

  • Caro energia: quali scenari e quali soluzioni?

    L’attuale situazione del comparto energetico sta vivendo momenti molto delicati e complessi. Gli sconvolgimenti dovuti agli effetti della pandemia uniti alla necessità, da parte dell’Europa e del resto del mondo, di perseguire gli obiettivi di azzeramento delle...

Scopri le novità scelte per te x