Economia circolare: riciclare la plastica per il packaging alimentare

Con il claim “Economia circolare: Il packaging fa sul serio” Pro Food ha presentato a Ecomondo 2021 una serie di progetti innovativi che prevedono il riciclo di vaschette in plastica per alimenti.

Pubblicato il 28 ottobre 2021

Il gruppo Pro Food, che raccoglie aziende italiane produttrici di contenitori in materie plastiche destinati al confezionamento, alla distribuzione e al consumo di alimenti e bevande, ha l’ambizioso obiettivo di incrementare la sostenibilità globale dei contenitori in plastica per cibi e bevande, investendo fortemente sulla ricerca e sullo sviluppo.

A Ecomondo i riflettori sono stati puntati su tre progetti in particolare. Eccoli di seguito.

V-PET – DA VASCHETTA A VASCHETTA: CIRCOLO VIRTUOSO DELLE VASCHETTE PER ALIMENTI IN PET 
L’ambizioso progetto Da vaschetta a vaschetta ha l’obiettivo di creare un circolo virtuoso per realizzare delle vaschette per alimenti in PET attraverso l’utilizzo di PET riciclato proveniente da vaschette.

Il progetto nasce dalla collaborazione di tutti gli attori della filiera che, oltre a Pro Food/Unionplast, ha coinvolto Conai, Corepla, selezionatori, riciclatori, produttori di vaschette e grande distribuzione. I primi progetti di valorizzazione di questo tipo di imballaggio hanno già dato risultati positivi ed entro il 2021 si avrà la validazione e l’avvio della sperimentazione commerciale presso i punti vendita di un noto player della grande distribuzione.

Il 2020 ha visto anche la sperimentazione del concetto di closed loop delle vaschette in PET sotto la direzione dell’università Alma Mater Studiorum di Bologna e con il coinvolgimento di un pool di aziende dell’Emilia Romagna. I risultati hanno dimostrato la sostenibilità dal punto di vista tecnico, economico e sociale di un modello di business basato sull’uso di un imballaggio in PET monomateriale, sulla tracciabilità lungo la supply chain con RFID, sulla restituzione da parte del consumatore delle vaschette presso i punti vendita e l’incentivazione della restituzione per un successivo riciclo delle stesse vaschette.

R-XPS: LA PRIMA VASCHETTA IN POLISTIROLO ESPANSO CON RICICLATO POST CONSUMO
r-XPS è un risultato, primo in Europa, che rivendica il valore del polistirene espanso, dimostrando, oggi più che mai, la sua straordinaria attualità e le sue elevate performance, quando utilizzato nella produzione di imballaggi per alimenti freschi. Offre vantaggi a tutti gli attori della filiera: aziende alimentari, GDO e consumatori finali, in termini di protezione, conservazione degli alimenti e sicurezza, ma anche benefici in termini d’impatto ambientale, che oggi risulta ulteriormente ridotto grazie all’utilizzo di riciclato post-consumo che può raggiungere fino al 50% nello strato interno.

La barriera funzionale applicata alla nuova vaschetta contenente r-XPS da riciclato post-consumo è stata sottoposta a un percorso di validazione che ne ha dimostrato l’efficacia, elaborato con la cooperazione di tutti i partecipanti al progetto: Pro Food, Versalis spa, Fraunhofer Institute for Process Engineering and Packaging  (IVV).

L’IMPEGNO PRO FOOD PER L’EPD DICHIARAZIONE AMBIENTALE DI PRODOTTO
Un EPD è una Dichiarazione Ambientale di Prodotto, un documento verificato e registrato in modo indipendente che raccoglie informazioni trasparenti e comparabili sull’impatto ambientale del ciclo di vita di un prodotto o di un servizio, determinate tramite calcolo LCA (Life Cycle Assessment).

Risponde alla normativa internazionale ISO 14025 e viene verificata da una terza parte. Pertanto offre maggiore credibilità nei confronti degli stakeholders rispetto alle comuni autodichiarazioni ambientali o alle informazioni LCA non asseverate. L’EPD di Pro Food coinvolge un intero settore produttivo, fornisce quindi le prestazioni ambientali medie di un’intera categoria di prodotti ed è il più ampio consorzio industriale di ricerca in ambito LCA nel settore degli imballaggi per alimenti in Europa.

Per ogni categoria di prodotto, l’EPD fornisce i relativi indicatori di impatto ambientale, tra cui:

  • Potenziale di riscaldamento globale (GWP)
  • Acidificazione (rischio di piogge acide)
  • Eutrofizzazione (crescita incontrollata di alghe nell’ambiente marino);
  • Formazione di ossidanti fotochimici (dannosi per lo strato di ozono);
  • Impoverimento abiotico (uso del suolo)
  • Consumo di acqua
  • Consumo energetico e tipologia di fonti
  • Produzione di rifiuti

Pro Food è il gruppo merceologico interno a Federazione GommaPlastica (Confindustria), che raccoglie aziende italiane produttrici di contenitori in materie plastiche destinati al confezionamento, alla distribuzione e al consumo di alimenti e bevande. L’obiettivo principale di Pro Food è valorizzare, e ove possibile incrementare, la sostenibilità globale dei contenitori in plastica per cibi e bevande.

L’azione è mirata a tutte le fasi del ciclo di vita: l’ideazione, grazie all’applicazione dell’ecodesign; la produzione, attraverso la ricerca di tecnologie sempre più efficienti; il fine vita, tramite una sempre più stretta collaborazione con la filiera della raccolta, selezione e riciclo.
Pro Food si impegna a evidenziare la reale sostenibilità globale, ovvero ambientale, economica, funzionale e sociale, che già oggi i nostri prodotti offrono,  tramite un’informazione oggettiva e il più possibile corredata di informazioni scientifiche e certificazioni di parti terze.



Contenuti correlati

  • Tanti auguri Ecomondo!

    Ecomondo si avvicina al traguardo importante dei 25 anni. In attesa della festa ‘ufficiale’, che si terrà dall’8 all’11 novembre prossimi alla Fiera di Rimini, i vertici di Italian Exhibition Group hanno voluto ringraziare, in un incontro informale,...

  • Pressofusioni Fiorentine più sostenibile grazie a Schneider Electric

    PF Pressofusioni Fiorentine S.r.l. è un gruppo specializzato nel settore dello stampaggio in pressofusione di minuterie metalliche ed accessori per l’alta moda, quali illuminazione, serramentistica, automotive ed oggettistica. Trattano materiali come la zama e l’ottone e lavorano...

  • Marlic
    Marlic: il progetto per economia circolare e materiali compositi

    Presso il Chemistry Interdisciplinary Project (ChIP), innovativo Centro di Ricerca dell’Università di Camerino, si è tenuta il 20 aprile l’Assemblea Plenaria del progetto Marlic, co-finanziato dalla Regione Marche. La giornata è stata aperta dai saluti del Rettore...

  • Vanzetti Engineering Pompa Criogenica
    Pompe ad alta pressione per il settore navale di Vanzetti Engineering

    Vanzetti Engineering ha incrementato considerevolmente la propria fornitura di pompe ad alta pressione per il settore navale, in risposta ad una accresciuta esigenza di questa tipologia di prodotto per i sistemi di alimentazione per motori navali. Dal...

  • PNRR e transizione tecnologica: da qui riparte il Sistema Italia

    Per risollevare l’economia dell’Italia appena colpita dalla pandemia di COVID-19, il Governo ha deciso di stanziare finanziamenti che permettano alle imprese di investire in diversi ambiti, come digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale. Da qui...

  • Energie rinnovabili, tre miti da sfatare sul fotovoltaico

    Le energie rinnovabili sono destinate ad una crescita estremamente importante nei prossimi anni. In Europa si stima infatti che entro il 2026 il solo fotovoltaico potrebbe costituire quasi la metà della potenza energetica globale. Il 2021 si...

  • alluminio Metef
    Riciclo, Italia terza al mondo nel recupero dell’alluminio

    Negli ultimi anni l’Italia ha dato prova di avere un sistema produttivo all’avanguardia dal punto di vista del riciclo dell’alluminio, grazie alla capacità di recupero e riutilizzo del 70% del metallo utilizzato nelle diverse applicazioni, e per...

  • idrogeno H2ere Network
    H2ere Network, la piattaforma per lo sviluppo dell’idrogeno

    La filiera italiana dell’idrogeno è sempre più interconnessa. Assolombarda, H2IT – Associazione italiana idrogeno e celle a combustibile e LE2C – Lombardy Energy Cleantech Cluster lanciano H2ere Network, la nuova piattaforma digitale che funge da punto di...

  • Zero emissioni per gli shampoo e i prodotti Beauty Care di Henkel

    Il sito produttivo di Henkel a Wassertrüdingen, in Germania, ha completato la conversione energetica e raggiunto la piena neutralità carbonica, azzerando le emissioni di CO2 legate alla produzione di molte referenze Beauty Care, inclusi marchi e prodotti...

  • Earth day, come le aziende possono diventare più sostenibili grazie alla tecnologia secondo Dynabook

    In occasione dell’Earth Day, che ricorre il 22 aprile, Dynabook Europe GmbH, azienda giapponese all’avanguardia da oltre tre decenni nella fornitura di prodotti e soluzioni di massima qualità e affidabilità, ha condiviso una serie di azioni che...

Scopri le novità scelte per te x