Conergy avvia le attività di formazione obbligatoria degli installatori fotovoltaici

Come previsto dalla Regione Veneto, a partire dal 31 dicembre Conergy avvierà il programma formativo che consentirà di ottenere il “patentino fotovoltaico”, in collaborazione con la Fondazione Fenice Onlus di Padova e il Centro Produttività Veneto.

Pubblicato il 6 novembre 2013

Entro il 31 dicembre 2013, la Regione del Veneto, scioglierà definitivamente gli ultimi dubbi legati alla formazione obbligatoria degli installatori di fonti rinnovabili consentendo anche agli installatori fotovoltaici o meglio ai soggetti definiti dall’art. 3 del DM 37/2008 di disporre di una qualifica per installare pannelli fotovoltaici.

La formazione obbligatoria è prevista dal DLgs. 28/2011 (Decreto Romani) ed entro il 31 dicembre 2013, le Regioni e le Province autonome d’Italia s’impegneranno ad attivare un programma di formazione per gli installatori di impianti a fonti rinnovabili o a procedere al riconoscimento di organismi di formazione accreditati.

L’Accordo Stato Regioni stabilisce che la formazione obbligatoria coinvolga le attività d’installazione e di manutenzione straordinaria di caldaie, caminetti e stufe a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici, di sistemi geotermici a bassa entalpia e di pompe di calore.

Secondo l’art. 3 del DM 37/2008 i soggetti coinvolti nel percorso di aggiornamento obbligatorio sono l’imprenditore individuale e il legale rappresentante – ovvero il responsabile tecnico – che possiedono i requisiti professionali dell’art. 4 del DM 37/2008.

Come previsto dell’art. 4, comma 1, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 22 gennaio 2008, n. 37, la qualifica professionale è conseguita con il possesso dei requisiti tecnico professionali alle lettere a, b, c o d:

a) diploma di laurea in materia tecnica specifica conseguito presso un’università statale o legalmente riconosciuta;

b) diploma o qualifica (5 anni) conseguita al termine di scuola secondaria del secondo ciclo con specializzazione relativa al settore di attività di cui all’articolo 1, presso un istituto statale o legalmente riconosciuto, seguiti da un periodo di inserimento, di almeno due anni continuativi, alle dirette dipendenze di un’impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attività di cui all’articolo 1, comma 2, lettera d) è di un anno;

c) titolo o attestato conseguito ai sensi della legislazione vigente in materia di formazione professionale (3 anni), previo un periodo di inserimento, di almeno 4 anni consecutivi, alle dirette dipendenze di un’altra impresa del settore. Il periodo di inserimento per le attività di cui all’articolo 1, comma 2, lettera d) è di due anni.

d) terza media – prestazione lavorativa svolta, alle dirette dipendenze di un’impresa abilitata nel ramo di attività cui si riferisce la prestazione dell’operaio installatore per un periodo non inferiore a 3 anni, escluso quello computato ai fini dell’apprendistato e quello svolto come operaio qualificato, in qualità di operaio installatore con qualifica di specializzato nelle attività di installazione, di trasformazione, di ampliamento e manutenzione.

Ogni Regione emanerà quindi entro il 31 dicembre 2013 (Legge 90/2013 art. 17), e non il 31 ottobre 2013, il proprio programma di Formazione.

Stando alla Dgr n. 653 del 7 maggio 2013 della Regione del Veneto, che verrà confermata solo entro il 31 dicembre 2013 con apposito decreto, gli installatori che hanno già maturato l’iscrizione presso la Ccia di riferimento e sono in possesso di uno di questi requisiti tecnico professionali ai sensi dell’art 4 del DM 37/2008, dovranno svolgere un percorso formativo obbligatorio di 16 ore in tre anni a partire dal 31 dicembre 2013.

Fin dalla sua nascita Conergy ha promosso la formazione fondando “Conergy Academy”, un gruppo di lavoro che riunisce esperti con competenze diverse, per trasmettere a chi sceglie di imparare con Conergy, comprovate esperienze e conoscenze.

In quest’ottica Conergy sta già avviando il primo progetto formativo qualificato dalla Regione Veneto, in collaborazione con la Fondazione Fenice Onlus di Padova e il Centro Produttività Veneto, a partire dal mese di gennaio 2014.

In futuro l’azienda, a seguito dell’emanazione delle linee guida da parte delle singole Regioni, forte della sua lunga esperienza sia in ambito tecnico sia formativo, si attiverà anche nel resto d’Italia consentendo a tutti gli installatori di avere nella propria regione la formazione qualificata.

 

Conergy: http://www.conergy.it



Contenuti correlati

  • Gefran, più sostenibilità coinvolgendo la catena di fornitura

    Gefran si impegna a ridurre l’impatto delle emissioni dirette e indirette di CO2. La sostenibilità della filiera rappresenta uno dei pilastri del Piano Strategico di Gefran per la sostenibilità e passa anche, e soprattutto, attraverso la diffusione...

  • CER MCE energia
    CER, le opportunità ambientali ed economiche per l’Italia

    Le comunità energetiche (CER) rappresentano una importante novità, abilitando l’installazione di nuovi impianti a fonte rinnovabile e consentendo a chi non ha un’area idonea per investire in un impianto di fruire di energia a fonte rinnovabile con...

  • Impianto fotovoltaico sullo stabilimento Marzocchi Pompe a Zola Predosa
    Energia pulita per Marzocchi Pompe grazie al fotovoltaico sul tetto

    Marzocchi Pompe ha installato nella propria sede di Zola Predosa un impianto fotovoltaico dalla taglia di 954 kWp, composto da pannelli fotovoltaici ad alta efficienza ed inverter di stringa per la conversione dell’energia prodotta. L’installazione conferma l’orientamento...

  • Energie rinnovabili ed efficienza energetica nel parco-demo di Phoenix Contact

    Lungo la strada di accesso a Phoenix Contact presso il sito di Blomberg è stata creata una nuova area di ingresso su una superficie di circa 7.600 m². Il fulcro è un parco liberamente accessibile che rende...

  • Un relè per l’efficienza del fotovoltaico

    Un’innovazione nei relè migliora le prestazioni degli inverter per il solare fotovoltaico. Nuovi relè PCB consentono di velocizzare e rendere più semplice la progettazione dei sistemi fotovoltaici, riducendo gli ingombri e incrementando la flessibilità complessiva della soluzione....

  • Energia: fonti alternative e rinnovabili

    Le tecnologie dell’energia pulita stanno crescendo rapidamente. Eolico e solare fotovoltaico guidano la spinta per la sostituzione dei combustibili fossili, in particolare per il settore elettrico che sta registrando una crescita della domanda. Idroelettrico e nucleare restano...

  • Omron G7EB-1A-E
    Relè di potenza Omron per ricarica EV e applicazioni UPS

    Omron Electronic Components Europe ha ampliato il proprio portafoglio di relè ad alta potenza G7EB con una nuova versione da 120A rivolta alle applicazioni di controllo e strumentazione, tra cui inverter fotovoltaici, sistemi di ricarica di veicoli...

  • Fotovoltaico e rinnovabili: 7a edizione del Barometro del Fotovoltaico in Italia

    L’Italia continua ad accelerare sulle rinnovabili e mostra come l’adozione di impianti per il fotovoltaico sia un trend in costante crescita. Infatti, ammontano a oltre 1 milione gli impianti solari installati sul territorio nazionale a marzo 2023,...

  • Plastica e rifiuti: la gestione sostenibile parte dalla formazione

    Per promuovere le sane prassi ambientali, in primis una corretta gestione dei rifiuti, occorre partire dalla formazione delle classi dirigenti di domani: è questo l’obiettivo alla base del corso, che ha visto un ruolo di protagonismo del Consorzio nazionale...

  • Installazione automatizzata e sostenibile dei pannelli solari con Hyperflex di Comau

    Comau inaugura la sua fabbrica mobile brevettata Hyperflex, un nuovo paradigma nell’installazione dei pannelli solari che facilita una costruzione più rapida di impianti fotovoltaici, con un risparmio di tempo di commercializzazione fino al 25% sulle nuove installazioni....

Scopri le novità scelte per te x