Automotive, Magna Powertrain più sostenibile con la trigenerazione

Pubblicato il 13 maggio 2022
CBS_Trigenerazione_MagnaCBS_Trigenerazione_Magna

Magna Powertrain, società del Gruppo multinazionale Magna International, specializzata nella produzione di sistemi di trasmissione per il mondo automotive, ha recentemente inaugurato il suo primo impianto di trigenerazione presso lo stabilimento di Modugno (BA). La centrale, realizzata da Centrica Business Solutions, consentirà all’azienda di ottimizzare i consumi energetici, abbattere le emissioni di CO2 e accelerare verso un futuro a impatto zero.

Lo stabilimento pugliese, che collabora con i clienti Ford, Renault e Mercedes, ha un consumo di energia elettrica decisamente rilevante, quantificabile fino a 60 GWh l’anno, a causa delle lavorazioni che vi si svolgono, tra cui il processo di trattamento termico che impiega forni elettrici. Oltre al fabbisogno di energia elettrica, sono richieste, inoltre, ingenti quantità di energia frigorifera, funzionale a raffrescare gli ambienti e gli impianti.

Nicola Miola, General Manager di Centrica Business Solutions Italia commenta: “Quando Magna ci ha parlato dell’ambizioso obiettivo di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2025, siamo rimasti colpiti dalla sua estrema attenzione al tema della sostenibilità, in un momento in cui la priorità per la maggior parte delle aziende era la performance economica. Ora più che mai è importante capire che la sostenibilità è un investimento, non un costo, perché introducendo soluzioni per l’autoproduzione di energia è possibile migliorare l’affidabilità dell’approvvigionamento, transitare a un’energia più pulita e accessibile, ottenere una maggiore efficienza energetica e risparmiare sui costi”.

Lo stabilimento italiano della multinazionale canadese, in attività dal 1997, attualmente produce due varianti di un cambio automatico a doppia frizione (DCT) e si sta preparando per la produzione di cambi per motori ibridi, che rappresenteranno probabilmente il futuro del settore. Nell’impianto, che ha una superficie totale di 110.000 metri quadrati, di cui 48.600 coperti, e ospita circa 900 dipendenti, si eseguono le fasi delle lavorazioni meccaniche e dell’assemblaggio, oltre ai servizi di logistica, per una produzione giornaliera di circa 3.000 trasmissioni.

Centrica Business Solution ha realizzato in poco più di un anno, in piena pandemia, un impianto complesso dal punto di vista ingegneristico (anche perché ospitato in un locale precedentemente adibito a magazzino), occupandosi della gestione chiavi in mano delle attività di conduzione e manutenzione, e di tutte le procedure burocratiche e autorizzative. L’impianto, con una potenza di 4 MW, riesce a coprire il fabbisogno di energia elettrica dell’azienda per circa il 53%, a risparmiare un consumo elettrico l’anno legato alla produzione del freddo di 4.125 MWhe e a diminuire le emissioni annuali di CO2 di oltre 14mila tonnellate. La configurazione tailor-made, con due motori Rolls Royce MTU in parallelo, inoltre, garantisce una maggiore flessibilità rispetto a un motore unico di taglia più grande.

L’obiettivo a breve termine di Magna per lo stabilimento di Bari è l’eliminazione totale dei chiller elettrici, grazie al recupero e alla gestione ottimale dell’energia termica prodotta dall’impianto.

Spiega l’Ing. Aldo Cirilli, Amministratore Delegato di Magna PT: “Siamo molto orgogliosi di rappresentare un esempio di sostenibilità, economica e ambientale, ma guardiamo anche al futuro per incrementare ulteriormente l’efficienza e dare ulteriore spazio alle rinnovabili. Il nostro stabilimento è un fiore all’occhiello del settore automotive italiano e ci piacerebbe in futuro capire, insieme a Centrica Business Solutions, come affrontare le nuove sfide della sostenibilità, puntando, ad esempio, anche al biogas ed all’idrogeno. Noi continueremo sulla strada dell’efficientamento, guardando al futuro con una logica di autonomia energetica”.



Contenuti correlati

  • Simplifhy Premio Sviluppo Sostenibile 2022
    Simplifhy tra le prime cinque migliori start up italiane per il clima

    Grazie alla soluzione Hyper-Gen, Simplifhy è stata selezionata tra le cinque migliori start up per il clima nell’ambito del Premio Sviluppo Sostenibile 2022. Il Premio, nato per far conoscere e promuovere le migliori pratiche e innovazioni nei...

  • Imprese più verdi con processi più efficienti

    Le aziende hanno la possibilità di contribuire in modo rilevante agli sforzi per rendere i servizi e l’industria più rispettosi dell’ambiente e più resilienti. L’inaugurazione di una nuova struttura eco-sostenibile di Delta Electronics nei Paesi Bassi è...

  • Enea TeaTek Marta fotovoltaico
    Enea e TeaTek collaborano per il fotovoltaico intelligente

    Ottimizzare la produzione energetica degli impianti fotovoltaici per accrescere le rese e ridurre le perdite grazie all’intelligenza artificiale. È quanto realizzeranno Enea e TeaTek nel progetto Marta, che conta su un finanziamento di 4,6 milioni di euro...

  • Crisi energetica: il sentiment e le “buone azioni” degli italiani

    Con l’inverno ormai alle porte, i timori legati ai blackout elettrici ed energetici sono sempre più accentuati. Un recente studio di reichelt elektronik, commissionato alla società di ricerca OnePoll, ha evidenziato le preoccupazioni di un campione di...

  • Trattori formato Tesla

    Le promesse di riduzione dei costi energetici, aumento della produttività e miglioramento dell’affidabilità, associate alla pressione derivante dalla regolamentazione delle emissioni, stanno alimentando una rapida innovazione in molte tipologie di Nrmm, le ‘macchine mobili non stradali’ Leggi l’articolo

  • EnergRed fotovoltaico crescita
    Ci sono grandi potenzialità di crescita per il fotovoltaico in Italia

    Il fotovoltaico, risorsa per la quale il nostro Paese è particolarmente favorito, potrebbe crescere di 6 volte. Il potenziale aumento della produzione relativamente al fotovoltaico è infatti pari a 126 GW addizionali, circa 6 volte la capacità...

  • Elmec Solar comunità energetiche
    Le comunità energetiche rinnovabili potrebbero garantire il 40-45% del fabbisogno energetico italiano

    Le comunità energetiche possono essere una risorsa strategica per il fabbisogno nazionale ma l’Italia sconta ancora un ritardo dovuto alla mancanza di adeguati decreti attuativi, che consentano un’accelerazione nello sviluppo di questo asset importante per l’approvvigionamento energetico...

  • start up Ecomondo Key Energy
    Sostenibilità energetica e ambientale, le start up protagoniste a Ecomondo e Key Energy 2022

    Ecomondo e Key Energy presentano al mercato 32 start up e scale up. Aerospazio al servizio della riqualificazione ambientale, stampanti 3D che ripopolano le barriere coralline, apiari urbani smart e sistemi intelligenti che aiutano a ottimizzare i...

  • Key Energy 2022
    Key Energy: gli appuntamenti con i convegni in fiera

    Mancano pochi giorni a Key Energy, l´evento di riferimento per le energie rinnovabili organizzato da Italian Exhibition Group, che si terrà dall’8 all’11 novembre al Quartiere fieristico di Rimini in contemporanea con la 25a edizione di Ecomondo...

  • Biomethane_Channel_biometano
    Un canale video tematico dedicato al mondo del biometano

    La crisi energetica in corso impone un veloce cambio di passo verso un mix nazionale per una generazione di energia sempre più rinnovabile e sostenibile. La scelta di incentivare la produzione di biometano diventa quindi strategica per...

Scopri le novità scelte per te x