Il Politecnico di Torino entra nel Consorzio Re-Cord e dà nuovo impulso alla ricerca italiana sulle energie rinnovabili

La partnership consentirà di condividere ricerche e tecnologie per i processi di conversione di biomasse e rifiuti favorendone il trasferimento al settore industriale

Pubblicato il 15 febbraio 2021

Bioeconomia, economia circolare, uso efficiente dell’energia, energie rinnovabili: temi fondamentali per gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile promossi dalle Nazioni Unite; temi di ricerca multidisciplinari che proprio per la loro complessità richiedono per dare maggiore impulso alle attività di ricerca la creazione di reti tra più attori qualificati e capaci di condividere conoscenze e sviluppo tecnologico.

La partnership nata tra il Consorzio Re-Cord, centro di ricerca specializzato nella bioeconomia e nelle energie rinnovabili, e il Politecnico di Torino, entrato formalmente a far parte dei soci del consorzio, mira proprio alla condivisione delle migliori conoscenze e competenze nel campo della bioeconomia e dell’economia circolare.

In particolare, la collaborazione sarà incentrata sulla ricerca, la sperimentazione e lo sviluppo dei processi termochimici, chimici, biochimici e biologici destinati alla conversione di biomasse e rifiuti in prodotti sostenibili di alto valore, in linea con gli obiettivi del Green Deal e del nuovo piano Next Generation EU: verranno sviluppati processi innovativi e realizzati impianti dimostrativi per moltiplicare le occasioni di trasferimento al mondo industriale su larga scala delle conoscenze e delle innovazioni acquisite.

Il Politecnico di Torino potrà contribuire a mettere a sistema le tecnologie e le esperienze in un settore sempre più cruciale per le sfide legate alla sostenibilità e al rilancio economico e industriale dell’Italia e della Comunità Europea: questa collaborazione si propone infatti di identificare nuove opportunità di investimento e di sostenere i policy maker e le imprese nella ripartenza del sistema-Paese secondo un paradigma di sviluppo moderno, socialmente equo e fondato su un uso sostenibile ed efficiente delle risorse.

Il Consorzio Re-Cord è un Ente di Ricerca non profit costituito 10 anni fa per essere un punto di eccellenza e di riferimento proprio nei temi della bioeconomia, economia circolare e biofuel. In questi anni ha sviluppato competenze ed esperienze nella ricerca, nel trasferimento tecnologico e nella costruzione di impianti pilota. Soci del Consorzio, oltre al Politecnico di Torino, sono l’Università di Firenze, Consiag, il Gruppo di Azione Locale Start, ETA Florence, Spike. Il Consorzio ha visto crescere i propri soci e le attività anno dopo anno, sostentando sé stesso per tramite sia di commesse private che di fondi dei bandi competitivi per la Ricerca a livello europeo (attualmente principalmente Horizon 2020)

Foto apertura fonte Pixabay_PIRO4D



Contenuti correlati

  • Il settore nautico incontra l’Industria 4.0: un ormeggio IoT per produrre energia

    Energia 100% green, aumento dei ricavi del 12% e riduzione del 10% dei tempi di sviluppo: è quanto accade quando il settore nautico incontra l’Industria 4.0. A dimostrarlo è Seares, startup innovativa toscana attiva nel settore degli...

  • Un futuro a ‘zero emissioni’ entro il 2040: è possibile grazie a tecnologie avanzate

    Parker Hannifin Corporation ha pubblicato il Report sulla sostenibilità 2020 e ha annunciato di volersi impegnare a mettere in atto le azioni necessarie al raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni di CO2 entro il 2040. Parker ha anche fissato...

  • Clima: è allarme rosso. Qualche idea contro il climate change

    Un disastro senza precedenti. È così che è stato definito il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, in Sardegna, riducendo in cenere oltre 20 mila ettari di territorio. “Quasi 2 mila gli sfollati e ancora...

  • Lotta al cambiamento climatico: Italy goes green

    Per trovare soluzioni efficaci bisogna innanzitutto porre le giuste domande, a maggior ragione se si parla di cambiamento climatico. Officine Italia, Vodafone Italia e Politecnico di Milano, con la collaborazione di AsviS e Anci e il supporto...

  • All4Climate – Italy 2021

    All4Climate – Italy 2021 raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno in Italia quest’anno. L’obiettivo è fare del 2021 un anno fondamentale per l’ambizione climatica. Lanciato dal Ministero della Transizione...

  • assorimap riciclo meccanico
    Assorimap, plastica più sostenibile col riciclo meccanico

    Per sostenere lo sviluppo dell’economia circolare occorre puntare con forza sul riciclo meccanico della plastica. Non si possono condividere agevolazioni normative pro-riciclo chimico, che costituisce un’attività per il recupero dei rifiuti certamente non performante per l’ambiente. Si...

  • Johnson & Johnson Health for Humanity Goals
    Energia elettrica 100% da fonti rinnovabili per Johnson & Johnson

    Johnson & Johnson ha sottoscritto tre diversi Virtual Power Purchase Agreement in Europa, accelerando significativamente i progressi verso l’ambizioso obiettivo di soddisfare il 100% del suo fabbisogno di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2025. I...

  • Smart Contracts, Blockchain e agricoltura: un’alleanza contro i cambiamenti climatici

    La lotta al cambiamento climatico è una delle priorità dei nostri tempi e un ruolo sicuramente fondamentale in questo è giocato dal comparto agroalimentare. Uno dei caratteri maggiormente significativi della c.d. “Data driven agriculture” è il suo doppio profilo...

  • siemens Acquambiente Castelfidardo
    Tecnologia Siemens sostenibile nel nuovo depuratore di Acquambiente Marche

    Acquambiente Marche, azienda specializzata nella gestione delle risorse idriche, ha realizzato nel comune di Castelfidardo un nuovo impianto di depurazione delle acque reflue tecnologicamente avanzato che garantisce i più elevati standard di efficienza, sostenibilità e sicurezza. Seguendo...

  • Ogni lattina (anche vuota) vale!

    Zaino in spalla, nei mesi di luglio e agosto, lungo spiagge, strade e piazze, con il duplice obiettivo di recuperare le lattine per bevande vuote, stimolando i consumatori a mantenere puliti gli spazi pubblici all’aperto, e di...

Scopri le novità scelte per te x