WWF e Toyota, una partnership per l’ambiente

Pubblicato il 5 agosto 2016

Il WWF e Toyota Motor Corporation hanno sottoscritto un accordo quinquennale per accelerare la transizione globale verso la sostenibilità. Con questa partnership le due organizzazioni lavoreranno per promuovere la conservazione delle biodiversità, per accrescere la sensibilità ambientale e per accelerare il passaggio ad una società a zero emissioni di anidride carbonica. Toyota diventa così il primo brand Automotive e la prima azienda giapponese a firmare un contratto di Global Corporate Partnership con il WWF. Il contratto è valido a decorrere dal 1° luglio 2016.

Come parte dell’accordo Toyota sosterrà il progetto Living Asian Forest, una serie di attività promosse dal WWF per la conservazione delle foreste tropicali e della fauna selvatica nel Sud-est asiatico. Il progetto coinvolgerà alcune zone prioritarie quali il Borneo (Kalimantan) e l’isola di Sumatra in Indonesia. In futuro il progetto considererà anche la regione del Grande Mekong. Il progetto punta inoltre ad incrementare la sostenibilità nell’utilizzo di risorse naturali quali il legno, la polpa di cellulosa, l’olio di palma e la gomma naturale. La produzione e lo sfruttamento non sostenibile di queste materie prime sono tra le principali cause della deforestazione e una delle più gravi minacce per le specie in via d’estinzione. Nel 2016 Toyota stanzierà un milione di dollari americani, ed il suo sostegno abbraccerà un periodo di cinque anni, rafforzando il progetto di tutela floro/faunistica in linea con il Toyota Environmental Challenge 2050, la mission Toyota di ridurre l’impatto ambientale delle proprie automobili di oltre il 90% entro il 2050, rispetto al 2010. Nello specifico, il progetto Living Asian Forest aiuterà ad affrontare e risolvere una delle sei sfide principali definite dalla mission: costruire una società capace di vivere in armonia con la natura. In previsione di una crescita della domanda di gomma naturale, la risorsa principale per la produzione di pneumatici, la partnership ha stabilito la necessità di produrre e utilizzare la gomma in maniera sostenibile per garantire la conservazione degli ecosistemi. Toyota ha compreso le sfide sociali ed ambientali che la produzione di gomma naturale comporta e per questo collaborerà con aziende e stakeholder per contribuire alla definizione di standard internazionali e sostenere le altre attività promosse dal WWF.

Sempre nell’ottica del Toyota Environmental Challenge 2050, il brand ha aderito all’iniziativa Science Based Targets, un progetto che supporta le aziende nella lotta al cambiamento climatico.

Didier Leroy, Executive Vice President Toyota Motor Corporation: “Condividiamo con il WWF la stessa visione: raggiungere una società realmente sostenibile e regalare un pianeta pulito alle future generazioni. Quando abbiamo iniziato a lavorare su azioni concrete per il nostro Environmental Challenge 2050 abbiamo anche deciso di unire gli sforzi con organizzazioni non governative le cui competenze sapevamo essere importantissime. Le nostre collaborazioni, così come il Living Asian Forest Project, sono il modo migliore per un’azienda come la nostra per ottenere un impatto positivo e per sensibilizzare i nostri dipendenti, i fornitori e i clienti sull’importanza di una gestione sostenibile delle risorse.”

Marco Lambertini, Direttore Generale di WWF International: “Il WWF è orgoglioso di questa partnership che ci consentirà di incrementare gli sforzi per ridurre il pericoloso degrado dei sistemi naturali da cui dipende la nostra esistenza. La scienza non ha mai offerto dati più chiari e la consapevolezza di problemi e soluzioni relativi alle sfide ambientali non è mai stata più grande. Abbiamo bisogno di aziende del settore privato come Toyota per fare il salto di qualità e risolvere tali questioni. La Vision di Toyota per costruire un mondo più sostenibile e più sano è per noi davvero encomiabile.”

Arnold Sitompul, Conservation Director di WWF Indonesia: “Uno dei risultati più attesi di questa partnership sarà l’incremento degli sforzi per la conservazione degli ecosistemi nelle foreste tropicali nel Kalimantan e nell’isola di Sumatra, habitat importantissimi per alcune specie ad alto rischio di estinzione e terreni di prova di fondamentale importanza per la gestione sostenibile delle risorse naturali.”



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

  • Victor Calderon, Mediterranean Countries Sales Manager di Riverbed Technology
    Riverbed, una digital experience sostenibile assicura vantaggi e supporta la crescita

    Di Victor Calderon, Mediterranean Countries Sales Manager di Riverbed Technology Oggi oltre l’80% dei responsabili, dai cloud provider, ai dirigenti, ai progettisti di software, ai team IT fino ai membri dei consigli di amministrazione, ha come priorità...

Scopri le novità scelte per te x