Tecnologia Siemens sostenibile nel nuovo depuratore di Acquambiente Marche

Pubblicato il 22 luglio 2021
siemens Acquambiente Castelfidardo

Acquambiente Marche, azienda specializzata nella gestione delle risorse idriche, ha realizzato nel comune di Castelfidardo un nuovo impianto di depurazione delle acque reflue tecnologicamente avanzato che garantisce i più elevati standard di efficienza, sostenibilità e sicurezza.

Seguendo un approccio multidisciplinare, Acquambiente Marche ha scelto Siemens e la sua tecnologia scalabile e integrata per realizzare un nuovo impianto adibito alla depurazione delle acque reflue provenienti dai Comuni di Sirolo, Numana, Osimo, Osimo Stazione e Castelfidardo.

Il nuovo depuratore “Villa Poticcio” di Acquambiente Marche è governato dal sistema Scada WinCC Advanced V.15 di Siemens, altamente scalabile e user-friendly, che permette di creare schermate e visualizzazioni di svariate applicazioni in modo rapido ed efficiente. Attraverso Profinet, uno standard di comunicazione dati su Industrial Ethernet, il sistema Scada è in grado di controllare e comandare tutti i dispositivi integrati dell’impianto tra i quali gli inverter Sinamics G120, i softstarter 3RW5, gli interruttori 3VA2 e gli analizzatori Sentron PAC. L’interconnessione virtuosa e senza soluzione di continuità di tutte le tecnologie installate, consente all’impianto marchigiano di soddisfare appieno i più elevati standard di efficienza, sicurezza e resilienza.

Inoltre, grazie alla strumentazione di processo Sitrans dotata di comunicazione integrata, è possibile acquisire direttamente i dati prodotti dagli strumenti di misura installati nel depuratore, abilitando così una diagnostica dell’impianto rapida ed estremamente precisa.Sul fronte energetico, la versatilità della tecnologia Siemens Sivacon ha permesso di realizzare dei quadri elettrici MCC a cassetti fissi di dimensioni molto contenute che hanno contribuito a rendere più agevole, funzionale e soprattutto sicura e protetta la sala di controllo.

Per garantire i più elevati livelli di sicurezza, continuità di servizio e manutenzione, l’impianto è stato dotato di quadri di media tensione Siemens 8DJH che non necessitano di attività di manutenzione e operano al massimo dell’efficienza in qualsiasi condizione climatica, occupando nella cabina di trasformazione uno spazio ridotto grazie al design robusto e compatto.



Contenuti correlati

  • CGT_Gelit
    La trigenerazione di CGT abbatte le emissioni di CO2 di Gelit

    I vantaggi della cogenerazione e trigenerazione in ambito industriale rappresentano il tema trattato nel secondo episodio di “Re-Evolution Technologies”, la web serie prodotta da CGT, storica realtà italiana che fa parte del Gruppo Internazionale Tesya, che coinvolge...

  • Rinascimento digitale: l’alleanza per un futuro digitale e sostenibile

    Una grande alleanza globale, che promuove lo scambio delle informazioni e il confronto tra esperti di discipline diverse, per aiutare persone, aziende e ambiente ad affrontare le sfide del terzo millennio, in una visione prospettica stimolata dalle...

  • Henkel Ferentino_trigeneratore 1
    Henkel, fatti non parole per la sostenibilità ambientale e sociale

    Prosegue senza sosta l’impegno di Henkel per l’implementazione della strategia globale di sostenibilità. Il Rapporto Sviluppo Sostenibile 2023 documenta i risultati che l’azienda ha raggiunto nel 2023 e i progressi compiuti per la neutralità carbonica, la promozione...

  • EnergRed fotovoltaico incremento
    Transizione energetica, la spesa UE per il fotovoltaico a 42 miliardi di Euro

    La spesa europea per la componentistica solare è passata dai 6 miliardi di euro del 2016 agli oltre 25 miliardi di euro del 2022 e si arriverà a 42 miliardi nel 2024, prevede EnergRed, E.S.Co. impegnata nel...

  • Danfoss idrogeno verde
    Idrogeno verde: produzione ragionata per assicurare la sostenibilità

    Un nuovo report pubblicato da Danfoss Impact rivela che, poiché la produzione di idrogeno è destinata ad assorbire più della metà dell’attuale domanda di energia elettrica entro il 2050, l’efficienza energetica nella sua produzione è fondamentale. È...

  • Un occhio all’aria compressa

    L’automazione può migliorare efficienza energetica, produttività e flessibilità in azienda. E il monitoraggio dei sistemi di aria compressa? Una soluzione ifm electronic garantisce anche in questo caso risparmi consistenti a fronte di investimenti contenuti Ifm è una...

  • Efficienza energetica e flessibilità migliorate

    Anche i millesimi di secondo sono preziosi per l’industria della plastica. Lo pensa Netstal, che per garantire sempre una produzione controllata alle sue macchine per stampaggio a iniezione si è affidata a Keba Netstal è un’azienda svizzera...

  • Cariplo Factory neutralità carbonica
    Cariplo Factory compensa al 100% la propria impronta carbonica del 2023

    Ammonta a 136 tonnellate di CO2 l’impronta carbonica di Cariplo Factory nel 2023, calcolata – e interamente compensata – grazie alla partnership con ClimatePartner. Luce, connettività, riscaldamento e raffrescamento, utilizzo dei dispositivi elettronici, mobilità dei collaboratori nel...

  • Ridurre il consumo di aria compressa

    Obiettivo: individuare le perdite per eliminarle in modo semplice e strutturato. Festo e GMM effettuano un revamping dei sistemi dello storico produttore di cioccolato Venchi, così da aumentare il risparmio energetico e diminuire la CO₂ Con oltre...

  • Schneider Electric, l’automazione come driver per la sostenibilità

    Schneider Electric ha mostrato ad Hannover Messe le più rilevanti novità della sua offerta in varie aree tra cui il software industriale, l’Intelligenza Artificiale, i Digital Twin. Tutte queste soluzioni sono state presentate in uno spazio dedicato...

Scopri le novità scelte per te x