Smart City e smart lighting per città più efficienti e sostenibili

Uno dei paradigmi della sostenibilità sostiene che superando il concetto tradizionale di città si sviluppi un sistema cittadino interconnesso, efficiente e sicuro: si tratta delle smart city, delle quali l’illuminazione intelligente può diventare una parte fondamentale. Altrettanto importante è conoscere le normative dei mercati in cui queste tecnologie sono più sviluppate, un ambito in cui TÜV Italia svolge un ruolo chiave.

Pubblicato il 14 febbraio 2023
TÜV Italia_Smart lighting

Con il rapido sviluppo economico e la crescita demografica, le città stanno diventando sempre più grandi e complesse, offrendo opportunità uniche ma anche sfide per la gestione delle risorse e la qualità della vita di chi vi abita. L’urbanizzazione influisce sulla vita delle persone, sull’economia, sull’ambiente e sulle comunità, rendendo importante una gestione responsabile e sostenibile in modo da garantire un futuro per tutti.

In questo contesto, la città intelligente o “smart city”, sta diventando sempre più una realtà. Con l’utilizzo di tecnologie avanzate come l’Internet delle Cose (Internet of Things) e la connessione in tempo reale ai dati, le città possono diventare più efficienti, sostenibili e vivibili per i cittadini. Un esempio di questo è il cosiddetto “smart lighting“, ovvero l’illuminazione pubblica che utilizza sensori e tecnologie per adattarsi alle esigenze della città e delle persone, riducendo i costi energetici e migliorando la sicurezza e la qualità della vita.

Questi due concetti, urbanizzazione e smart city, sono strettamente legati alla sostenibilità, poiché la crescita e lo sviluppo delle città hanno un impatto significativo sull’ambiente e sulla qualità della vita delle persone. La creazione di smart city sostenibili richiede una progettazione e una gestione efficiente delle risorse, come l’energia, l’acqua e i rifiuti, e l’utilizzo di tecnologie innovative come, ad esempio, lo “smart lighting”.

Attraverso servizi e infrastrutture efficienti e sicure, e azioni mirate alla salvaguardia ambientale e al risparmio energetico, il concetto di smart city supera quello tradizionale di città e offre un modello più vivibile, digitalizzato e condiviso.

“Grazie all’implementazione di una luce intelligente e connessa, è possibile rilevare inefficienze, intervenire in modo tempestivo nelle attività di manutenzione e adattare luminosità e intensità di ogni lampione o corpo illuminante alle reali necessità di utilizzo”, dichiara Maria del Mar Canabate Ariza, Project Manager GMA di TÜV Italia. “Questo può tramutarsi in significativi risparmi economici legati ad attività di gestione e manutenzione che incidono sulle spese delle Pubbliche Amministrazioni”.

Secondo un recente studio dell’analista Berg Insight, il mercato dello smart lighting in ambito urbano sta crescendo a un ritmo molto veloce, pari al 24,8% l’anno, e si stima possa raggiungere entro il 2025 un numero pari a 48,8 milioni di lampioni connessi.

I lampioni smart possono integrare nuove tecnologie ed erogare nuovi servizi, come: sistemi di monitoraggio del traffico e gestione della mobilità urbana; sistemi per l’invio di informazioni ai cittadini; soluzioni per la rilevazione di situazioni critiche o di emergenza; dispositivi per il monitoraggio ambientale (inquinamento, qualità dell’aria ecc.); sistemi di videosorveglianza urbana; soluzioni per la raccolta e la gestione dei rifiuti.

“Grazie alla connettività IoT, i lampioni possono trasformarsi anche in colonnine e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, che, come sappiamo, sono ancora insufficienti sul territorio”, aggiunge Maria del Mar Canabate Ariza.

In Italia sono già diverse le città che hanno deciso di investire nel rifacimento in chiave smart dell’illuminazione cittadina, ma è ancora lontana dalle Nazioni più virtuose da questo punto di vista. Secondo la Top 50 smart city government 2021, infatti, sono Singapore e Seul le città più intelligenti del mondo, seguite da due città europee: Londra e Barcellona.



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Il mercato premia la transizione digitale ed energetica

    Nel quadro di un’industria manifatturiera che si prevede in rialzo nei prossimi anni, il mercato dell’automazione industriale continua a crescere. Sono gli avanzamenti tecnologici a guidare la corsa: Intelligenza Artificiale, Robotica, Tecnologie IoT. In cima al ranking...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

Scopri le novità scelte per te x