Sistema di protezione contro le sovratensioni di Pepperl+Fuchs

Pubblicato il 15 gennaio 2024

Modularità, funzione di disconnessione del loop e monitoraggio dei guasti per linee di segnale fino al livello di sicurezza SIL 3 in conformità alla norma IEC/EN 61508 sono alcune delle importanti caratteristiche combinate nel nuovo sistema di protezione dalle sovratensioni M-LB-4000 di Pepperl+Fuchs. I dispositivi limitano i transitori indotti da varie cause sulle linee di segnale, ad esempio a causa di fulmini o disturbi da commutazione. I moduli a 2 canali supportano una maggiore disponibilità dell’impianto e, poiché la funzione di protezione è completamente contenuta nel modulo di protezione a innesto, non è necessario ricablare i collegamenti durante la sostituzione.

Il sistema di protezione M-LB-4000 di Pepperl+Fuchs è costituito dal modulo di protezione dalle sovratensioni e da un sistema di monitoraggio dello stato di guasto divisi in due parti.

Il modulo di protezione di Pepperl+Fuchs contiene tutti i componenti che garantiscono la protezione. Può essere sostituito senza attrezzi mentre il modulo di base rimane in funzione. Il dispositivo è dotato di un indicatore di stato sul pannello frontale. Quando si estrae il modulo di protezione, il relativo circuito di segnale rimane interconnesso tramite il modulo di base montato sulla guida di montaggio DIN. Il processo di disconnessione non comporta alcuna interruzione del segnale, il che significa che un modulo di protezione può essere sostituito senza influenzare il funzionamento dell’impianto.

Il sistema M-LB-4000 di Pepperl+Fuchs semplifica la messa in servizio e la manutenzione grazie alla funzione di disconnessione del loop e alla possibilità di sostituire il modulo di protezione durante il regolare funzionamento dell’impianto.

Se il modulo di protezione viene ruotato di 180 gradi e inserito, il circuito di segnale viene interrotto grazie alla funzione di isolamento integrata. Ciò semplifica l’esecuzione di lavori di manutenzione e i controlli del loop, oltre a consente di eseguire test di isolamento durante la messa in servizio o i test ripetuti.

I due componenti del modulo di verifica dello stato di guasto monitorano lo stato di più barriere di protezione da sovratensioni. Il kit è composto da due parti: l’emettitore/ricevitore ottico e l’unità di deviazione ottica. Se si verifica un guasto in una delle barriere da monitorare, il segnale ottico viene interrotto e il guasto viene identificato. Il modulo di verifica dello stato del guasto integra un indicatore di stato a LED, consentendo l’ispezione visiva della protezione da sovratensioni, per soddisfare i requisiti normativi sui test periodici. Inoltre, è disponibile un’uscita con un messaggio di stato che consente di identificare il blocco in cui si è verificato il guasto. Un singolo modulo verifica dello stato di guasto può monitorare fino a 50 moduli.

La larghezza ridotta di 6 mm dei moduli consente di risparmiare spazio nell’armadio elettrico. Durante le operazioni di retrofit, le classiche morsettiere di sezionamento esistenti possono essere sostituite indipendentemente dai requisiti di spazio.



Contenuti correlati

  • Teleassistenza: dispositivi mobili Ecom per aree pericolose

    Il dover affrontare sfide sempre più difficili, come l’attuale pandemia, gli elevati costi del personale e la carenza di manodopera qualificata sta mettendo molte aziende sempre più sotto pressione. Diventa sempre più complicato mantenere in piena efficienza...

  • Charx, la gamma Phoenix Contact per l’E-Mobility

    Sotto il marchio Charx, Phoenix Contact sta raggruppando un vasto assortimento di prodotti in sinergia tra loro per rispondere alle esigenze legate all’elettrificazione dei veicoli ed alla realizzazione di potenti infrastrutture di ricarica. Tutti i prodotti Charx...

Scopri le novità scelte per te x