Lo stabilimento Saint-Gobain di Termoli più efficiente con la cogenerazione

Pubblicato il 29 settembre 2021
Centrica Business Solutions Saint-Gobain

Saint-Gobain Italia nel 2018 ha intrapreso un progetto di efficientamento energetico dello stabilimento molisano, inaugurato nel 2002, che occupa un’area coperta di 30.000 metri quadri su una superficie complessiva di 22 ettari, e che può produrre fino a 24 milioni di metri quadri di lastre in gesso rivestito all’anno.

L’impianto di cogenerazione, interamente progettato, installato, finanziato e gestito da Centrica Business Solutions, è in grado di coprire circa il 78% del fabbisogno elettrico del sito grazie al recupero efficiente di tutta l’energia termica autoprodotta.

Nata nel 1665 a Parigi per volere del Re Sole, Saint-Gobain esordì realizzando la Galleria degli specchi del Palazzo di Versailles grazie ad una combinazione di tradizione artigianale, logica industriale e innovazione tecnologica. Oggi è un Gruppo presente in 70 Paesi con 167 mila dipendenti e oltre 38 miliardi di euro di fatturato (base 2020). In Italia è attiva con 36 siti e circa 2.200 dipendenti, con un fatturato di 660 milioni di euro (base 2020), di cui la metà è rappresentato dal settore della costruzione sostenibile.

Lo stabilimento di Termoli occupa circa 70 dipendenti ed è già stato teatro, sin dai primi anni, di numerosi interventi in tema di sostenibilità, non ultima la certificazione ISO 14001, ottenuta già nel 2003, e un innovativo progetto di smart lighting, che ha visto l’adozione di lampade a led e sistemi intelligenti di gestione.

“Molti dei materiali che progettiamo e produciamo”, racconta Gaetano Terrasini, Amministratore Delegato di Saint-Gobain Italia,” aiutano i nostri clienti a costruire edifici più efficienti dal punto di vista energetico. Ma la sostenibilità è un obiettivo fondamentale per l’intero Gruppo, tanto che a livello internazionale intendiamo impegnarci per raggiungere la neutralità nelle emissioni di carbonio entro il 2050. Quello di Termoli è un altro dei nostri stabilimenti ad avere intrapreso la strada della cogenerazione asservita al processo di essiccazione delle lastre e abbiamo trovato in Centrica Business Solutions un Partner professionale ed esperto”.

Nel 2018 Centrica Business Solutions, in partnership con Eni gas e luce, si è aggiudicata il progetto.

Christian Stella, Managing Director di Centrica Business Solutions Italia commenta: “Unire i fattori economici con quelli ambientali è ormai diventato un elemento chiave per il successo nel business. Il Net Zero non è un obiettivo semplice da raggiungere, occorrono tempo, strategia, la giusta combinazione di soluzioni energetiche e un partner in grado di supportare l’azienda in ogni fase del processo. Il gruppo Saint-Gobain è stato tra i primi in Italia a comprendere come fosse necessario intervenire rapidamente sui processi produttivi, in modo da efficientarli e iniziare il percorso verso le zero emissioni nette. Stiamo collaborando con loro ormai da cinque anni con l’obiettivo di affiancarli e guidarli in questo percorso, che prende forma da soluzioni di efficientamento energetico e riduzione dei costi, come la cogenerazione e le soluzioni di monitoraggio delle performance, per spaziare poi verso soluzioni di carbon reduction, come il solare fotovoltaico e la mobilità elettrica. In particolare, in quest’ultimo progetto per lo stabilimento di Termoli, siamo partiti dalla progettazione e costruzione di un impianto di cogenerazione completamente finanziato da Centrica nella logica “chiavi in mano”, erogando anche un servizio tecnico di gestione e manutenzione diretta per 10 anni.”

“Ci siamo affidati a Centrica Business Solutions perché ha dimostrato una grande flessibilità e velocità operativa, ma anche per la disponibilità a entrare nelle nostre dinamiche di processo e a condividere con noi i rischi del progetto”, conclude Terrasini.

Oltre all’efficientamento energetico e alla conseguente riduzione dei costi operativi del sito di Termoli, il cogeneratore sarà in grado di garantire un risparmio di CO2 stimato in oltre 2 mila tonnellate all’anno, che equivale alla capacità di assorbimento di 100.000 alberi.

Decarbonizzare i processi e costruire un percorso sostenibile in azienda è la strategia vincente del prossimo decennio, non solo per ridurre le emissioni di CO2 e rispondere alle richieste di consumatori, fornitori e nuove normative, ma anche per gestire con efficacia i propri costi e ottenere risparmi nel lungo termine.



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Multicompel solare fotovoltaico
    La mappa dell’energia solare in Italia: impianti quasi raddoppiati in due anni

    Siamo a 1.603.298 impianti fotovoltaici operativi in Italia, contro i 986.313 del 2021. “Numeri che lasciano ben sperare in merito al raggiungimento degli obiettivi al 2030” sottolinea Edi Lala, fondatore della Multicompel Technology, società con sede in...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

Scopri le novità scelte per te x