Trigenerazione: inaugurato l’impianto realizzato da E.ON per Guala Closures

L’impianto di trigenerazione fornirà allo stabilimento di Spinetta Marengo (Alessandria) di Guala Closures, il 75% dell’energia elettrica necessaria e il 90% di quella termica, con una riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera pari a circa 328 tonnellate ogni anno

Dalla rivista:
Efficiency & Environment

 
Pubblicato il 11 dicembre 2019

Chi dice che la sostenibilità sia solo un costo? Conti alla mano, l’investimento nell’impianto di trigenerazione messo a punto da E.ON per la sede di Spinetta Marengo, provincia di Alessandria, di Guala Closures, produttore di chiusure in alluminio per ogni tipo di bevanda, noto in tutto il mondo, porterà all’azienda un significativo risparmio di combustibile per la produzione di energia, dimostrando la piena sostenibilità economica del progetto.
Il nuovo impianto, con una potenza pari a 2 MW, soddisferà infatti il 75% del fabbisogno di energia elettrica e il 90% delle esigenze di energia termica e frigorifera dello stabilimento, con una conseguente riduzione del combustibile utilizzato nonché delle emissioni di CO2 in atmosfera. Stiamo parlando di circa 328 tonnellate di emissioni all’anno che, considerando l’arco temporale di un decennio, è pari alla quantità di CO2 che verrebbe assorbita da ben 4.688 alberi durante la loro intera vita utile.

“Siamo molto contenti di inaugurare insieme a un partner competente come E.ON questo nuovo impianto” ha commentato Federico Donato, direttore generale Italia di Guala Closures. “La decisione di adottare la trigenerazione nasce dal continuo impegno del nostro Gruppo nell’ambito della sostenibilità ambientale e con l’obiettivo di ridurre i costi industriali. L’adozione di un motore endotermico ad alta efficienza per produrre l’energia elettrica e termica necessarie ad alimentare le utenze di processo e/o i servizi ausiliari, permette sia un risparmio significativo sui costi energetici, sia un’importante riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera”.

L’iniziativa rientra nel programma volto all’incremento della sostenibilità perseguito dal Gruppo Guala Closures, che non solo redige dal 2011 un bilancio di sostenibilità ambientale certificato da un ente terzo, ma è anche impegnato in iniziative di riforestazione che hanno portato a piantare 300.000 alberi in India, Messico e Bolivia, a compensazione di oltre 180.000 tonnellate di CO2 emessa. Inoltre, il progetto è frutto della partnership con il gruppo energetico internazionale E.ON, realizzato attraverso la business unit internazionale E.ON Business Solutions, che offre soluzioni energetiche integrate a operatori commerciali e industriali e alla pubblica amministrazione.
Secondo il business model adottato, la partner E.ON, attraverso E.ON Business Solutions, si è assunta la  responsabilità di gestione dell’impianto, in linea con le sue specifiche competenze in tale ambito, mentre Gruppo Guala Closures potrà concentrarsi sulle attività ‘core’, aumentando la propria competitività sul mercato internazionale.

Inaugurazione dell’impianto: Andrea Tomaselli di E.ON e Federico Donato di Guala Closures al taglio del nastro

“La generazione distribuita è una tecnologia chiave per la sostenibilità e la competitività delle aziende, in quanto consente un uso più efficiente delle risorse energetiche, riduce le emissioni e libera risorse da destinare al core business” ha sottolineato Alberto Radice, B2BL – B2M di E.ON Italia e managing director di E.ON Business Solutions Italia. “Nell’ambito della cogenerazione E.ON ha realizzato numerosi progetti in Italia in partnership con grandi realtà industriali di primo piano come Guala Closures, e intende consolidare la propria leadership nel settore dei servizi di efficienza energetica per le imprese”.

Guarda qui la videointervista ad Andrea Tomaselli
Head of Business Development di E.ON Energia

Da un punto di vista tecnico, l’impianto è basato su un motore di cogenerazione ad alto rendimento da 2 MW e un assorbitore da 1,2 MW per la produzione di freddo. Sarà operativo per 7.810 ore in un anno e produrrà energia elettrica per circa 13 GWhe/anno e 1,5 GWht/anno di energia termica. L’accordo tra Guala Closures ed E.ON prevede che il 25% dell’energia elettrica restante assorbita dalla rete di distribuzione venga fornita dallo stesso Gruppo E.ON.

Guarda qui la videointervista a Mauro Biraghi
Head of Marketing and Corporate Communication di E.ON Energia

Ilaria De Poli @depoli_ilaria



Contenuti correlati

  • Il settore nautico incontra l’Industria 4.0: un ormeggio IoT per produrre energia

    Energia 100% green, aumento dei ricavi del 12% e riduzione del 10% dei tempi di sviluppo: è quanto accade quando il settore nautico incontra l’Industria 4.0. A dimostrarlo è Seares, startup innovativa toscana attiva nel settore degli...

  • Un futuro a ‘zero emissioni’ entro il 2040: è possibile grazie a tecnologie avanzate

    Parker Hannifin Corporation ha pubblicato il Report sulla sostenibilità 2020 e ha annunciato di volersi impegnare a mettere in atto le azioni necessarie al raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni di CO2 entro il 2040. Parker ha anche fissato...

  • Clima: è allarme rosso. Qualche idea contro il climate change

    Un disastro senza precedenti. È così che è stato definito il gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell’Oristanese, in Sardegna, riducendo in cenere oltre 20 mila ettari di territorio. “Quasi 2 mila gli sfollati e ancora...

  • Lotta al cambiamento climatico: Italy goes green

    Per trovare soluzioni efficaci bisogna innanzitutto porre le giuste domande, a maggior ragione se si parla di cambiamento climatico. Officine Italia, Vodafone Italia e Politecnico di Milano, con la collaborazione di AsviS e Anci e il supporto...

  • All4Climate – Italy 2021

    All4Climate – Italy 2021 raccoglie tutti gli eventi dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici che si svolgeranno in Italia quest’anno. L’obiettivo è fare del 2021 un anno fondamentale per l’ambizione climatica. Lanciato dal Ministero della Transizione...

  • assorimap riciclo meccanico
    Assorimap, plastica più sostenibile col riciclo meccanico

    Per sostenere lo sviluppo dell’economia circolare occorre puntare con forza sul riciclo meccanico della plastica. Non si possono condividere agevolazioni normative pro-riciclo chimico, che costituisce un’attività per il recupero dei rifiuti certamente non performante per l’ambiente. Si...

  • Johnson & Johnson Health for Humanity Goals
    Energia elettrica 100% da fonti rinnovabili per Johnson & Johnson

    Johnson & Johnson ha sottoscritto tre diversi Virtual Power Purchase Agreement in Europa, accelerando significativamente i progressi verso l’ambizioso obiettivo di soddisfare il 100% del suo fabbisogno di energia elettrica da fonti rinnovabili entro il 2025. I...

  • Engie Italia partner di ITT nell’impegno per la sostenibilità ambientale

    Engie Italia, player globale dell’energia con la missione di accelerare un’economia carbon neutral, si aggiudica la gara di ITT Corporation, nota nella produzione di pastiglie dei freni e materiali per attrito, per la riqualificazione dell’impianto di trigenerazione...

  • siemens Acquambiente Castelfidardo
    Tecnologia Siemens sostenibile nel nuovo depuratore di Acquambiente Marche

    Acquambiente Marche, azienda specializzata nella gestione delle risorse idriche, ha realizzato nel comune di Castelfidardo un nuovo impianto di depurazione delle acque reflue tecnologicamente avanzato che garantisce i più elevati standard di efficienza, sostenibilità e sicurezza. Seguendo...

  • Idrogeno: la parola al mondo della normazione tecnica

    La normazione tecnica è uno strumento che può contribuire a far decollare la filiera dell’idrogeno. Se ne è parlato ieri in occasione di un incontro organizzato da In Fieri e Mirumir in vista della manifestazione Hese – Hydrogen...

Scopri le novità scelte per te x