Il ruolo centrale delle banche nella green economy in Italia

Pubblicato il 21 agosto 2018

Le banche giocheranno probabilmente un ruolo importante nel promuovere la green economy italiana, e i prestiti bancari green dovrebbero aumentare dal momento che le piccole e medie imprese cercano capitale per i loro progetti green: questo quanto dichiarato da S&P Global Ratings nel rapporto “Will The Momentum Build For Green Finance in Italia?“.

Il nuovo governo italiano di coalizione sta lavorando alla sua strategia nazionale, che S&P Global Ratings prevede sottolineare lo sviluppo di un’economia verde in in linea con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. In particolare, il paese mira a ridurre le emissioni di almeno l’80% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030, in linea con l’obiettivo a lungo termine dell’UE per l’accordo di Parigi.

“Riteniamo che una parte essenziale di tale sforzo sia la mobilitazione della finanza verde, che coinvolge lo spostamento di istituzioni finanziarie, investitori e imprese investire in strumenti finanziari verdi, progetti e aziende “, ha dichiarato l’analista di credito di S&P Global Ratings Corinne Bendersky, “e l’Italia ha già preso una serie di azioni a tal fine”.

Gli investitori che hanno preso parte alla conferenza di Milano di S&P Global Ratings sulla finanza sostenibile ha convenuto che i temi del verde e il sociale e la governance ambientale sono diventati molto importanti, in questi ultimi anni. Nondimeno, sostengono che è necessario fare di più da parte di tutti gli interessati per facilitare la crescita dell’economia verde. A livello governativo, questo significa rispondere alle richieste del mercato per una coerente strategia di sostenibilità che informa la politica, in particolare per aumentare l’accesso alla finanza verde per i piccoli e medie imprese (PMI). Le PMI sono il fulcro del settore privato italiano e ogni tentativo di stimolare l’economia verde italiana implica una crescente consapevolezza e accesso al capitale per il Paese, che conta quasi quattro milioni di PMI.

“Le banche, che sono una delle principali fonti di finanziamento delle PMI, saranno quindi cruciali alla crescita della green economy italiana “, ha detto Bendersky, “già espandendo le loro attività di finanziamento verdi, in particolare in energia rinnovabile.”

Secondo un sondaggio condotto da Osservatorio Banche e Green Economy, le banche hanno finanziato oltre 27 miliardi di euro per le energie rinnovabili tra il 2007 e il 2014. In effetti, le energie rinnovabili rappresentano circa il 37% della capacità di generazione installata e solo nel 2017 sono stati aggiunti 767 MW di capacità di energia rinnovabile. Ci aspettiamo un’ulteriore espansione per raggiungere l’obiettivo del 28% per la percentuale di energie rinnovabili sul consumo totale di energia entro il 2030.

Le banche stanno anche esplorando il finanziamento della bioedilizia e dell’efficienza energetica; ciò consentirebbe al paese di ridurre l’intensità di carbonio presente negli edifici che, in media, sono tra i più vecchi d’Europa. Il momento vede anche protagonisti gli investitori italiani, che stanno iniziando a dirigere i loro capitale verso investimenti più socialmente responsabili. Tuttavia, rimane spazio per un margine di manovra green ancora più ampio e profondo. Eppure, qualsiasi strategia economica in Italia deve affrontare ostacoli profondi: tensioni politiche, elevato debito pubblico, crescita debole e una distribuzione iniqua di reddito e ricchezza in tutto il paese.

“Ciò che è chiaro è che l’ecologizzazione dell’economia italiana ha acquisito considerevole importanza da parte del governo, degli emittenti e degli investitori. Quel che resta da vedere è come questo interesse si tradurrà in azione “, conclude Bendersky.



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Multicompel solare fotovoltaico
    La mappa dell’energia solare in Italia: impianti quasi raddoppiati in due anni

    Siamo a 1.603.298 impianti fotovoltaici operativi in Italia, contro i 986.313 del 2021. “Numeri che lasciano ben sperare in merito al raggiungimento degli obiettivi al 2030” sottolinea Edi Lala, fondatore della Multicompel Technology, società con sede in...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

Scopri le novità scelte per te x