Un supercomputer industriale per guidare la transizione energetica

HPC6 di Eni accelererà la modellazione e la simulazione basate su IA per sostenere la transizione energetica

Pubblicato il 9 febbraio 2024

Hewlett Packard Enterprise ha annunciato che sta realizzando per Eni, uno dei maggiori fornitori di energia al mondo, un supercomputer di prossima generazione chiamato HPC6.

Eni utilizzerà il sistema per promuovere la ricerca scientifica e l’ingegneria al fine di accelerare l’innovazione nella transizione energetica. Eni da tempo utilizza i supercomputer per raggiungere il proprio obiettivo net zero. Una volta completato, HPC6 sarà uno dei supercomputer più potenti al mondo di proprietà di un’impresa, una distinzione importante in quanto i sistemi più prestanti sono generalmente di proprietà di enti pubblici e istituti di ricerca.

Il supercomputer HPC6

HPC6 sarà costruito con i supercomputer HPE Cray EX4000 dotati di CPU AMD EPYCTM e acceleratori AMD InstinctTM, gli stessi che alimentano il supercomputer più veloce del mondo, per supportare carichi di lavoro ad alta intensità di dati e immagini per l’intelligenza artificiale (AI), la modellazione e la simulazione. Il sistema rafforzerà l’attuale ricerca Eni, che si concentra sullo studio e l’individuazione di nuove fonti energetiche, tra cui le rinnovabili. HPC6 aumenterà la potenza di calcolo disponibile per Eni fino a raggiungere un picco di prestazioni teoriche di 600 milioni di miliardi (600 seguito da 15 zeri) di operazioni in virgola mobile al secondo, o 600 petaFLOP/s.

“Le aziende sono impegnate a trovare il giusto equilibrio tra le enormi opportunità di business offerte dai loro investimenti nell’IA con la responsabilità di mitigare l’impatto ambientale di questi potenti sistemi”, ha dichiarato Antonio Neri, presidente e CEO di HPE. “In qualità di leader nello sviluppo di soluzioni di IA e supercomputing efficienti dal punto di vista energetico, HPE è in una posizione unica per aiutare le organizzazioni a ridurre al minimo il consumo energetico massimizzando al contempo i risultati aziendali. Siamo entusiasti di svolgere un ruolo nell’impegno di Eni per la decarbonizzazione attraverso la digitalizzazione e l’innovazione”.

Il valore aggiunto di HPE

L’HPC6 di Eni sarà installato nel suo Green Data Center in Italia, una struttura ad alta efficienza energetica che sarà aggiornata per supportare le funzionalità liquid-cooling di HPE, in grado di raffreddare i sistemi ad alta intensità di calcolo utilizzando meno energia rispetto a quelli raffreddati ad aria.

HPE ha realizzato sei tra i primi 10 supercomputer energeticamente più efficienti al mondo secondo la classifica Green500, pubblicata nel novembre 2023. Il sistema includerà anche HPE Slingshot Interconnect, una rete ad alte prestazioni basata su Ethernet aperta e progettata per supportare carichi di lavoro exascale, e HPE Cray ClusterStor E1000, uno storage file system parallelo open-source basato su Lustre per prestazioni più rapide ed efficienti.

“L’intelligenza artificiale e il supercalcolo svolgono un ruolo davvero importante per il progresso della ricerca, che HPE abilita attraverso soluzioni che generano la migliore efficienza complessiva dei sistemi HPC”, ha dichiarato Claudio Bassoli, presidente e amministratore delegato di Hewlett Packard Enterprise Italia. “Sono particolarmente orgoglioso che Eni ci abbia affidato un progetto che richiede soluzioni efficienti e innovative per le quali HPE è riconosciuta come leader mondiale”.



Contenuti correlati

  • HeySun fiera
    HeySun 2024, la fier della transizione energetica ospita la European Mobility Week

    HeySun – Expo della transizione energetica è l’evento fieristico del Mediterraneo dedicato alle energie rinnovabili che si terrà dal 25 al 27 settembre 2024 nel polo fieristico SiciliaFiera, a Misterbianco. Il ministro Adolfo Urso del Ministero delle...

  • Honeywell_Enel
    Reti elettriche nordamericane più stabili grazie a Honeywell ed Enel

    Honeywell collabora con Enel Nord America per migliorare le soluzioni di automazione degli edifici e di Demand Response per i consumatori commerciali e industriali. Questo risultato è ottenuto utilizzando l’automazione per controllare e regolare i carichi energetici...

  • CGT_Gelit
    La trigenerazione di CGT abbatte le emissioni di CO2 di Gelit

    I vantaggi della cogenerazione e trigenerazione in ambito industriale rappresentano il tema trattato nel secondo episodio di “Re-Evolution Technologies”, la web serie prodotta da CGT, storica realtà italiana che fa parte del Gruppo Internazionale Tesya, che coinvolge...

  • EnergRed fotovoltaico incremento
    Transizione energetica, la spesa UE per il fotovoltaico a 42 miliardi di Euro

    La spesa europea per la componentistica solare è passata dai 6 miliardi di euro del 2016 agli oltre 25 miliardi di euro del 2022 e si arriverà a 42 miliardi nel 2024, prevede EnergRed, E.S.Co. impegnata nel...

  • Danfoss idrogeno verde
    Idrogeno verde: produzione ragionata per assicurare la sostenibilità

    Un nuovo report pubblicato da Danfoss Impact rivela che, poiché la produzione di idrogeno è destinata ad assorbire più della metà dell’attuale domanda di energia elettrica entro il 2050, l’efficienza energetica nella sua produzione è fondamentale. È...

  • Agorà riqualificazione energetica
    Agorà, il sistema di garanzia per l’efficientamento degli edifici nel post Superbonus

    Agorà è un sistema di garanzia che supporta l’intera filiera della riqualificazione energetica nel post superbonus. Alessandro Ponti, presidente di Harley&Dikkinson, ha illustrato le caratteristiche e le potenzialità dell’innovativo progetto creato dal Team di professionisti del Gruppo...

  • Un occhio all’aria compressa

    L’automazione può migliorare efficienza energetica, produttività e flessibilità in azienda. E il monitoraggio dei sistemi di aria compressa? Una soluzione ifm electronic garantisce anche in questo caso risparmi consistenti a fronte di investimenti contenuti Ifm è una...

  • Efficienza energetica e flessibilità migliorate

    Anche i millesimi di secondo sono preziosi per l’industria della plastica. Lo pensa Netstal, che per garantire sempre una produzione controllata alle sue macchine per stampaggio a iniezione si è affidata a Keba Netstal è un’azienda svizzera...

  • Ottimizzare l’efficienza energetica con criteri ESG

    In Gigatek è stata scelta la soluzione iFactory EHS di Advantech per costruire un sistema di gestione energetica EMS Con la crescente consapevolezza ambientale e le limitazioni dell’approvvigionamento energetico, l’ottimizzazione della gestione energetica è diventata essenziale. Fondata...

  • L’efficienza energetica nell’industria

    Trend, ostacoli e fattori trainanti per l’incremento degli investimenti in efficienza energetica nell’industria. La situazione europea e quella italiana. Diventa sempre più rilevante il contributo delle tecnologie digitali. Uno studio dell’Enea segnala importanti risultati ottenuti grazie alle...

Scopri le novità scelte per te x