Gruppo CAP premia le start up e i loro progetti innovativi per il settore idrico

Pubblicato il 16 aprile 2019

Ricerca e sviluppo ad alto valore aggiunto nel settore idrico integrato, frutto della simbiosi industriale tra pubblico e privato. È il filo conduttore delle attività di Salazzurra, il nuovo centro ricerche di Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano, con sede all’Idroscalo. Il polo dell’innovazione per la gestione sostenibile dell’acqua ospiterà presto nella sua struttura la startup vincitrice della Call for Ideas legata al programma #waterevolution Innovate H2O, nato per trovare e sostenere le idee più promettenti e gli input più innovativi legati all’innovazione nel sistema idrico integrato.

L’iniziativa si proponeva di premiare la miglior startup tra quelle selezionate nell’ambito dell’innovazione per la gestione del settore idrico. A vincere è stata l’italiana Hexagro Urban Farming, che sarà premiata questa sera in occasione di Smart City 2019, mostra-esposizione in calendario fino al 14 aprile per discutere e riflettere sulle città del futuro.

Promossa da Gruppo CAP attraverso la sua Fondazione CAP, in collaborazione con Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit (6-9 maggio 2019, Fiera Milano Rho) e con il contributo di Fondazione Cariplo, il programma di incubazione, della durata di 6 mesi, mira a promuovere innovazione e ricerca che abbiano nella circular economy il modello di riferimento per massimizzare il valore dell’acqua, migliorare la sua governance e promuoverne gli investimenti.

“Open innovation e simbiosi tra pubblico e privato sono per Gruppo CAP i fondamenti su cui costruire il futuro del servizio idrico, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. Un futuro che trova la sua riposta nelle idee, nelle logiche di sostenibilità e nei progetti di economia circolare che non sono solo frutto delle nostre competenze, ma provengono dall’esperienza esterna e vanno ad arricchire quella cultura di impresa che noi di CAP sosteniamo da oltre 90 anni. Hexagro per i prossimi 6 mesi avrà la possibilità di utilizzare strumentazioni e competenze del nostro Centro Ricerche, in modo da approfondire le più innovative tecniche nel settore della coltivazione, attraverso l’aeroponica”.

Specializzata nello sviluppo di tecnologie di agricoltura verticale, la start-up italiana Hexagro Urban Farming è stata selezionata tra 20 realtà internazionali provenienti da tutto il mondo tra cui Indonesia, Australia, Marocco, Spagna, USA, Nigeria. Tra i suoi progetti di maggior rilievo, il Living Farming Tree, orto automatizzato high-tech, che consente la coltura di piante medicinali e aromatiche tramite l’esperienza interattiva IoT (Internet of Things), basata su processi di gamification.

Al contempo, con le tecnologie sviluppate, Hexagro supporta il progetto sociale “Siembra Vertical” nei paesi in via di sviluppo, con focus sulla messa a punto di sistemi a basso costo e altissima produttività, che possono far risparmiare fino al 90% di acqua, il 70% di fertilizzante e portare a coltivazioni fino a 3 volte più veloci grazie al metodo di aeroponica ad alta pressione. Le torri aeroponiche, metodo di coltivazione senza l’uso di terreno o di crescita nel suolo, possono infatti aiutare l’agricoltura tradizionale a sostenere le enormi sfide legate ai cambiamenti climatici.

Nell’ottica di valorizzare la cultura d’impresa, il centro ricerche Salazzurra di Gruppo CAP si conferma sul piano nazionale “startup incubator”, ponte tra le nuove realtà imprenditoriali e i mercati globali, con l’obiettivo di accompagnare le imprese più innovative nel loro percorso di crescita verso la definizione di nuove applicazioni dell’acqua e dei suoi scarti in ottica di economia circolare.

Nella nuova sede del centro all’Idroscalo sono già presenti altre startup innovative. La canadese The Rainmaker Enterprise, il cui fondatore James Thuch Madhier, sta lavorando a stretto contatto con geologi, analisti ed esperti di Gruppo CAP per studiare un piano di fattibilità nella individuazione dei siti ottimali per scavare nuovi pozzi nel Sud Sudan da equipaggiare con pompe e pannelli solari. L’italiana Bluetentacles invece, propone innovative soluzioni tecnologiche in grado di irrigare secondo le dinamiche dell’agricoltura di precisione, applicandole a impianti preesistenti che adottano turni a schedulazione oraria. Grazie all’integrazione di parametri climatici e ambientali, alla sensoristica di campo e a un sistema di supporto alle decisioni, Bluetentacles è in grado di irrigare quando davvero è necessario.

Se Gruppo CAP offre il know how e l’esperienza nella ricerca, Seeds&Chips contribuisce al sostegno dell’iniziativa grazie al supporto strategico e alla sua rete di contatti e competenze, e offre alle startup un percorso di accelerazione nella definizione di un business model adeguato al mercato. Un programma di mentoring vero e proprio che si integra al calendario di workshop e a un processo di networking con le altre giovani startup volto a incentivare lo scambio di conoscenze.



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • rifiuti Nordea
    Non solo ambiente: il riciclo dei rifiuti può anche generare profitto

    Il mondo sembra invaso da immondizia. Almeno questa è la percezione che emerge quando si controllano le previsioni riguardanti l’aumento della produzione globale di rifiuti. Secondo la Banca Mondiale, infatti, per il 2050, l’immondizia creata a livello...

  • Terza stagione della serie di video “Coltiva in modo diverso” di DigiKey

    La terza stagione della serie video di Digikey presenta tre episodi che offrono uno sguardo sul futuro dell’agricoltura per capire quali innovazioni alimenteranno la prossima generazione della produzione alimentare globale. La serie di video esplora come la...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Start.Hub IUAV
    Start.Hub, dove nascono le start-up che faranno la differenza

    200 studenti e studentesse hanno dato il via a Start.Hub, il percorso di formazione sull’imprenditorialità dell’Università Iuav di Venezia. Iuav Start.Hub punta a individuare startup dedicate al progetto sostenibile inteso come cura e manutenzione dell’ambiente costruito, a...

  • Nasce la community digitale italiana delle acque

    Investire in tecnologie digitali per migliorare l’efficienza e la sostenibilità del servizio idrico: questa è la sfida che il Gruppo Acqua della Fondazione per la Sostenibilità Digitale intende affrontare con la creazione della Community Italiana delle Acque, la...

  • Accadueo Bari
    Accadueo, la fiera del settore idrico arriva a Bari il 27 e 28 novembre

    Accadueo, l’appuntamento internazionale per i professionisti del settore idrico organizzato da BolognaFiere Water&Energy – BFWE, si espande e arriva per la sua diciassettesima edizione in Puglia, a Bari. Da quest’anno, negli anni pari, Accadueo si svolgerà presso...

  • Bosch Rexroth Caffini sprayer
    Agritech, Bosch Rexroth rende più efficienti gli sprayer di Caffini

    È lunga un secolo la storia di Caffini, iniziata nel 1924 in forma di piccola officina di paese, trasformatasi poi in concessionaria per la vendita di macchine agricole destinate ai trattamenti antiparassitari, fungicidi e altro. Infine, dal 1978,...

  • Celle SOC AMPS
    La decarbonizzazione passa per la produzione di celle a ossidi solidi SOC

    L’elettrificazione si configura come scelta primaria nel complesso processo di decarbonizzazione. Tuttavia, la sua applicazione non è sempre tecnicamente fattibile o conveniente dal punto di vista economico. Vi sono infatti settori che richiedono soluzioni alternative all’elettrificazione e...

Scopri le novità scelte per te x