Energia da fonti rinnovabili, i risultati di ABB sono incoraggianti

Pubblicato il 27 marzo 2020

Il cambiamento climatico è una delle sfide più urgenti del mondo moderno. La stragrande maggioranza di ambientalisti e climatologi concorda sul fatto che l’attività umana abbia causato un incremento delle temperature globali nell’ultimo secolo. Le aziende sono responsabili per circa due terzi del consumo mondiale di elettricità, pertanto svolgono un ruolo importante nella gestione della crisi climatica.

Combattere il cambiamento climatico e aumentare l’efficienza energetica sono due obiettivi centrali nella strategia aziendale di ABB: i motori e azionamenti funzionano in modo efficiente, affidabile e sicuro. L’impegno dell’azienda per la sostenibilità comprende anche la riduzione dell’impatto ambientale delle attività operative. In particolare, riducendo i consumi energetici e aumentando l’utilizzo di energia rinnovabile.

Il business Motion di ABB ha lanciato l’iniziativa “elettricità verde” per promuovere l’utilizzo di forme di energia rinnovabile presso i suoi impianti, uffici e fabbriche. Nel 2018 solo l’8 percento dell’elettricità acquistata da ABB era verde. Il Global Motion HSE Team ha deciso di acquistare certificati energetici EAC (Energy Attribute Certificate) al fine di ottenere un effetto immediato sulla riduzione delle emissioni di CO2 in attesa di finalizzare un piano strategico di misure a lungo termine, come investimenti in efficienza energetica e generazione di energia rinnovabile in loco. Ogni EAC certifica che un megawattora di elettricità venga generato e immesso in rete da una fonte rinnovabile idonea.

La prima fase dell’iniziativa per l’elettricità verde ha coinvolto le sedi di Shanghai e Pechino in Cina, Fort Smith, Flowery Branch, Ozark, New Berlin e Saint Louis negli Stati Uniti, e Faridabad in India. Oltre a questa importante azione, i siti ABB in tutto il mondo stanno promuovendo l’efficientamento energetico e l’utilizzo di energia verde per ridurre sia i costi energetici sia le emissioni di CO2.

Ad esempio, quest’anno la fabbrica di azionamenti a Pechino ha adottato un Sistema di Gestione dell’Energia secondo la norma ISO 50001 e nove impianti Nema e MPT negli Stati Uniti sono stati interamente convertiti all’illuminazione a LED, più efficiente e più ecologica.

Grazie all’iniziativa per l’elettricità verde e all’impegno di tutte le strutture locali, ABB ha ridotto le sue emissioni globali di gas serra del 49 percento rispetto al 2013, raggiungendo così l’obiettivo di sostenibilità del Gruppo per il 2020. In prospettiva dovranno essere condivise in modo più sistematico le best practice e dovrà essere definita una strategia efficace per raggiungere l’obiettivo del 100% di energia rinnovabile.

In Italia, tutte le sedi ABB utilizzano il 100% di elettricità da fonti rinnovabili già dal 2016. Ciò, unito all’aumentata consapevolezza di tutti i dipendenti ed agli investimenti in efficienza energetica, ha contribuito a ridurre le emissioni di gas serra di Motion Italia del 58% rispetto al 2013.



Contenuti correlati

  • ABB, conformità con i gas refrigeranti A2L e A3

    Nel mondo della produzione di unità HVACR, la sicurezza è sempre al primo posto, soprattutto quando si tratta di refrigeranti di categoria A2L e A3, dove i rischi sono elevati e di varia natura. Per garantire la...

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

Scopri le novità scelte per te x