Come può l’eProcurement migliorare la sostenibilità?

Pubblicato il 14 maggio 2021

Di Francesco Gardenal, Product Owner Vortal

L’importanza della sostenibilità è cresciuta costantemente negli ultimi anni e la pandemia Covid ha ulteriormente rinnovato l’attenzione verso questo tema, in particolare considerandone le implicazioni per il procurement.

Se da un lato la necessità di garantire la continuità delle forniture nel pieno dell’emergenza può aver portato al sacrificio di criteri relativi alla sostenibilità in favore di approvvigionamenti tattici, dall’altro, l’opportunità di ripensare e ricostruire le pratiche di procurement aperta dalla crisi permette oggi di dare nuovo valore e concretezza a questi temi.

Inoltre, alcune analisi dimostrano che le aziende che performano ad alti livelli sui temi relativi alla sostenibilità hanno subìto meno gli effetti della crisi e appaiono in pole position nell’attuale fase di ripartenza.

Il concetto di sostenibilità si declina in tre dimensioni:

  • ambientale: riduzione dell’inquinamento e di altre esternalità negative del processo produttivo e della distribuzione;
  • sociale: rispetto dei diritti dei lavoratori che operano a tutti i livelli della catena del valore;
  • economico: ottenimento del miglior rapporto qualità/prezzo.

La digitalizzazione dei processi legati al ciclo degli approvvigionamenti può produrre impatti positivi in tutte le dimensioni della sostenibilità, perché permette di: 1) ridurre il consumo di risorse materiali nel processo di approvvigionamento, 2) rimuovere gli ostacoli alla partecipazione delle migliori aziende, 3) aumentare la qualità delle strategie di procurement e 4) semplificare la realizzazione di procedure in grado di stimolare l’innovazione.

Il primo impatto, legato alla riduzione del consumo di risorse materiali è il più intuitivo, l’utilizzo di una piattaforma web consente la totale dematerializzazione del processo, azzerando l’imponente consumo di carta delle gare d’appalto e limitando i costi di archiviazione. Inoltre, grazie alla collaborazione da remoto si elimina la necessità di spostamenti fisici, riducendo l’inquinamento.

Aumentare la sostenibilità degli acquisti richiede di mettere in competizione gli operatori economici migliori, una piattaforma di eProcurement moderna e multilingua consente innanzitutto di estendere rapidamente il bacino dei fornitori anche a livello internazionale. Inoltre, abilita la possibilità di qualificare e valutare le aziende in modo più completo e strutturato, anche grazie all’integrazione di rating di sostenibilità ESG ed all’aumento della visibilità sulle aziende ai vari livelli della supply chain.

La tecnologia ha anche il compito di semplificare l’adozione delle pratiche migliori in ciascuna procedura, migliorando la qualità dei risultati. Ad esempio, l’applicazione di requisiti legati alla sostenibilità, come i Criteri Ambientali Minimi, ad una procedura è semplificato grazie all’uso di librerie di requisiti standard, che possono essere associati automaticamente alle gare delle categorie merceologiche rilevanti. Inoltre, l’eProcurement consente di ricavare semplicemente informazioni utili dalla grande mole di dati gestiti, individuando ad es. quali strategie di gara hanno ottenuto i risultati migliori dal punto di vista della sostenibilità.

Infine, le procedure in grado di realizzare gli impatti (ad es. sociali) più significativi sono quelle “innovative”, in cui si richiede ai concorrenti di proporre soluzioni e processi inesistenti prima.  L’eProcurement facilita la realizzazione di queste complesse iniziative, favorendo e semplificando la collaborazione tra i buyer, specie nella fase di definizione delle esigenze e della strategia di gara. L’aggregazione dei fabbisogni di acquisto di diverse aziende permette quindi di acquisire la forza negoziale necessaria per incentivare il mercato a realizzare gli importanti cambiamenti legati alla sostenibilità di cui abbiamo bisogno oggi.



Contenuti correlati

  • Anipla TechTalk: sistemi di controllo e digitalizzazione

    Proseguono gli Anipla TechTalk, gli incontri online organizzati da Anipla, Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione, caratterizzati da un formato snello e ideale per permettere, in meno di un’ora, l’approfondimento di temi fondamentali dell’automazione e dell’attualità tecnologica.  ...

  • Pressofusioni Fiorentine più sostenibile grazie a Schneider Electric

    PF Pressofusioni Fiorentine S.r.l. è un gruppo specializzato nel settore dello stampaggio in pressofusione di minuterie metalliche ed accessori per l’alta moda, quali illuminazione, serramentistica, automotive ed oggettistica. Trattano materiali come la zama e l’ottone e lavorano...

  • Marlic
    Marlic: il progetto per economia circolare e materiali compositi

    Presso il Chemistry Interdisciplinary Project (ChIP), innovativo Centro di Ricerca dell’Università di Camerino, si è tenuta il 20 aprile l’Assemblea Plenaria del progetto Marlic, co-finanziato dalla Regione Marche. La giornata è stata aperta dai saluti del Rettore...

  • Vanzetti Engineering Pompa Criogenica
    Pompe ad alta pressione per il settore navale di Vanzetti Engineering

    Vanzetti Engineering ha incrementato considerevolmente la propria fornitura di pompe ad alta pressione per il settore navale, in risposta ad una accresciuta esigenza di questa tipologia di prodotto per i sistemi di alimentazione per motori navali. Dal...

  • PNRR e transizione tecnologica: da qui riparte il Sistema Italia

    Per risollevare l’economia dell’Italia appena colpita dalla pandemia di COVID-19, il Governo ha deciso di stanziare finanziamenti che permettano alle imprese di investire in diversi ambiti, come digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale. Da qui...

  • Energie rinnovabili, tre miti da sfatare sul fotovoltaico

    Le energie rinnovabili sono destinate ad una crescita estremamente importante nei prossimi anni. In Europa si stima infatti che entro il 2026 il solo fotovoltaico potrebbe costituire quasi la metà della potenza energetica globale. Il 2021 si...

  • alluminio Metef
    Riciclo, Italia terza al mondo nel recupero dell’alluminio

    Negli ultimi anni l’Italia ha dato prova di avere un sistema produttivo all’avanguardia dal punto di vista del riciclo dell’alluminio, grazie alla capacità di recupero e riutilizzo del 70% del metallo utilizzato nelle diverse applicazioni, e per...

  • idrogeno H2ere Network
    H2ere Network, la piattaforma per lo sviluppo dell’idrogeno

    La filiera italiana dell’idrogeno è sempre più interconnessa. Assolombarda, H2IT – Associazione italiana idrogeno e celle a combustibile e LE2C – Lombardy Energy Cleantech Cluster lanciano H2ere Network, la nuova piattaforma digitale che funge da punto di...

  • Zero emissioni per gli shampoo e i prodotti Beauty Care di Henkel

    Il sito produttivo di Henkel a Wassertrüdingen, in Germania, ha completato la conversione energetica e raggiunto la piena neutralità carbonica, azzerando le emissioni di CO2 legate alla produzione di molte referenze Beauty Care, inclusi marchi e prodotti...

  • Earth day, come le aziende possono diventare più sostenibili grazie alla tecnologia secondo Dynabook

    In occasione dell’Earth Day, che ricorre il 22 aprile, Dynabook Europe GmbH, azienda giapponese all’avanguardia da oltre tre decenni nella fornitura di prodotti e soluzioni di massima qualità e affidabilità, ha condiviso una serie di azioni che...

Scopri le novità scelte per te x