Citelum contribuisce a realizzare smart grid e smart city in Valle Sabbia

Pubblicato il 26 aprile 2021
citelum valle sabbia smart city smart grid

In un momento storico in cui temi come la sicurezza, la sostenibilità, la valorizzazione e la connessione degli spazi urbani sono divenuti ormai una priorità nell’agenda delle Amministrazioni Pubbliche, l’illuminazione rappresenta una straordinaria opportunità di intervento per le Amministrazioni stesse: le infrastrutture di pubblica illuminazione, infatti, grazie all’avvento della tecnologia LED, sono oggi in grado di garantire livelli di efficienza e di prestazione prima impensabili, a fronte di una significativa riduzione dell’impatto ambientale del servizio, oltre a costituire il driver ideale per lo sviluppo di soluzioni in ottica smart ad elevato valore aggiunto per la Città ed i cittadini.

È in questo contesto che la Comunità Montana di Valle Sabbia ha promosso, in qualità di capofila, un ambizioso progetto che prevede un investimento di 45 milioni (iva esclusa) in 16 anni, cui hanno aderito ben 31 Comuni della stessa Valle Sabbia e dell’est Bresciano e che ha come obiettivo la riqualificazione strutturale e l’efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica, nonché l’implementazione di innovativi servizi di Smart City, in tutte le città che partecipano all’iniziativa.

La realizzazione del progetto – inedito sul panorama italiano per scala, estensione e complessità – è stata affidata a Citelum – società del Gruppo EDF.

Il progetto prevede importanti interventi, che riguarderanno la quasi totalità del perimetro impiantistico di pubblica illuminazione – con la posa di circa 30.000 nuovi apparecchi a LED di ultima generazione, dotati di tecnologie digitali per la regolazione e la gestione remota da una Centrale di Controllo – e che garantiranno un risparmio energetico superiore al 72%, riducendo i consumi futuri a meno di un terzo di quelli attuali, con tutti i vantaggi che ne conseguiranno in termini di contenimento della spesa pubblica e di riduzione dell’inquinamento luminoso. Il risparmio energetico sopra descritto si tradurrà infatti in un abbattimento delle emissioni di gas serra in atmosfera, per un valore compreso tra 4.400 e 4.600 tonnellate di CO2 all’anno, il che – assumendo che un albero assorba in media 30kg/CO2 all’anno – equivarrà ad aver piantato tra 150 e 155 mila nuovi alberi.

Sul fronte Smart City, si prevede la realizzazione di una smart grid a copertura dell’intero territorio, con l’attivazione di una serie di servizi smart (videosorveglianza, sistemi di ricarica per veicoli elettrici, hotspot wi-fi, sistemi di sensoristica per il rilevamento del meteo e della qualità dell’aria, pannelli a messaggio variabile, sistemi di illuminazione adattiva, totem informativi multimediali, dispositivi di smart health care), progettati sulla base delle specificità e delle esigenze di ciascuno dei Comuni che hanno aderito al progetto.

“Come Comunità Montana ci siamo posti l’obiettivo non solo di riqualificare l’illuminazione pubblica aggiungendo un nuovo tassello al più ampio progetto di Smart City, ma con esso anche di incrementare e garantire una sempre maggior sicurezza grazie ai sistemi integrati di videosorveglianza” afferma Giovanmaria Flocchini, Presidente della CMVS, proseguendo: “La volontà di essere sempre tecnologicamente all’avanguardia è il motore che guida tutti i progetti delle amministrazioni valsabbine che hanno come focus il miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Tutto questo sarà possibile grazie ad una sapiente e paziente opera di aggregazione territoriale realizzata guardando al bene del territorio con progetti di altissimo valore strategico”.

Raffaele Bonardi, CEO di Citelum Italia, afferma: “L’illuminazione pubblica costituisce un veicolo essenziale per un’adeguata evoluzione dei contesti urbani, nella misura in cui permette di intervenire su aspetti cruciali della vita delle collettività: la sicurezza e l’accessibilità degli spazi, il miglioramento della loro percezione estetica, il conseguimento di determinati standard di sostenibilità ambientale, con risultati impattanti sia in termini di efficienza energetica che in termini di economia circolare. Da questo punto di vista, il progetto di riqualificazione ed efficientamento degli impianti di pubblica illuminazione di ben 31 Comuni valsabbini e bresciani, promosso dalla Comunità Montana di Valle Sabbia e alla cui realizzazione Citelum avrà il piacere di contribuire con la propria esperienza internazionale e l’impiego delle più sofisticate tecnologie made in Italy, consentirà di portare una nuova luce ed una nuova energia a territori di grande valore paesaggistico ed ambientale e a comunità ricche di storia e di tradizioni, valorizzandole e rendendole protagoniste del loro futuro”.



Contenuti correlati

  • Innovazione, collaborazione e sostenibilità

    Festo guida la trasformazione verso un futuro sostenibile, offrendo soluzioni all’avanguardia per l’automazione industriale Il mercato attuale presenta sfide significative, come le rapide evoluzioni tecnologiche e gli scenari normativi in continua evoluzione. Le aziende devono dimostrare grande...

  • Stefano Cappello Limenet startup
    Le start-up che accelerano il Net Zero con lo stoccaggio della CO2 nel mare

    L’Oceano è il più grande serbatoio di carbonio del pianeta, un sistema naturale che assorbe l’anidride carbonica in eccesso dall’atmosfera e la immagazzina. Circa il 25-30% di CO2 immessa in atmosfera nel corso in tutta l’era industriale...

  • Direttiva CSRD, i nuovi obblighi per essere sostenibili

    La Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD) è stata varata dalla Commissione Europea allo scopo di promuovere pratiche commerciali improntate alla sostenibilità sia negli scambi che avvengono tra le aziende dell’Unione che in quelli riguardanti le importazioni extra...

  • Compressori Mattei rotativi a palette a velocità variabile

    Performance superiori, eco-sostenibilità, risparmio energetico, alto contenuto tecnologico e innovativi sistemi di controllo, raffreddamento e recupero del lubrificante. Sono gli elementi che caratterizzano le serie di compressori RVD e RVDi, ultimi nati in casa Mattei. Il dipartimento...

  • Fanuc CDP Climate A List
    Robot amici dell’ambiente: Fanuc è nella Climate A List di CDP

    Fanuc è stata riconosciuta come eccellenza nella sostenibilità aziendale e lotta al cambiamento climatico dall’organizzazione internazionale no-profit CDP, assicurandosi per la prima volta il posto nella sua esclusiva “A List” annuale. CDP (Carbon Disclosure Project) monitora regolarmente...

  • Gestione efficiente e sostenibile dell’acqua con Control Techniques

    L’approvvigionamento idrico in aree remote dove non esistono fonti di energia elettrica o dove la fornitura energetica non è affidabile diventa complesso da gestire e necessita di una soluzione sicura ed efficiente. È qui che entra in...

  • italpreziosi b corp
    Sostenibilità d’oro per Italpreziosi che ottiene la certificazione B Corp

    Italpreziosi ha reso noto, in occasione dei festeggiamenti per il traguardo del 40° anniversario, di aver ottenuto la certificazione B Corp. Italpreziosi, già società Benefit, entra così a far parte di un movimento globale di aziende che guidano...

  • Giornata Mondiale dell’Acqua

    Ogni 22 marzo, il mondo celebra la Giornata Mondiale dell’ Acqua, istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite per mettere in evidenza l’importanza vitale di questa risorsa. Quest’anno, TÜV Italia vuole riflettere sull’urgente necessità di preservare le risorse...

  • Da Panasonic e Tado pompe di calore smart per la transizione energetica

    La partnership tra tado° e Heating & Ventilation A/C Company di Panasonic Corporation offre un mix di tecnologie e prodotti all’avanguardia per il settore delle pompe di calore, che prevedono un controllo del riscaldamento intelligente. Questa collaborazione...

  • Riciclo e tracciabilità della plastica: il caso Relicyc alla Settimana della Sostenibilità

    Relicyc è tra i protagonisti della Settimana della Sostenibilità 2024, l’evento organizzato da Confindustria Veneto Est dal 19 al 22 marzo per diffondere la cultura dello sviluppo sostenibile tra le imprese del territorio. Primaria realtà nel settore...

Scopri le novità scelte per te x