Eaton e bilanciamento della rete: l’accumulo di energia può fare la differenza in un sistema energetico decentralizzato

Grazie al sistema xStorage Buildings, gli edifici pubblici diventano “prosumer”: la scuola di Tvedestrand, ad esempio, gestisce fino a 680.000 kWh in uscita all’anno provenienti dall’impianto solare

Pubblicato il 6 maggio 2022

Con la decarbonizzazione delle economie, l’accumulo dell’energia diventerà sempre più importante per contribuire a bilanciare la fornitura e la domanda nelle reti nazionali. Il funzionamento di un sistema energetico decentralizzato dipende dal bilanciamento di flussi intermittenti e variabili: in tale contesto, gli edifici in grado di generare e gestire la propria energia rinnovabile proveniente da risorse quali impianti solari ricopriranno quindi un ruolo di rilievo.

Molte città di medie e grandi dimensioni in tutta Europa stanno valutando come trasformare edifici quali scuole e ospedali in efficaci “prosumer” energetici (ovvero produttori e consumatori di energia allo stesso tempo), al fine di aiutare a bilanciare la rete nel modo corretto. Eaton, con il suo sistema xStorage Buildings, supporta proprio questo tipo di logica, dimostrando l’efficacia di un sistema per l’accumulo dell’energia negli edifici pubblici.

Tra i più recenti casi di successo, la scuola superiore di Tvedestrand in Norvegia, aperta nel 2020 e dotata di un impianto solare di 4.400 metri quadrati che copre quasi l’intera superficie del tetto dell’edificio. Costruita con materiali sostenibili, la struttura include anche una serie di funzionalità per il risparmio energetico.

In tale contesto, il sistema intelligente e digitalizzato di Eaton per l’accumulo dell’energia contribuisce alla strategia energetica della scuola, gestendo fino a 680.000 kWh in uscita all’anno provenienti dall’impianto solare. L’energia proveniente dalla rete viene quindi sostituita con quella generata dai pannelli solari, così da mitigare i picchi di consumo durante la giornata scolastica.

Quando non viene prodotta sufficiente energia solare, il sistema attinge all’energia della rete nei periodi in cui la domanda è più bassa – spesso durante la notte – e la accumula per poi utilizzarla quando necessario: in questo modo, la scuola registra considerevoli risparmi in termini economici, in quanto l’energia raccolta al di fuori dei picchi di domanda è la più economica. Al contrario, quando la produzione di energia solare è elevata, la scuola conserva quella in eccesso nel sistema xStorage per poi venderla alla rete.

Il ruolo di questo tipo di sistema nel bilanciamento della rete è evidente. Come qualsiasi produttore, quando la scuola dispone di energia in eccesso, desidera venderla; allo stesso modo, gli operatori di rete sono sempre più spesso intenzionati a comprare energia dai prosumer, soprattutto nei periodi di picco, in quanto l’elettrificazione sta portando a un importante incremento della domanda (si pensi, ad esempio, alla quantità crescente di veicoli elettrici presenti sulle strade di tutta Europa).

Con l’accelerazione del ritmo dell’elettrificazione e della decarbonizzazione, la maggior parte dei Paesi sta valutando come gestire le fonti di energia distribuita nel modo più efficace possibile (ad esempio grazie agli impianti solari).

“Eaton è stata scelta come fornitore poiché in grado di offrire una soluzione con batterie rigenerate. Tale decisione è stata guidata da aspetti tecnici e ambientali: stiamo usando Tvedestrand come campione per l’implementazione e lo sfruttamento futuro di batterie”, ha dichiarato Jarl B Pedersen, del comune della contea di Agder.

“Questo progetto dimostra come un edificio pubblico, come una scuola, possa aggiungere capacità ai mercati della flessibilità energetica, far risparmiare sulle bollette dell’energia ed essere più sostenibile, unendo la generazione locale di energia rinnovabile alla tecnologia per l’accumulo dell’energia”, ha concluso Paolo Tagliabue, Segment Marketing Manager divisione Energy Storage, Eaton Italia.

Fonte foto apertura Pixabay_akitada31



Contenuti correlati

  • Green Tech: sono 78 gli unicorni del settore. E l’Italia cerca il suo

    South Pole, fondata in Svizzera e operante in 50 paesi con 23 sedi e 700 dipendenti, opera nel crescente settore della mitigazione climatica. Negli ultimi 7 anni le startup green che hanno assunto valorizzazioni superiori al miliardo...

  • Meno consumi e più sostenibilità, con nuovi motori e azionamenti

    La sostituzione delle installazioni obsolete con nuovi motori più efficienti ed ecologici comporta importanti vantaggi per l’ambiente e lo sfruttamento delle risorse, oltre che per i costi di produzione e quindi per la competitività. Leggi l’articolo

  • ABB investe nella startup climate tech Tallarna

    ABB ha avviato una partnership strategica con Tallarna Ltd, una start-up britannica che opera nel settore delle tecnologie per il clima, per accrescere il proprio portafoglio di tecnologie per la gestione energetica. Utilizzando l’analisi dei dati basata...

  • Enea TeaTek Marta fotovoltaico
    Enea e TeaTek collaborano per il fotovoltaico intelligente

    Ottimizzare la produzione energetica degli impianti fotovoltaici per accrescere le rese e ridurre le perdite grazie all’intelligenza artificiale. È quanto realizzeranno Enea e TeaTek nel progetto Marta, che conta su un finanziamento di 4,6 milioni di euro...

  • ABB Lituania treni carbon neutral
    ABB supporta l’elettrificazione dei treni carbon neutral in Lituania

    ABB continua il suo impegno nell’innovazione ferroviaria sostenibile siglando un contratto per la fornitura di quadri e apparecchiature a 25 kV per l’elettrificazione di una linea ferroviaria a emissioni zero per le ferrovie lituane. I treni elettrici...

  • Trattori formato Tesla

    Le promesse di riduzione dei costi energetici, aumento della produttività e miglioramento dell’affidabilità, associate alla pressione derivante dalla regolamentazione delle emissioni, stanno alimentando una rapida innovazione in molte tipologie di Nrmm, le ‘macchine mobili non stradali’ Leggi l’articolo

  • EnergRed fotovoltaico crescita
    Ci sono grandi potenzialità di crescita per il fotovoltaico in Italia

    Il fotovoltaico, risorsa per la quale il nostro Paese è particolarmente favorito, potrebbe crescere di 6 volte. Il potenziale aumento della produzione relativamente al fotovoltaico è infatti pari a 126 GW addizionali, circa 6 volte la capacità...

  • Elmec Solar comunità energetiche
    Le comunità energetiche rinnovabili potrebbero garantire il 40-45% del fabbisogno energetico italiano

    Le comunità energetiche possono essere una risorsa strategica per il fabbisogno nazionale ma l’Italia sconta ancora un ritardo dovuto alla mancanza di adeguati decreti attuativi, che consentano un’accelerazione nello sviluppo di questo asset importante per l’approvvigionamento energetico...

  • Sistema di accumulo di energia per installazione outdoor da Socomec

    Con la transizione energetica e gli obiettivi di decarbonizzazione dell’Unione Europea entro il 2030 che incentivano l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile, i sistemi di accumulo sono soluzioni sempre più richieste sul mercato. L’accumulo di energia è...

  • Stabilito il record del treno passeggeri più lungo del mondo, firmato ABB

    Il 29 ottobre 2022, la Ferrovia Retica (RhB) in Svizzera ha stabilito il nuovo record del treno passeggeri più lungo del mondo, con il supporto del suo partner tecnologico di lunga data ABB. Questo risultato è certamente...

Scopri le novità scelte per te x