Impianto di quadrigenerazione per lo stabilimento Coca-Cola di Marcianise

Pubblicato il 22 luglio 2016

Ener-G ha curato la progettazione, l’installazione e l’avviamento di un impianto di quadrigenerazione presso lo stabilimento produttivo di Coca-Cola HBC Italia di Marcianise (CE), il più grande della multinazionale nel Sud Italia. L’impianto da 1287 kW elettrici è stato realizzato con un investimento di quasi due milioni di euro e produrrà energia elettrica, acqua calda, vapore ed energia frigorifera, coprendo circa il 60% del fabbisogno energetico dello stabilimento e riducendo del 15% le emissioni di CO2, con un risparmio di 1.343 tonnellate di CO2 l’anno.

Christian Stella, Managing Director di Ener-G Italia, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti della collaborazione con Coca-Cola HBC Italia, parte del Gruppo Coca-Cola Hellenic, leader europeo e mondiale di sostenibilità nel settore del beverage. I processi produttivi specifici delle aziende di questo settore richiedono il consumo di notevoli quantità di energia, come ad esempio la somministrazione di calore per cotture, sterilizzazioni o la refrigerazione di processo, acqua calda e vapore sia per la lavorazione dei prodotti che per la pulizia degli impianti. Una corretta gestione dell’energia utilizzata attraverso l’installazione di un impianto di cogenerazione rappresenta uno degli investimenti più lungimiranti in questo campo, con numerosi vantaggi in termini di maggior efficienza dell’impianto, minori costi energetici, riduzione delle emissioni di CO2 e con i migliori tempi di ritorno”.

L’impianto di cogenerazione Ener-G presso lo stabilimento, in particolare, è funzionale a tutto il processo produttivo e alle linee di imbottigliamento, grazie alla produzione di vapore che viene destinato principalmente al lavaggio delle bottiglie; l’acqua calda prodotta dal raffreddamento della camicie viene destinata alla produzione di acqua refrigerata, che viene inviata alla linea produttiva e utilizzata per il raffreddamento dell’acqua di imbottigliamento. Acqua calda, vapore e acqua refrigerata vengono inviati all’area produttiva tramite un lungo pipe-rack realizzato da Ener-G. L’impianto, con un funzionamento previsto di 6.500 ore l’anno, coprirà circa il 60% del fabbisogno di energia elettrica, la quasi totalità del fabbisogno di vapore e l’80% del fabbisogno di energia frigorifera dello stabilimento.

A seguito della diagnosi energetica che ha permesso di fare un’analisi puntuale dei consumi e dei flussi produttivi e un censimento dei macchinari, Ener-G ha identificato i parametri di partenza (situazione baseline) e le migliori tecnologie applicabili al contesto industriale, per poi calcolare il possibile risparmio ottenibile, sia in termini di quantità di fonti primarie che, soprattutto, in termini economici. L’azienda ha quindi individuato la soluzione ottimale con un impianto di quadricogenerazione Ener-G E1280, equipaggiato con un genset MTU da 1287 kW elettrici, configurato in modalità containerizzata da Ener-G.  Al cogeneratore è abbinato un gruppo frigo ad assorbimento da 500kW e una caldaia a recupero per la produzione di vapore saturo alla pressione di 10 bar. L’impianto ha una produzione attesa di circa 7.500 MWh elettrici per anno e pieno recupero dell’energia termica prodotta, che consentiranno risparmi di circa il 40% dell’attuale costo dell’energia. A questo si aggiunge il beneficio di circa 550 titoli di efficienza energetica annui che genereranno un ulteriore saving.

Ener-G ha seguito anche tutto l’iter autorizzativo per i permessi di costruzione e la connessione dell’impianto alla rete elettrica nazionale e ha curato la progettazione e l’implementazione di importanti opere civili dovute alla particolare conformazione geofisica del terreno, che ha necessitato la realizzazione di una nuova platea palificata, su cui è posizionato l’impianto.

Ener-G, infine, si occupa della manutenzione e del sistema di controllo dell’impianto con EPower, il Remote Management System (RMS) brevettato da Ener-G, che permette il controllo completo dell’impianto connettendosi al controllore locale installato a bordo di ciascuna unità. Il sistema prevede un Touch screen 7’’ bordo quadro con interfaccia user friendly e collegamento ADSL, controllabile anche da remoto tramite smartphone/tablet e sorveglianza remota dal centro assistenza Ener-G.



Contenuti correlati

  • ENEA con Environment Park per progetti di eco-innovazione

    Realizzare progetti e iniziative congiunte nel campo della ricerca, dell’innovazione, dell’assistenza tecnica e della formazione in settori di comune interesse, con particolare riferimento ai temi dell’energia, dell’ambiente e dell’efficienza energetica negli usi finali. E’ questo il principale...

  • Biocarburanti dai liquami: la sfida della tecnologia MABS

    Negli ultimi anni qualità dell’ambiente ed energie alternative sono stati gli argomenti più pressanti a livello globale. Nel campo della depurazione delle acque, nonostante lo sviluppo di biotecnologie moderne più efficienti, i depuratori restano uno dei costi...

  • Le opportunità del fotovoltaico in Africa

    Il futuro dell’energia, in Italia e nel mondo, è nel fotovoltaico. Lo sottolinea Gianni Silvestrini, presidente del Comitato Scientifico di Key Energy, il principale appuntamento fieristico nazionale dedicato alle energie rinnovabili (Fiera di Rimini, 7-10 novembre 2017), nella...

  • Frost & Sullivan, in crescita le innovazioni per la gestione dell’energia

    La domanda di energia efficiente e sostenibile si sta intensificando in seguito all’aumento globale degli standard di vita, della digitalizzazione e della crescita economica. I progressi tecnologici nelle piattaforme di gestione, le soluzioni di automazione e di...

  • IBM offre risorse agli scienziati per la ricerca per clima e ambiente

    Con l’accelerazione dei cambiamenti climatici, IBM sta spronando la comunità scientifica di tutto il mondo mettendo a disposizione una considerevole quantità di risorse informatiche, dati meteorologici e servizi su cloud per aiutare i ricercatori a esaminare gli...

  • Bestack premia le idee “sostenibili” dei bambini

    Bestack, il consorzio non profit di ricerca dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta, promuove da alcuni anni nelle scuole elementari italiane il Progetto delle Buone Idee, un’iniziativa ludico didattica nata con lo scopo...

  • SEN 2017, pompe di calore al centro delle riqualificazioni immobiliari

    “Dall’esame del documento in consultazione possiamo affermare che la Strategia energetica nazionale 2017 ha raccolto ed evidenziato quanto Assoclima afferma da anni in merito al potenziale dei sistemi a pompa di calore sia per il raggiungimento degli...

  • Fa tappa a Bologna la scuola per contrastare i cambiamenti climatici

    38 giovani provenienti dalle università di tutta Europa hanno studiato a Bologna soluzioni e nuovi business per il contrasto ai cambiamenti climatici. Alla fine del percorso di studi, i partecipanti dovranno elaborare un proprio progetto di impresa...

  • Xylem apre un Innovation Center per sviluppare le tecnologie idriche del futuro

    Xylem inaugura un centro di innovazione altamente tecnologico dedicato allo sviluppo delle future tecnologie di pompaggio per i settori dell’edilizia residenziale e commerciale. Xylem Innovation Center (XIC) sorge a Montecchio Maggiore, Vicenza, ed è stato progettato specificatamente...

  • Mitsubishi Electric, soluzioni integrate per controllo e gestione degli impianti di biomasse

    Mitsubishi Electric presenta a mcTER una serie di innovazioni tecnologiche fondamentali per il mondo della cogenerazione, sviluppate per migliorare la produttività, il controllo e la gestione degli impianti di biomasse. I processi produttivi delle centrali a biomasse...

Scopri le novità scelte per te x