Un label promuovere pratiche rispettose delle api

Lancio ufficiale del label europeo Bee Friendly, ideato e sviluppato dall’agenzia Agoodforgood per promuovere i prodotti rispettosi delle api.

Pubblicato il 3 aprile 2014

Il label europeo Bee Friendly è stato ufficialmente presentato al Salone Internazionale dell’Agricoltura il 24 febbraio 2014, in presenza di Stéphane Le Foll, Ministro dell’Agricoltura, dell’Agro-Alimentare e delle Foreste del Governo francese.

Questo label europeo è gestito e garantito dall’Associazione Bee Friendly, creata nel 2011 da tre organizzazioni di apicoltori: Unione Nazionale di Apicoltura Francese (Unaf) per la Francia, Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani (Unaapi) per l’Italia, l’European Beekeeper’s Association (Epba) per l’Europa.

L’obiettivo del label è quello di promuovere pratiche rispettose delle api e degli impollinatori. Si tratta di sensibilizzare i produttori e le aziende che fabbricano e distribuiscono prodotti della vita quotidiana all’importanza della sopravvivenza delle api – indicatore della qualità dell’ambiente – e incoraggiarli ad adottare pratiche che abbiano un impatto positivo sugli impollinatori e sui loro ecosistemi.

Il label Bee Friendly offre quindi ai consumatori l’opportunità di scegliere prodotti in armonia con il benessere degli impollinatori.

Coordinato da Agoodforgood e sviluppato da un gruppo di esperti – mondo delle api, agricoltura biologica e agro-alimentare – il label Bee Friendly mira a promuovere sistemi di produzione rispettosi degli impollinatori.

Un disciplinare rigoroso, basato su 27 criteri precisi e misurabili, è stato convalidato e controllato da un organismo di certificazione accreditato e indipendente, consentendo alle aziende partner di far conoscere la loro etica attraverso i prodotti labellizzati “Bee Friendly”.

Al momento, il label Bee Friendly è stato sviluppato in due settori – frutta e verdura, latticini – con il supporto di aziende pioniere, partner dell’Associazione: frutta e verdura con Demain la terre, l’Associazione di produttori di frutta e verdura impegnati in uno percorso ambientale e responsabile; latticini con Les 2 vaches, azienda che vende latticini bio e Sternenfair, azienda tedesca. Queste aziende pioniere hanno partecipato alla messa a punto del disciplinare insieme agli apicoltori, agli esperti e all’organismo di controllo.

In Francia, i primi prodotti “labellizzati” Bee Friendly dovrebbero arrivare sugli scaffali entro la fine del 2014. In Germania un gruppo di produttori di latte in Baviera, partner del label Bee Friendly vende già latte e burro Bee Friendly.

 

Agoodforgood: http://agoodforgood.org/it

Associazione Bee Friendly: http://www.certifiedbeefriendly.org



Contenuti correlati

  • Efficienza energetica per FICO Eataly World con le soluzioni Siemens

    Le più innovative tecnologie per l’automazione del building sono state implementate da Siemens Italia negli edifici che compongono FICO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World a Bologna. Il parco dell’agroalimentare più grande del mondo, aperto a metà novembre,...

  • Ddl Concorrenza, A.P.I.: ennesimo favore alle grandi imprese

    “In nome di una completa liberalizzazione del mercato elettrico viene smantellato un sistema che permetteva di contenere il prezzo dell’energia per le piccole imprese, facendole diventare automaticamente clienti di poche grandi imprese. Si perderà così il prezzo...

  • La liberalizzazione dei mercati energetici fa risparmiare le PMI

    La fine del mercato elettrico “tutelato”, che ha storicamente garantito condizioni più vantaggiose rispetto alla maggior parte di quelle proposte a libero mercato, potrebbe slittare al 1 luglio 2019 se venisse mantenuto l’emendamento di rinvio nel ddl...

  • Il dopo Expo per il Cnr

    Oltre 50 eventi, 800 speakers, 5.000 partecipanti, 200 collaborazioni principali, 40 istituzioni nazionali ed internazionali, 160 ricercatori e 7 dipartimenti del Cnr coinvolti, oltre 3.000 segnalazioni presso gli organi di informazione. Il Dipartimento di scienze bio-agroalimentari del...

  • Brasile e sostenibilità agroalimentare

    Un seminario, tenutosi a fine settembre presso il Padiglione del Brasile a Expo Milano 2015, ha esposto iniziative innovative e soluzioni sostenibili per rispondere alle sfide globali nell’ambito della sicurezza alimentare. Organizzato dall’Agenzia brasiliana di promozione delle...

  • A Ecomondo in scena l’economia circolare

    Guardano all’economia circolare i contenuti ‘faro’ della prossima edizione di Ecomondo, la grande esposizione europea dedicata allo sviluppo sostenibile che Rimini Fiera organizzerà dal 3 al 6 novembre 2015. “Abbiamo l’obiettivo”, spiega Fabio Fava, coordinatore scientifico del...

  • Efficienza energetica nell’agroindustria

    Nella cornice di Expo Milano il prossimo 16 settembre si discute di efficienza energetica nell’agroindustria, settore che consuma grandi quantità di combustibili fossili per la produzione di alimenti vegetali e animali. Il settore agroalimentare rappresenta un banco...

  • Tetra Pak Environment Research 2015

    L’indagine svolta quest’anno da Tetra Pak ha rivelato un crescente interesse tra i consumatori per i prodotti che abbiano determinate caratteristiche ambientali e la rinnovabilità. Per quanto riguarda le abitudini di acquisto, i due terzi del campione...

  • Ipack-Ima lancia la rivoluzione alimentare

    Fino a quando e come si potrà sostenere il sistema alimentare mondiale? Il quadro già oggi è allarmante: 800 milioni di malnutriti e 1,6 miliardi di obesi; il 40% del grano prodotto nel mondo che diventa carburante...

  • Monitorare la sostenibilità

    L’approccio degli italiani ai temi della sostenibilità è positivo anche in tempo di crisi e dimostra atteggiamenti concreti ed effettivi, di consumo e acquisto consapevoli, soprattutto in termini di sostenibilità ambientale. Un trend che coinvolge circa 20...

Scopri le novità scelte per te x