Thyssenkrupp punta a ridurre a zero il consumo energetico degli ascensori

Pubblicato il 15 maggio 2017

Thyssenkrupp Elevator ha progettato un’innovazione tecnologica per una mobilità urbana sempre più green: un quadro di manovra capace di integrarsi con tutti i componenti di un ascensore, anche molto vecchio e ridurre a zero il consumo di energia. Si tratta di un innovativo centro di controllo collegato a un sistema che permette di recuperare l’energia durante la frenata e a un pannello fotovoltaico poco più ampio della cabina, per azzerare totalmente il consumo dell’impianto.

Questa nuova tecnologia a “energia zero” migliora l’efficienza energetica di un ascensore anche quando non è in funzione, ovvero circa il 70% del tempo. Sono infatti presenti dei sensori intelligenti che inseriscono la modalità “stand-by” o “Hibernate” in modo da ridurre significativamente o azzerare la richiesta di energia dell’impianto.

Complessivamente gli edifici (per uso privato e pubblico) consumano il 40% dell’energia elettrica mondiale, il 10% della quale è rappresentata dai 12 milioni di ascensori presenti in tutto il mondo, che ogni giorno trasportano oltre 1 miliardo di persone. La ricerca e lo sviluppo di questa tecnologia rappresentano una svolta importante, considerando che in media un ascensore rimane in un edificio per circa 15 anni e che gli ascensori moderni e quindi energeticamente più efficienti, rappresentano solo il 6% del totale.

La fase di test, condotta da un ente terzo è stata molto rigorosa: il sistema è stato installato direttamente all’interno della sede del Fraunhofer USA Center for Sustainability Energy System, un edificio di oltre 100 anni nel cuore di Boston con l’obiettivo di trasformare la loro sede centrale in un centro di riferimento per l’efficienza energetica. Un focus particolare è stato dedicato alle diverse soluzioni possibili per migliorare l’efficienza energetica ammodernando gli edifici esistenti.

Gli ascensori che creano energia, convertendo l’energia cinetica in elettricità riutilizzabile all’interno di un edificio, sono già in uso. thyssenkrupp ha installato questa soluzione all’interno del One World Trade Center a New York, dove gli ascensori rigenerano una quantità di energia necessaria ad alimentare l’intero sistema di illuminazione.

thyssenkrupp_ascensore_2

“I consumi degli ascensori sono spesso trascurati, ma sono in verità il centro della futura efficienza energetica delle nostre città. Siamo orgogliosi di rivelare oggi i nostri progressi nello sviluppo di un sistema che può aiutare a sviluppare una nuova visione e porre le basi per la prossima generazione di prodotti intelligenti, basati sul risparmio energetico.” – afferma Andreas Schierenbeck, CEO di thyssenkrupp Elevator.

“Questo approccio è in linea con la Direttiva 2010/31/UE sulla Prestazione Energetica in Edilizia secondo la quale entro il 31 dicembre 2018 gli edifici occupati da enti pubblici o di proprietà di questi ultimi devono raggiungere lo status NZEB, acronimo di Near Zero Energy Building ovvero edificio ad altissima prestazione energetica e fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo, coperto in misura molto significativa da fonti rinnovabili, compresa l’energia da rinnovabili prodotta in loco o nelle vicinanze – dichiara Luigi Maggioni, amministratore delegato di thyssenkrupp Elevator Italia – “Il nostro Paese con il parco ascensori più vasto (un milione) ma anche più anziano in Europa (il 40% degli impianti in funzione ha più di 30 anni e oltre il 60% non è dotato di tecnologie moderne) rappresenta un’importante opportunità per applicare questa tecnologia e ottenere un vero risparmio energetico.”



Contenuti correlati

  • Teleriscaldamento super efficiente per Tor di Valle

    GE e Cefla SC hanno completato in anticipo l’ammodernamento, con le tecnologie più efficienti e all’avanguardia, dell’impianto di cogenerazione di Acea di Tor di Valle, oggi dotato di due motori a gas Jenbacher J920 FleXtra di GE....

  • Trace Software, alleanza strategica con Circutor

    Trace Software International annuncia l’alleanza strategica con Circutor. Con sei centri di produzione, i loro sforzi sono costantemente orientati alla progettazione e alla produzione di apparecchiature per migliorare l’efficienza energetica: apparecchiature per la misura ed il controllo...

  • Energy Knowledge, la ricetta riccionese per l’efficienza energetica

    Nella cornice di Ecomondo – Key Energy, la Esco (Energy Service Company) riccionese Enarkè ha presentato il nuovo brand “Energy Knowledge”.  Per ridurre i consumi di energia e risparmiare occorre innanzitutto la conoscenza energetica, Energy Knowledge, il...

  • L’esperto gestione dell’energia e il ruolo di consulente energetico

    La certificazione in Esperto in Gestione dell’Energia dovrebbe rappresentare il miglior modo per garantire ai clienti finali le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente Leggi l’articolo

  • Vertiv: batterie agli ioni di litio per sistemi UPS di grandi dimensioni

    Vertiv ha annunciato la disponibilità di una nuova soluzione di stoccaggio dell’energia per numerosi sistemi statici di continuità (UPS) Liebert: le batterie agli ioni di litio (Li-Ion). Queste batterie, espressamente progettate per gli UPS, sono più piccole,...

  • Efficienza energetica e incentivi, in Friuli uno sportello per i cittadini

    Ci sono incentivi a disposizione per gli interventi finalizzati al risparmio di energia? Quali detrazioni IRPEF sono previste per le riqualificazioni? Che cos’è il Conto Termico 2.0? Come si presentano le domande per le agevolazioni? Da oggi,...

  • Microreti ABB: energia solare per Robben Island, ex prigione di Mandela

    Robben Island, in Sudafrica, ha una geografia così ostile da essere stata usata per secoli come famigerata prigione, arroventata dal sole e spazzata dai venti. È il luogo in cui Nelson Mandela trascorse i 18 anni finali...

  • Diagnosi energetica: come effettuarla? Scarica il white paper

    In base alle Linee Guida emanate dall’Enea, i siti che sono stati soggetti, per la prima volta, all’obbligo di diagnosi energetica (DLgs 102/2014) nel corso dell’anno 2015 (e che sono quindi risultati ‘grandi imprese’ per gli anni 2014 e...

  • Ricarica delle batterie dei carrelli elevatori certificata White Leaf

    Toyota Material Handling Italia e Seaside presentano un’innovativa soluzione per la ricarica delle batterie dei carrelli elevatori a marchio Toyota e Cesab, garantendone e certificandone il risparmio energetico. La collaborazione ha previsto la certificazione, secondo il protocollo...

  • Terna acquisisce il 70% di Avvenia

    Terna, tramite la sua controllata Terna Plus, ha firmato un accordo per l’acquisizione del 70% di una New.Co. in cui confluiranno i principali asset di Avvenia, società attiva nel settore dell’efficienza energetica che nel corso degli anni...

Scopri le novità scelte per te x