Soluzioni all’avanguardia per Robuschi a ComVac 2017

Pubblicato il 16 marzo 2017

Dal 24 al 28 aprile 2017, Robuschi partecipa a ComVac, la fiera internazionale dedicata alle tecnologie per aria compressa e vuoto che si svolge a cadenza biennale alla Fiera di Hannover. Per l’occasione l’azienda espone presso lo spazio nella Hall 26/Stand B60 Robox screw Hi pressure 65/2P con una novità: il pannello di controllo HMI, un sistema touch screen di ultima generazione e all’avanguardia dal punto di vista tecnologico.

Robox screw è l’innovativo gruppo compressore oil-free ad alto rendimento disponibile nelle configurazioni ad alta pressione, a bassa pressione e in vuoto, che coniuga le consolidate caratteristiche di semplicità e affidabilità degli ormai noti gruppi soffianti Robox a componenti innovativi e ad un design essenziale. Robox screw Hi pressure è in grado di raggiungere 2.500 mbar (g) e 8.800 m3/h di portata. Robox screw Low pressure raggiunge 1.000 mbar (g) di pressione e 10.250 m3/h di portata. Robox screw Vacuum raggiunge un vuoto massimo di 300 mbar(a) e portate di 8.700 m3/h. Il sistema è estremamente efficiente grazie ai suoi straordinari rotori brevettati, RSW, che riducono il numero di giri e migliorano il rapporto tra portata e pressione, ed è silenzioso grazie all’elevata efficienza della compressione interna, agli speciali silenziatori e alla cabina di insonorizzazione. Inoltre, è semplice a livello d’installazione e lay-out, flessibile per garantire il punto di massimo rendimento, ancora più rispettoso dell’ambiente grazie al funzionamento oil-free (Certificazione Classe 0 – ISO 8573-1), facile come manutenzione grazie alla robustezza e semplicità costruttiva, e personalizzabile con un’ampia gamma di opzioni disponibili. Robox screw è dunque la soluzione perfetta per una vasta gamma di applicazioni industriali e per il trattamento delle acque.

Ad Hannover Messe viene esposto Robox screw Hi pressure 65/2P, adatto ad applicazioni gravose, alte temperature e dotato dell’innovativo pannello di controllo HMI. Si tratta di un sistema touch screen di ultima generazione, all’avanguardia dal punto di vista tecnologico.  Il nuovo pannello di controllo (HMI) è in grado di monitorare il funzionamento dell’intero gruppo e di permettere la connessione remota tramite cavo ethernet o via web. In questo modo è possibile controllare costantemente il funzionamento della macchina ovunque ci si trovi. Diagnostica remota e manutenzione predittiva contribuiscono a ridurre i periodi di fermo-impianto. Il dispositivo è facile da utilizzare e programmare rispettivamente grazie a un menu intuitivo e al sistema Windows CE, oltre a consentire il collegamento in remoto.

Sull’innovativo pannello di controllo HMI, nello specifico, sono visualizzabili i seguenti comandi: stato della macchina, dove poter ordinare l’avvio e l’arresto, e dove si possono impostare i settaggi principali; pressioni e velocità, dove vengono mostrati i valori delle pressioni e le velocità del motore; temperatura, dove vengono visualizzati i valori delle temperature della macchina (T1, T2, T3, T4); allarmi, dove si rintraccia la storicizzazione degli allarmi. Questa funzione comprende anche: il testo evento, dove compare il nome dell’allarme; il tempo evento, dove viene inserita la data e l’ora di quando l’allarme si è verificato; la descrizione, dove è possibile inserire una breve descrizione dell’allarme per rendere più intuitivo il riconoscimento dell’allarme stesso. Inoltre, la funzionalità trend, dove viene visualizzato graficamente l’andamento dei valori di pressioni, temperature, velocità. Il sistema consente di gestire i comandi di start e stop in locale, cioè da HMI, oppure con due pulsanti posti sul bordo macchina se in remoto. Nella sezione settaggi e utilità, premendo il pulsante rosso “Help” indicato con la freccia, è possibile entrare nella pagina d’aiuto, dove si trovano i manuali della macchina e lo schema elettrico. Il tutto è a portata di mano e di facile accesso.

Senza dubbio, il nuovo pannello HMI è in grado di fornire un vantaggio competitivo anche per il service. Non avrete, infatti, nessun problema a ricordarvi il prossimo intervento o la frequenza degli intervalli di manutenzione: il tutto vi verrà segnalato in modo chiaro ed immediato sul vostro sistema di controllo.  Inoltre, il vostro ROBOX screw lavorerà sempre alle massime prestazioni con il minor consumo energetico, grazie alla regolazione precisa dei parametri di funzionamento in base alle necessità di processo, grazie al tool Smart Process Control. Quest’ultimo analizza e applica i dati ricevuti direttamente dal processo, oltre a regolare i parametri di funzionamento, senza incorrere in nessuna interruzione. In aggiunta, la possibilità di pianificare in modo preciso gli interventi di manutenzione, in base alle reali esigenze, vi consentirà di ridurre considerevolmente i fermi impianto ed aumentare, di conseguenza, la durata della vita del gruppo compressore con conseguenti savings energetici e di investimento.



Contenuti correlati

  • Siemens Italia e Prelios Integra promuovono efficienza e digitalizzazione

    Siemens e Prelios Integra uniscono le forze: le due società inizieranno una collaborazione su progetti nell’ambito delle tecnologie digitali per gli edifici, puntando alla valorizzazione degli immobili attraverso il risparmio energetico e la building performance sustainability. L’8% dei...

  • Riqualificazione energetica con pompe di calore Thermics

    Una casa ereditata dai genitori, una porzione già ristrutturata e nuove esigenze hanno richiesto un adeguamento di spazi e struttura, le modalità dell’intervento dovevano inoltre consentire alla casa di essere luogo di memoria familiare e allo stesso...

  • Sei motivi per passare alla lettura automatica dei contatori

    Contributo a cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia Per venire incontro ad uno stile di vita sempre più frenetico, in cui c’è sempre meno tempo da dedicare alla gestione della casa, anche un...

  • Teleriscaldamento super efficiente per Tor di Valle

    GE e Cefla SC hanno completato in anticipo l’ammodernamento, con le tecnologie più efficienti e all’avanguardia, dell’impianto di cogenerazione di Acea di Tor di Valle, oggi dotato di due motori a gas Jenbacher J920 FleXtra di GE....

  • Trace Software, alleanza strategica con Circutor

    Trace Software International annuncia l’alleanza strategica con Circutor. Con sei centri di produzione, i loro sforzi sono costantemente orientati alla progettazione e alla produzione di apparecchiature per migliorare l’efficienza energetica: apparecchiature per la misura ed il controllo...

  • Energy Knowledge, la ricetta riccionese per l’efficienza energetica

    Nella cornice di Ecomondo – Key Energy, la Esco (Energy Service Company) riccionese Enarkè ha presentato il nuovo brand “Energy Knowledge”.  Per ridurre i consumi di energia e risparmiare occorre innanzitutto la conoscenza energetica, Energy Knowledge, il...

  • L’esperto gestione dell’energia e il ruolo di consulente energetico

    La certificazione in Esperto in Gestione dell’Energia dovrebbe rappresentare il miglior modo per garantire ai clienti finali le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente Leggi l’articolo

  • Vertiv: batterie agli ioni di litio per sistemi UPS di grandi dimensioni

    Vertiv ha annunciato la disponibilità di una nuova soluzione di stoccaggio dell’energia per numerosi sistemi statici di continuità (UPS) Liebert: le batterie agli ioni di litio (Li-Ion). Queste batterie, espressamente progettate per gli UPS, sono più piccole,...

  • Efficienza energetica e incentivi, in Friuli uno sportello per i cittadini

    Ci sono incentivi a disposizione per gli interventi finalizzati al risparmio di energia? Quali detrazioni IRPEF sono previste per le riqualificazioni? Che cos’è il Conto Termico 2.0? Come si presentano le domande per le agevolazioni? Da oggi,...

  • Microreti ABB: energia solare per Robben Island, ex prigione di Mandela

    Robben Island, in Sudafrica, ha una geografia così ostile da essere stata usata per secoli come famigerata prigione, arroventata dal sole e spazzata dai venti. È il luogo in cui Nelson Mandela trascorse i 18 anni finali...

Scopri le novità scelte per te x