Obiettivo cybersecurity futuristica in un mondo frammentato

Pubblicato il 31 gennaio 2018

Riportiamo di seguito l’intervento di Mark McLaughlin, CEO di Palo Alto Networks

Il tema del World Economic Forum di quest’anno, “Creare un futuro condiviso in un mondo frammentato”, è particolarmente adatto per noi che ci dedichiamo a proteggere il modo in cui viviamo nell’era digitale. Una delle dichiarazioni della missione è “invitare i leader di tutti gli ambiti a sviluppare una narrativa condivisa per migliorare lo stato del mondo”. Cruciale per qualunque narrativa condivisa volta a migliorare il mondo, è il riconoscimento del ruolo centrale svolto dalle tecnologie digitali nell’abilitare la quarta rivoluzione industriale – tema chiave degli ultimi due incontri annuali. Con la tecnologia digitale possiamo cambiare il mondo, ma solo se riusciremo a fare in modo che le persone che si avvalgono e traggono vantaggio dalla nostra innovazione ed invenzioni, possano ritenere il mondo digitale che creiamo sicuro e meritevole della loro fiducia.

Ottenere quel livello di fiducia richiede che ci focalizziamo sulla Cybersecurity, come riconosciuto dal World Economic Forum, con il lancio formale del nuovo Global Centre for Cybersecurity, a Davos quest’anno. A tal fine, dobbiamo approcciare questo tema come impegno condiviso, unendo le risorse critiche di tutto il mondo e muovendoci con urgenza e determinazione. L’importanza della missione e l’incredibile sforzo che richiederà – focalizzando le nostre energie su tecnologia, scienza, formazione, business e diplomazia – sono paragonabili al percorso che ha portato l’uomo sulla luna negli anni ‘60.

Nel 1962, il Presidente John F. Kennedy dichiarò di voler portare l’uomo sulla Luna entro la fine del decennio. Questo obiettivo è stato sin da subito condiviso da tutti, sia nel settore pubblico che privato. Il Presidente Kennedy era certo che riunire tutti intorno a un unico scopo chiaramente articolato – entro un certo termine – avrebbe portato a vantaggi tangibili, misurabili e duraturi. Oggi ci troviamo in una simile posizione. La promessa dell’era digitale, e la minaccia esistenziale che la cybersecurity pone a tale promessa, richiede che ci dedichiamo a un impegno comparabile. Propongo quindi un “Cybersecurity Moonshot” con un obiettivo semplice ma potente: rendere Internet sicura entro 10 anni. Per farlo, dobbiamo superare gli scetticismi legati alle difficoltà e ai tempi contenuti. Dobbiamo riconoscere la realtà: sono tempi straordinari che richiedono misure straordinarie. Se non ci impegneremo a fondo per raggiungere questo obiettivo, le enormi aspirazioni che abbiamo per l’era digitale potrebbero essere ritardate o addirittura deferite.

Condividere questa vision è un elemento importante del nostro ruolo a Davos. E’ cruciale che i leader in ambito business, government ed education riconoscano che una narrativa condivisa per curare un mondo in frantumi deve integrare la cybersecurity. E’ altrettanto importante che ci avvaliamo della nostra posizione di leadership per incoraggiare le organizzazioni di tutte le discipline a giocare un ruolo attivo nel supportare l’iniziativa Cybersecurity Moonshot. Tra i temi da affrontare e discutere a Davos:

  1. Processi – rendere reale la condivisione automatica delle informazioni. Tale condivisione è fondamentale per un futuro comune. Un modo per farlo è la condivisione automatica di intelligence sulle minacce cyber a livello globale. Unendo le forze possiamo proteggere e rafforzare le difese della nostra società digitale, per il bene di tutti.
  2. Tecnologia – liberare l’innovazione della sicurezza. Nessuna tecnologia da sola può risolvere tutte le sfide di sicurezza. Invece, è necessario integrarne diverse per creare un ecosistema più esteso e globale che offra l’automazione necessaria per prevenire in modo proattivo gli attacchi.
  3. Persone – dare luogo a una società cybersecurity-conscious. Dobbiamo tutti impegnarci a creare una coscienza condivisa sui temi della cybersecurity, avvalendoci di partnership che promuovano la formazione e la creazione di una forza lavoro dedicata alla sicurezza.

La cybersecurity non è un tema nuovo, anzi, è stato uno degli argomenti centrali del World Economic Forum Annual Meeting degli ultimi due anni. Ma, ora che entriamo nel 2018, l’importanza della sicurezza informatica non è mai stata così prominente. La nostra vision e speranze, sono gli obiettivi che i nostri avversari vogliono colpire. Solo unendo le forze e impegnandoci attivamente nella creazione di un ecosistema sicuro possiamo superare questa sfida. E’ fondamentale che cogliamo l’occasione e accettiamo con passione e vigore la sfida del ‘cybersecurity-moonshot”. Sarà molto stimolante e una grande opportunità poter discutere la nostra visione con tutte quelle organizzazioni che la condividono.



Contenuti correlati

  • Gli UPS Masterys di Socomec sono sempre più smart

    Il più recente sviluppo della continua innovazione Socomec combina la collaudata e comprovata tecnologia degli UPS Masterys con le tecnologie “smart” per offrire prestazioni ineguagliabili in termini di affidabilità e livello di servizio. Equipaggiato per le “Smart...

  • Mobilità sostenibile a Davos firmata ABB

    In occasione dell’annuale World Economic Forum che si è svolto nei giorni 23-26 gennaio 2018, la città di Davos e ABB si sono unite in una partnership a lungo termine per fornire un’infrastruttura elettrica per il trasporto...

  • Delta: soluzioni intelligenti a risparmio energetico

    Delta, azienda che opera a livello mondiale nelle soluzioni Power e di gestione termica, durante la fiera Sicurezza ha presentato il proprio ampio portafoglio di soluzioni intelligenti a risparmio energetico per supportare la creazione di edifici intelligenti, sicuri ed...

  • Industria 4.0, Ansaldo Energia apre un bando per i progetti innovativi di startup e PMI

    Ansaldo Energia è stata selezionata dal Cluster Fabbrica Intelligente per conto del Ministero dello Sviluppo Economico come uno dei primi quattro “Lighthouse Plant”, completamente basato su tecnologie digitali nell’ambito del programma Impresa 4.0. Per realizzare questo obiettivo,...

  • Il tombino intelligente di Hitachi monitora sottosuolo e sicurezza pubblica

    Hitachi ha presentato un innovativo sistema IoT implementato con l’obiettivo di migliorare e preservare la sicurezza pubblica nelle città. La Manhole Security Solution, questo il suo nome, studiata da Hitachi Systems Ltd è stata lanciata sul mercato...

  • FireEye rivela l’esistenza degli hacker iraniani APT33

    FireEye ha reso noto il profilo dettagliato di un gruppo hacker iraniano con capacità potenzialmente distruttive, chiamato da FireEye APT33. L’analisi di FireEye rivela che APT33 ha effettuato operazioni di spionaggio informatico almeno dal 2013 ed è...

  • A 1 anno dall’esordio: cosa funziona e cosa no nel Piano Nazionale 4.0?

    Internet delle Cose, piattaforme per la gestione dei dati, stampa 3D, robotica, machine learning, intelligenza artificiale, intralogistica rappresentano un mercato che tra il 2017 e il 2022 crescerà a un tasso annuo del 9,3%, per un valore...

  • Il premio Lean & Green Management allo stabilimento FCA di Verrone

    Lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Verrone (Biella) ha ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Lean & Green Management Award che viene assegnato da due società di consulenza tedesche, Growtth Consulting Europe GmbH e Quadriga Consult, che annualmente...

  • Banco prova “smart” per raccordi di Hydro+Power

    L’esperienza di Hydro+Power, il marchio nato dalla sinergia tra Brescia Hydropower e O+P, ha portato alla realizzazione di un nuovo banco prova per tubi raccordati in grado di eseguire test di scoppio fino a 4000 bar. L’attrezzatura,...

  • Johnson Controls e Tyco insieme per l’efficienza degli edifici

    Johnson Controls e Tyco Integrated Fire & Security (TIFS), già parte di Johnson Controls, annunciano una nuova organizzazione. Francesco Giaccio, già Direttore Generale di TIFS, è stato nominato nel ruolo di Direttore Generale di Johnson Controls Building...

Scopri le novità scelte per te x