L’Italia dà il via libera al biometano

Gse e biometano: l’unico biocarburante ottenuto da matrici italiane: “Un grande risultato” per CIB, Confagricoltura, Assogasmetano, NGV Italy e Consorzio Italiano Compostatori

Pubblicato il 31 agosto 2015

Anche in Italia potrà prendere avvio la produzione di biometano per i trasporti. Il via libera porterà una sensibile riduzione delle importazioni di biocarburanti dall’estero e la creazione di nuovi posti di lavoro.

Il Gse, il Gestore dei Servizi Energetici, ha pubblicato le procedure di qualifica degli impianti di produzione di biometano e quelle applicative per la richiesta e il rilascio degli incentivi per il biometano, trasportato con modalità extra rete a mezzo carri bombolai. Con la loro definizione, si chiude il complesso iter attuativo avviato con il decreto ministeriale 5 dicembre 2013. Per quanto riguarda invece l’immissione del biometano nella rete del gas naturale, il processo del necessario aggiornamento del ‘codice di rete’ deve essere ancora concluso.

Il biometano è ottenuto dalla digestione anaerobica di effluenti zootecnici, sottoprodotti agroindustriali, colture di integrazione e frazione organica dei rifiuti urbani. Rappresenta un ulteriore contributo per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni posti dall’Unione Europea e dal Protocollo di Kyoto.

“Un primo passo, ma si tratta comunque di un significativo risultato”, per il coordinamento delle associazioni che rappresentano la filiera del biometano italiano, il CIB, Consorzio Italiano Biogas, Confagricoltura, Assogasmetano, NGV Italy e Consorzio Italiano Compostatori. Dopo la rete elettrica anche quella del gas in Italia viene aperta alle produzioni da fonti rinnovabili.

“Le aziende agricole”, commenta a nome del coordinamento Piero Gattoni, presidente del CIB, “hanno una nuova opportunità di diversificazione di mercato, per creare nuovi occupati e migliorare la sostenibilità delle loro aziende. Questa volta soprattutto il Sud non dovrà trovarsi impreparato. Il Gse ha compiuto un ottimo lavoro tecnico, così come i ministeri coinvolti e in particolare il sottosegretario Giuseppe Castiglione, a cui il Mipaaf ha conferito la delega per le agro energie”.

“Ci vorrà del tempo”, prosegue il presidente Gattoni, “ma le imprese ora sanno di poter contare su un quadro normativo perfettibile ma completo. Ci aspettiamo che anche la parte del decreto relativa all’immissione in rete vada avanti, coerentemente con le evoluzioni normative europee. Il biometano, l’unico vero biocarburante avanzato prodotto con biomasse made in Italy, è strategico per il ‘sistema-Paese’. Rappresenta una possibilità di sostegno per l’agricoltura, che in un momento di crisi, può diversificare il reddito senza creare competizione con l’alimentare, per l’indotto dell’industria del gas nella quale esprimiamo delle eccellenze a livello globale, per l’industria automobilistica che primeggia nelle vendite del segmento, ed infine per i consumatori e l’ambiente. Utilizzare i veicoli a metano infatti non solo fa bene all’ambiente ma è conveniente e fa risparmiare”.

L’Italia ha già fissato per legge gli obiettivi per la produzione di biocarburanti avanzati con una quota obbligatoria del 2% entro il 2020. Un primato normativo che il nostro Paese condivide al mondo solo con gli Stati Uniti e pochi altri Paesi.

Secondo le stime del CIB, suffragate dalle proiezioni dello studio Althesys, la filiera del biogas-biometano potrebbe consentire la creazione di 13.000 green jobs al 2020, con investimenti per oltre 2 miliardi di euro.

Giuseppe Bucca, Valeria Bacco



Contenuti correlati

  • Danfoss in prima linea per le problematiche degli impianti di raffreddamento

    La Commissione Economica dell’ONU per l’Europa ha stimato che entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà circa 9 miliardi, il 70% dei quali vivrà in città, il che equivale ad avere 235 città in più della dimensione...

  • Puntare sulla sostenibilità del riscaldamento domestico e della mobilità

    “La decisione di puntare su uno sviluppo ecosostenibile deve anzitutto essere ispirata da motivi di carattere socio-sanitario, prima che economici: respirare un’aria pulita è nell’interesse di tutti e adottare misure strutturali che contrastino l’inquinamento atmosferico, che durante...

  • EBS, più spazio per l’energia da biomasse nella SEN

    Sono state avanzate le proposte da parte dell’Associazione Energia da Biomasse Solide (EBS) tramite un documento, trasmesso ai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dopo la recente pubblicazione della...

  • Economia circolare, i convegni a Ecomondo e Key Energy

    Ecomondo e Key Energy manifestazioni di portata sempre più internazionale. In un contesto in cui i temi ambientali esigono prospettive su scala globale, la piattaforma europea della green economy che dal 7 al 10 novembre 2017 torna...

  • Più sostenibilità con il trattamento decentralizzato di rifiuti e acque reflue

    I rigidi standard governativi per gli effluenti, il boom della popolazione, la crescente industrializzazione in luoghi isolati e gli eccessivi volumi di rifiuti e acque reflue prodotti hanno evidenziato la necessità di tecnologie sostenibili, affidabili e convenienti...

  • Smart metering evoluto con My Next Meter

    Sorgenia e Acotel Net hanno siglato un accordo di collaborazione per offrire ai clienti business dell’operatore energetico un dispositivo di smart metering evoluto. My Next Meter consente, infatti, di monitorare i propri consumi e di intervenire per...

  • Sostenibilità ambientale, l’impegno di Sanpellegrino

    Sanpellegrino ha pubblicato il primo Rapporto sulla creazione di valore condiviso che illustra l’impegno dell’azienda per la cura di una risorsa preziosa come l’acqua, dalla fonte alla tavola e oltre. Il Gruppo genera benefici tangibili sotto il...

  • Expo Astana 2017: l’Italia spinge l’economia circolare

    “Abbiamo in dote l’utilizzo delle materie prime e la forza di tecnologie sempre più avanzate per moltiplicarne l’effetto a beneficio di tutti; ma abbiamo anche la responsabilità di condividere le conoscenze, affinché diminuiscano gli eccessi di sfruttamento...

  • Energia, le professioni del futuro

    Il settore dell’energia è in continua crescita, soprattutto nel comparto delle energie rinnovabili, tant’è che solo in Italia si attendono investimenti pari a 9 miliardi annui per i prossimi tre decenni. Tutto ciò porterà alla creazione di...

  • Arrivano in Italia i primi impianti per la produzione di biometano agricolo

    Siglato un accordo quadro per la costruzione dei primi quattro impianti di biometano alimentati esclusivamente con reflui zootecnici, scarti e sottoprodotti di origine agricola in Italia. L’importante accordo per la realizzazione di questi primi impianti è stato...

Scopri le novità scelte per te x