La liberalizzazione dei mercati energetici fa risparmiare le PMI

Pubblicato il 26 maggio 2017

La fine del mercato elettrico “tutelato”, che ha storicamente garantito condizioni più vantaggiose rispetto alla maggior parte di quelle proposte a libero mercato, potrebbe slittare al 1 luglio 2019 se venisse mantenuto l’emendamento di rinvio nel ddl Concorrenza. Tuttavia persisterebbero le potenziali difficoltà per le pmi derivanti dall’assenza di riferimenti tariffari connessa alla completa apertura del mercato elettrico, prevista originariamente per il 1 luglio 2018.

La stessa Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico, come richiamato nel suo documento del 30 marzo 2017, osserva che, benché la capacità di selezione dei fornitori di energia risulti migliorata rispetto al passato, le competenze delle piccole imprese non sembrano ancora sufficientemente adeguate per orientarsi nel mercato libero e la loro capacità complessiva di effettuare una scelta informata resta comunque a livelli inferiori rispetto ad altre tipologie di clienti di maggiori dimensioni.

In questo contesto PMI Energy – società del sistema A.P.I., Associazione Piccole Medie Industrie dedicata alle tematiche inerenti l’energia – accompagna gli imprenditori nella sfida di acquistare energia elettrica e gas naturale al minor prezzo possibile, mediante un’assistenza integrata e qualificata, che permette loro di ottenere condizioni di fornitura più favorevoli, certe e affidabili.

Nello specifico, dall’avvio della liberalizzazione dei mercati energetici nel 2000 ad oggi, A.P.I ha assicurato alle imprese dei Gruppi d’Acquisto delle proprie realtà dedicate, un risparmio di circa 48 milioni di euro, stima complessiva rispetto ai parametri annuali di riferimento dei relativi mercati, su un acquisto di oltre 4 miliardi di kilowattora di energia elettrica e oltre 240 milioni di metri cubi di gas naturale. Il vantaggio medio per le Imprese che hanno deciso di aderire ai Gruppi di Acquisto può essere quantificato con almeno un +20% di risparmio rispetto alle condizioni di partenza, sia per quanto riguarda la componente energia per l’elettricità sia per il prezzo del gas naturale. Prendendo in considerazione gli ultimi 5 anni, per l’elettricità le imprese associate hanno beneficiato di costanti riduzioni di spesa per quanto riguarda la componente energia, arrivando a risparmiare nel 2017 il 23,12% rispetto all’anno precedente e, su un periodo di cinque anni fino al 53,21%.

Questi numeri rilevano come la chiave per raggiungere le migliori performance sia da ricercarsi nel “peso” giocato dalla forza dell’aggregazione associativa, che permette di riacquisire un potere contrattuale che è da sempre tipicamente sbilanciato a favore dei fornitori. A tal fine, PMI Energy mette a disposizione delle imprese associate un’approfondita conoscenza delle logiche evolutive dei mercati e degli asset degli operatori, consentendo anche alle aziende meno energivore di conseguire risultati eccellenti, di norma accessibili esclusivamente ai grandi utilizzatori industriali.

Stefano Valvason, direttore generale di A.P.I., commenta: “Nel 2017 è stato dato l’avvio a un mperiodo di transizione che da un lato prevede la revisione delle condizioni di erogazione del servizio di maggior tutela e dall’altro vede l’introduzione di strumenti volti a promuovere il passaggio a mercato libero” e conclude: “risulta pertanto prioritario per noi accrescere la trasparenza delle informazioni sulle condizioni contrattuali ed economiche e potenziare gli strumenti di comparazione delle offerte commerciali per permettere alle nostre Associate di scegliere con sempre maggiore consapevolezza”.



Contenuti correlati

  • Cogenerazione made in Italy a Times Square

    Dopo un viaggio di 21 giorni e circa 7.200 chilometri è arrivato a destinazione, nel cuore di New York a pochi passi da Times Square, il modulo cogenerativo Ecomax di AB. L’impianto, installato in questi giorni, fornirà...

  • Sistemi Danfoss nel nuovo stabilimento logistico di Lidl in Spagna

    La catena di supermercati Lidl ha recentemente aperto un nuovo stabilimento logistico nella città di Alcalá de Henares (Madrid), il decimo in Spagna e il più grande della società in Europa. Presso il sito lavoreranno inizialmente 100...

  • Sistema economico per ottimizzare i consumi elettrici

    Gossen Metrawatt propone Energysens, un nuovo sistema di sensori modulari per la misurazione puntuale dei consumi elettrici in conformità nelle norme EN 60688 o EN 62053-21. Viene montato nei quadri e scatole di distribuzione abbinati agli interruttori...

  • Danfoss riscalda la casa in modo intelligente

    Oggi sempre più persone cercano di ridurre i costi energetici gestendo meglio la distribuzione del calore nelle stanze e controllando in maniera più accurata la temperatura. Ad un maggiore interesse per le applicazioni di riscaldamento intelligenti corrisponde...

  • Gli UPS Masterys di Socomec sono sempre più smart

    Il più recente sviluppo della continua innovazione Socomec combina la collaudata e comprovata tecnologia degli UPS Masterys con le tecnologie “smart” per offrire prestazioni ineguagliabili in termini di affidabilità e livello di servizio. Equipaggiato per le “Smart...

  • Monitoraggio dell’aria “tascabile” con un mini sensore innovativo

    Nei laboratori della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna, coordinata da Aster, è stato creato uno strumento innovativo e compatto per il monitoraggio della qualità dell’aria, prodotto dall’azienda bolognese Pollution Analytical Equipment. Uno strumento per rilevare la presenza...

  • Siemens Italia e Prelios Integra promuovono efficienza e digitalizzazione

    Siemens e Prelios Integra uniscono le forze: le due società inizieranno una collaborazione su progetti nell’ambito delle tecnologie digitali per gli edifici, puntando alla valorizzazione degli immobili attraverso il risparmio energetico e la building performance sustainability. L’8% dei...

  • Leroy Somer riporta un impianto per la gestione integrata dei rifiuti al massimo delle performance

    Quando i responsabili tecnici di un importante impianto per la gestione integrata dei rifiuti, con sede nel Lincolnshire, nel Regno Unito, si sono resi conto che l’alternatore montato sul retro della turbina principale era ormai considerevolmente contaminato...

  • Riqualificazione energetica con pompe di calore Thermics

    Una casa ereditata dai genitori, una porzione già ristrutturata e nuove esigenze hanno richiesto un adeguamento di spazi e struttura, le modalità dell’intervento dovevano inoltre consentire alla casa di essere luogo di memoria familiare e allo stesso...

  • Sei motivi per passare alla lettura automatica dei contatori

    Contributo a cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia Per venire incontro ad uno stile di vita sempre più frenetico, in cui c’è sempre meno tempo da dedicare alla gestione della casa, anche un...

Scopri le novità scelte per te x