Kellogg al fianco dei risicoltori italiani per colture più produttive e sostenibili

Pubblicato il 16 maggio 2017

Dopo due anni continua con successo in Italia Kellogg’s Origins, il progetto promosso da Kellogg per aiutare i risicoltori a focalizzarsi su pratiche di Climate Smart Agriculture e per aumentare le produzioni, con un minore impatto sull’uso delle risorse naturali.

Il progetto è già stato implementato con successo in Gran Bretagna e in Spagna, e continua a sostenere gli agricoltori attraverso questo programma in altri paesi in diverse parti del mondo. Nel 2015 Kellogg’s Origins è sbarcato in Italia, con il supporto delle riserie Mundi Riso, Euricom e con l’aiuto di un partner chiave come Ente Nazionale Risi- Settore di Agronomia del Centro Ricerche sul Riso.

Per potenziare il progetto dedicato al supporto della risicoltura in Italia, nella primavera del 2016 Kellogg ha deciso di aderire al progetto SAIRISI, promosso da SAI Platform – organizzazione creata dall’industria alimentare per comunicare e sostenere attivamente lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile. Partnership che coinvolge le diverse aziende membri di SAI Platform e Ente Nazionale Risi. Obiettivo principale è quello di promuovere il riso sostenibile che viene coltivato attraverso la collaborazione con gli agricoltori, riserie, rivenditori e aziende alimentari nell’area sud-ovest di Milano.

Il programma ha visto coinvolti circa 20 risicoltori, e 2 di loro stanno portando avanti campi sperimentali per comparare la produzione “standard” con quella effettuata con le migliori pratiche agronomiche suggerite da Kellogg ed Ente Risi. A seguito dei training, dei monitoraggi e delle pratiche implementate, dopo il primo anno (2015-16) i raccolti mostravano un incremento nella produzione tra il 4 e l’8% rispetto alla resa media e una riduzione nell’utilizzo dei fertilizzanti chimici.

Il programma Origins ha offerto ai risicoltori coinvolti, sessioni di training – organizzate e svolte da SAIRISI – riguardanti raccomandazioni sull’utilizzo dei fertilizzanti, l’analisi dei terreni, la semina, la gestione delle acque, metodi di identificazione e controllo delle infestanti, parassiti e malattie, e ha previsto il supporto constante di Ente Risi nel seguire i raccolti. Inoltre, grazie alla collaborazione con MundiRiso ed Euricom, i coltivatori coinvolti hanno la possibilità di confrontarsi con tecnici agronomi, a cui chiedere informazioni o da cui ricevere raccomandazioni e indicazioni. In buona sostanza, un vero e proprio piano di formazione e consulenza indirizzato a tecnici e agricoltori per estendere queste buone pratiche agronomiche in modo che da ottimizzare le risorse a disposizione, migliorare la redditività delle colture e ridurre l’impatto ambientale.

Questo programma non include solo training e supporto di Ente Risi nell’analizzare e valutare i raccolti, ma anche la creazione di un vero e proprio network e di un condivisione di informazioni e casi di successo tra i risicoltori, Ente Risi, Mundi Riso ed Euricom. All’interno di questo piano, il 29 marzo si è tenuta una nuova giornata di aggiornamento tra tutti i risicoltori coinvolti per parlare dei risultati del programma, delle esperienze effettuate, degli aggiornamenti del progetto e per visitare le riserie. L’incontro è stato reso ancora più concreto dalla testimonianza dei due agricoltori con i campi pilota che hanno raccontato cosa hanno fatto, le tecniche utilizzate, le difficoltà incontrate e i risultati ottenuti, offrendo così un punto di vista più ampio agli agricoltori che si sono da poco uniti al progetto.

“Con questo progetto Kellogg punta a migliorare la qualità delle materie prime – i cereali – in maniera sostenibile e aiutare i produttori a migliorare le loro pratiche agronomiche e garantire così ai propri consumatori un alimento per la prima colazione di alta qualità, sano e prodotto nel rispetto dell’ambiente” ha commentato Haaye Boonstra Responsible Sourcing Manager Kellogg Europe. “Origins è un progetto a lungo termine parte del programma Breakfasts for Better Days – da poco rilanciato – che ha l’obiettivo di donare 3 miliardi di better days, giorni migliori, entro il 2025; e un obiettivo specifico di questo progetto è proprio il supporto a 500.000 coltivatori nel mondo”.

Per il 2017 il focus del programma Kellogg’s Origins sarà interamente sull’implementazione di pratiche per ridurre i gas serra e di pratiche rivolte a una maggiore efficienza nell’uso dei nutrienti (concimi).



Contenuti correlati

  • Soluzioni Sick per il monitoraggio continuo delle emissioni

    Spesso si è erroneamente portati a credere che solamente i più avanzati e digitalizzati sistemi per l’automazione di fabbrica possano accedere a super e iper-ammortamento, ma l’allegato A della Legge di Bilancio 2017 include, tra i dispositivi...

  • La natura ispira l’innovazione tecnologica idrica

    Secondo le stime di Frost & Sullivan il fabbisogno idrico globale aumenterà fino a raggiungere il 40% entro il 2030. È quindi il momento di impegnarsi per garantire la disponibilità e una gestione sostenibile dell’acqua. La crescente...

  • ABB sviluppa soluzioni sostenibili per smart city in Svezia

    ABB si è aggiudicata un contratto con la società elettrica Mälarenergi per lo sviluppo di “soluzioni per smart city” che faranno di Västerås, la quinta area urbana svedese per dimensioni, una comunità più attrattiva per i cittadini...

  • Se ricarichi l’auto elettrica con Yess.Energy, per te la tutela legale DAS gratuita

    Tutela legale gratuita fino a 3 giorni, dopo la ricarica del veicolo elettrico, per tutti coloro che utilizzano con la YessApp gli attuali 59 punti di ricarica Yess.energy, installati in numerose città italiane (Milano, Rimini, Chieti, Como,...

  • Social Housing, il Bosco Verticale conquista anche Eindhoven

    Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di architetture sostenibili nel mondo. Dopo i progetti di Bosco Verticale di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e dopo la diffusione globale del video/appello per la Forestazione...

  • Riello UPS assicura continuità nell’alimentazione alla Nuvola di Fuksas a Roma

    Riello UPS ha fornito i propri UPS per la protezione dell’energia del Roma Convention Center ‘La Nuvola’, l’avveniristico centro congressi della Capitale progettato dall’architetto italiano Massimiliano Fuksas e caratterizzato da un approccio ecocompatibile, soluzioni innovative e tecnologie...

  • Solidpower ha prodotto il millesimo Bluegen

    Il produttore di celle a combustibile Solidpower ha prodotto il millesimo Bluegen. Questo traguardo è molto importante nella storia della giovane azienda, attiva a livello globale, che con i suoi micro-cogeneratori offre un’alternativa sostenibile alle fonti energetiche...

  • Schneider Electric accelera la lotta al cambiamento climatico

    Schneider Electric supporta e accelera la lotta comune al cambiamento climatico, come dichiarato in occasione dell’evento One Planet Summit. A due anni dal giorno in cui fu adottato l’Accordo di Parigi, e poco dopo COP23, il Presidente della...

  • L’Intelligenza Artificiale di Microsoft per la sostenibilità ambientale

    In occasione del secondo anniversario dell’Accordo di Parigi sul clima, Brad Smith, President e Chief Legal Officer di Microsoft, ha annunciato l’espansione del programma Microsoft AI for Earth, confermando un investimento da parte di Microsoft di 50...

  • Acqua, agricoltura ed energia: fronte comune contro i cambiamenti climatici

    L’acqua è un connettore di vari settori, poiché tutti hanno bisogno dell’acqua per operare in maniera sostenibile. I collegamenti indissolubili tra acqua, energia e cibo richiedono un approccio a 360° per garantire acqua e cibo sicuri, nonché...

Scopri le novità scelte per te x