Italian Iter Business Forum

Business, successi e opportunità per l’industria italiana nella costruzione del reattore sperimentale a fusione Iter

Pubblicato il 26 giugno 2014
26_06_14_iter

780 milioni di euro per la fornitura componenti ad alto contenuto tecnologico e 18 milioni in attività di ricerca e sviluppo, acquisiti attraverso gare competitive gestite da Fusion For Energy, l’agenzia europea  – istituita nel 2007  – responsabile per l’Europa del progetto: sono questi i numeri della partecipazione italiana a Iter, il Progetto trentennale per la costruzione e la sperimentazione di un reattore a fusione, situato a Cadarache in Francia, frutto di un accordo di collaborazione tra Europa, Stati Uniti, Giappone, Russia, Cina, India e Corea del Sud.

Alla presenza di oltre 150 imprese, Enea, Confindustria Lombardia e il Lombardy Energy Cleantech Cluster hanno illustrato gli ottimi risultati fin’ora ottenuti dalla partecipazione delle imprese italiane: una conferma dello straordinario livello di competitività del nostro sistema, che ha saputo superare la forte concorrenza delle industrie europee in un campo ad alta tecnologia altamente qualificante.

Durante l’incontro sono state evidenziate le opportunità imprenditoriali che potranno essere colte nei prossimi anni: al momento, infatti, sono stati investiti poco più della metà dei fondi a disposizione per le imprese europee e si prevedono nuovi appalti per oltre 2,3 miliardi di euro.

I bandi per la realizzazione del reattore sperimentale a fusione ancora da assegnare riguarderanno componenti ad alta tecnologia – garantendo quindi una concreta opportunità anche per le piccole e medie imprese italiane operanti nell’hi-tech – ma riguarderanno anche tutte quelle imprese operanti in settori più tradizionali che vogliano affrontare nuove sfide.

All’incontro, tenutosi presso la sede di Assolombarda a Milano, hanno partecipato in qualità di relatori: Alberto Ribolla, nel suo doppio ruolo di Presidente di Confindustria Lombardia e di Lombardy Energy Cleantech Cluster; Rosario Bifulco, Consigliere incaricato per la competitività territoriale, Ambiente ed Energia di Assolombarda; Giovanni Lelli, Commissario Enea; Francesco Tufarelli, Consigliere Presidenza del Consiglio delegato al semestre italiano di Presidenza UE; Aldo Pizzuto, Direttore Unità tecnica Fusione Enea; Leonardo Biagioni, Direttore Dipartimento “Contract and Procurement” di Fusion for Energy e Sergio Orlandi, Direttore di Iter’s Central Engineering and Plant.

“Il Progetto Iter  rappresenta una straordinaria opportunità per le imprese italiane e lombarde – ha dichiarato Alberto Ribolla – I successi registrati fino ad oggi sono il risultato di un grande lavoro svolto in collaborazione tra aziende, centri di ricerca, università e istituzioni: il modello vincente  dell’ecosistema-cluster che stiamo cercando il più possibile di promuovere. Solo attraverso il lavoro di squadra le imprese, in particolare quelle del settore dell’impiantistica e legate all’energia, possono concorrere in modo efficace sui mercati interni ed esteri”.

Al termine della sessione plenaria, si sono tenuti incontri individuali fra i relatori e le imprese presenti, per un totale di quasi 100 B2B.

AR



Contenuti correlati

  • wwf_toyota_foreste
    WWF e Toyota, una partnership per l’ambiente

    Il WWF e Toyota Motor Corporation hanno sottoscritto un accordo quinquennale per accelerare la transizione globale verso la sostenibilità. Con questa partnership le due organizzazioni lavoreranno per promuovere la conservazione delle biodiversità, per accrescere la sensibilità ambientale...

  • autobus_elettrici_consorzio_europeo
    Accordo per un’interfaccia di ricarica aperta per gli autobus elettrici europei

    I costruttori europei di autobus Irizar, Solaris, VDL e Volvo hanno raggiunto un accordo per garantire la compatibilità dei rispettivi autobus elettrici con le infrastrutture di ricarica fornite da ABB, Heliox e Siemens. L’obiettivo è realizzare un’interfaccia...

  • robertoolivieri
    Le associazioni confindustriali e il Gse

    Si è svolto questa settimana l’incontro convocato da Confindustria col Gse, per un confronto in merito alle criticità riscontrate dalle imprese sulle procedure legate all’ottenimento dei Certificati Bianchi. Esiste infatti una relazione diretta e evidente fra l’efficienza...

  • diagnosienergetica
    Imprese: presentate oltre 10.000 diagnosi a Enea

    Sono oltre 10.000 le diagnosi energetiche presentate dalle imprese all’Enea alla scadenza delle ore 24 del 22 dicembre prevista dall’art. 8 del decreto legislativo 102/2014 che ha recepito la Direttiva 2012/27/Ue sull’Efficienza Energetica. I soggetti tenuti per...

  • feder_chimica
    Best Practices della chimica sostenibile

    Coinvolgimento degli attori sociali, distribuzione e trasporto di prodotti chimici, efficienza energetica; protezione dell’ambiente, sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, sicurezza del processo produttivo, responsabilità del prodotto, controllo e difesa dello stabilimento. Sono queste le otto...

  • rerebaudengo
    assoRinnovabili e l’accordo COP21 contro CO2

    Cala il sipario sulla conferenza internazionale di Parigi sul clima che ha visto per la prima volta la totalità dei Paesi concordi sull’urgenza di individuare soluzioni efficaci per contrastare le emissioni di CO2 su scala globale. Il...

  • anie palella
    Anie: le imprese che innovano superano il 50%

    Come ogni anno Anie Confindustria rinnova l’attenzione per l’innovazione tecnologica nella XIV Giornata della Ricerca a cui hanno partecipato esponenti del mondo accademico, autorità regionali e comunali, esperti di economia e consulenza. Il tradizionale appuntamento si è...

  • italia africa
    Cambiamenti climatici: l’Italia ad alto rischio

    Il cambiamento climatico potrebbe avere ripercussioni particolarmente evidenti nel nostro Paese. Per collocazione geografica e conformazione, infatti, l’Italia è più esposta di altre zone all’impatto dell’aumento delle temperature globali, con il rischio di diventare già in questo...

  • wwf COP21
    A Parigi per un nuovo accordo sul clima

    Mancano pochi giorni all’inizio dei lavori di COP21, il Wwf porta a Parigi la richiesta di un’azione più responsabile: economie a emissione zero e adattamento ai cambiamenti climatici in atto. La prossima settimana i leader mondiali si...

  • lomb green
    In Lombardia imprese sempre più green

    Cresce il settore green in Lombardia. In un anno le imprese sono aumentate del +4%, per un totale di oltre 9.000 imprese coinvolte su 50.000 in Italia. In cinque anni il settore ha un incremento regionale del...

Scopri le novità scelte per te x