HVDC Light: ABB raddoppia la capacità fino a 3000 MW

Pubblicato il 9 maggio 2017

ABB ha annunciato l’ultimo sviluppo della tecnologia HVDC Light (trasmissione di energia in alta tensione in corrente continua), la tecnologia pionieristica che vent’anni fa ha rappresentato una svolta consentendo la trasmissione affidabile di grandi quantità di energia su lunghe distanze, in maniera conveniente ed efficiente. Ora, ABB amplia ulteriormente i confini di questa tecnologia: la fase successiva dell’HVDC Light consentirà di aumentarne la capacità fino oltre il doppio dell’attuale, ossia a 3.000 megawatt. Lo sviluppo tecnologico introdotto consentirà un ulteriore miglioramento in termini di compattezza, con la potenzialità di aumentare del 350 per cento la potenza del convertitore per metro quadro di superficie utilizzata. Ciò rappresenta un grande beneficio per applicazioni quali l’eolico offshore o le interconnessioni su lunga distanza in quanto sia le installazioni su piattaforma sia quelle su terraferma necessiteranno di spazi e volumetrie ridotte. Gli ultimi progressi di ABB, con il raddoppio della potenza e delle distanze, sono stati resi possibili grazie allo sviluppo di una nuova generazione di semiconduttori, che consentono maggiore controllo e rendono i sistemi HVDC più compatti e meno onerosi dal punto di vista economico.

“Siamo stati pionieri della tecnologia HVDC negli anni ’50 segnando una svolta e la nascita dell’HVDC Light nel 1997 ha rappresentato una delle pietre miliari nel nostro viaggio verso l’innovazione” ha commentato Claudio Facchin, presidente della divisione Power Grids di ABB. “Mentre celebriamo i vent’anni dalla svolta, siamo pronti a scrivere il nuovo capitolo di questa tecnologia, con miglioramenti significativi che consentiranno di trasmettere energia su distanze ancora più lunghe con perdite minime, portando enormi benefici ai nostri clienti. HVDC è una pietra miliare della nostra strategia Next Level, rafforzando la nostra posizione di partner preferenziale nella realizzazioni di reti più forti, più intelligenti e più sostenibili.”

La tecnologia HVDC Light di ABB ha rivoluzionato la trasmissione di grandi quantità di energia su lunghe distanze con cavi sotterranei, subacquei e aerei. Grazie alla sua versatilità, questa tecnologia è la soluzione ideale per applicazioni con limitazioni di spazio. Ha consentito interconnessioni tra diversi Paesi per supportare l’integrazione e il bilanciamento delle energie rinnovabili e facilitato il commercio elettrico. È stata utilizzata per integrare energia eolica offshore e per portare energia a terra, attraverso l’utilizzo di stazioni di conversione posizionate su piattaforme offshore.

evoluzione_hvdc

Negli ultimi vent’anni sono stati fatti molti passi avanti in questa tecnologia. La capacità è aumentata quasi 30 volte dagli iniziali 50 ai 1.400 MW attuali, sufficienti per alimentare diversi milioni di abitazioni. I livelli di tensione sono aumentati da 80 a 525 kilovolt e la distanza potenziale da 70 a 1.000 chilometri. Allo stesso tempo, le perdite durante la trasmissione sono state ridotte fino a meno dell’uno percento.

Oggi, ABB vanta 18 dei 24 progetti HVDC VSC realizzati nel mondo, e diversi record tra cui la più lunga interconnessione sotterranea, la connessione eolica offshore più potente e la prima linea aerea a utilizzare questa tecnologia.

Con una maggiore capacità di tensione fino a 640 kV, quest’ultimo capitolo estende le distanze raddoppiandole fino a 2.000 km rendendo possibile la trasmissione di energia su lunghissime distanze, consentendo l’integrazione di più fonti rinnovabili e la realizzazione di interconnessioni più lunghe. Le perdite sono state ulteriormente ridotte e questo vantaggio, combinato con le caratteristiche appena illustrate, si traduce nell’ottimizzazione dei costi per i proprietari e gli operatori dei sistemi di trasmissione. Il sistema di protezione e controllo MACH di ultimissima generazione basato su ABB Ability assicurerà maggiore efficienza e affidabilità e le stazioni di conversione di ultima generazione sono state oggetto di miglioramenti estetici e progettuali.

ABB è pioniere della tecnologie HVDC con oltre 60 anni di esperienza e 110 progetti all’attivo, con una capacità installata totale di oltre 120.000 megawatt che rappresenta circa la metà della base installata mondiale.



Contenuti correlati

  • ABB e Northvolt insieme per la più grande fabbrica di batterie in Europa

    ABB e Northvolt hanno firmato un memorandum d’intesa per realizzare un’ampia partnership in materia di forniture e tecnologie, che include prodotti e servizi per la fabbrica di batterie agli ioni di litio di Northvolt e una stretta...

  • Mobilità elettrica, ABB amplia l’infrastruttura di ricarica veloce in Germania

    ABB ha ricevuto un altro importante ordine dal fornitore di energia EnBW per l’ampliamento della rete dei sistemi di ricarica sulle autostrade tedesche. Entro la fine del 2017 fornirà ulteriori 117 colonnine di ricarica veloce presso le...

  • EBS, più spazio per l’energia da biomasse nella SEN

    Sono state avanzate le proposte da parte dell’Associazione Energia da Biomasse Solide (EBS) tramite un documento, trasmesso ai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dopo la recente pubblicazione della...

  • ABB accelera sul digitale per la generazione di energia e per l’industria dell’acqua

    ABB annuncia la sua nuova strategia digitale che permette ai clienti del settore della generazione di energia e dell’industria dell’acqua di sfruttare appieno il potenziale dei big data e della digitalizzazione, per evolversi, trasformarsi e prosperare grazie...

  • ABB intende acquisire GE Industrial Solutions

    ABB ha annunciato l’acquisizione di GE Industrial Solutions, il business globale di GE per le soluzioni per l’elettrificazione. GE Industrial Solutions ha profonde relazioni con i clienti in più di 100 Paesi e una consolidata base installata...

  • Meno emissioni di CO2 con la svolta digitale delle centrali elettriche

    Capgemini ha reso noti i risultati dello studio “The Digital Utility Plant: Unlocking value from the digitization of production”, condotto su 200 manager a livello dirigenziale o senior delle società impegnate nel settore delle utility a livello...

  • Expo Astana 2017: l’Italia spinge l’economia circolare

    “Abbiamo in dote l’utilizzo delle materie prime e la forza di tecnologie sempre più avanzate per moltiplicarne l’effetto a beneficio di tutti; ma abbiamo anche la responsabilità di condividere le conoscenze, affinché diminuiscano gli eccessi di sfruttamento...

  • Energia, le professioni del futuro

    Il settore dell’energia è in continua crescita, soprattutto nel comparto delle energie rinnovabili, tant’è che solo in Italia si attendono investimenti pari a 9 miliardi annui per i prossimi tre decenni. Tutto ciò porterà alla creazione di...

  • Arrivano in Italia i primi impianti per la produzione di biometano agricolo

    Siglato un accordo quadro per la costruzione dei primi quattro impianti di biometano alimentati esclusivamente con reflui zootecnici, scarti e sottoprodotti di origine agricola in Italia. L’importante accordo per la realizzazione di questi primi impianti è stato...

  • I progetti vincitori della ABB Unlock Your Ability Challenge

    ABB ha designato i vincitori del concorso “Unlock Your Ability” Challenge, una ricerca di idee potenzialmente in grado di rivoluzionare la distribuzione dell’energia. ABB fornirà sostegno e assistenza tecnica alle start-up Zaphiro, BEE (Beyond Energy Efficiency) e...

Scopri le novità scelte per te x