Energie rinnovabili: nasce Agatos SpA

Pubblicato il 8 marzo 2017

Te Wind S.p.A. e Agatos S.R.L. rendono noto di aver sottoscritto l’atto di fusione per incorporazione di Agatos in Te Wind. Con questa operazione, Agatos entra nel settore mini-eolico e punta a posizionarsi tra i più importanti players di EPC-Engineering, Procurement, and Construction, O&M, Asset Management e efficientamento energetico del settore. La nuova realtà industriale integrata intende intraprendere un percorso di ulteriore sviluppo del “core business” di EPC anche a livello internazionale.

Ciò che rende Agatos un EPC unico nel settore sono le tecnologie proprietarie che ha sviluppato nei segmenti dove è attivo e il costante sforzo di R&S su cui si basa la strategia aziendale. Agatos è attiva solo ed esclusivamente in segmenti di mercato dove può vantare un vantaggio competitivo e sostenibile. Il continuo crescere delle peculiarità del servizio, l’aumento di strumenti di confronto e le evoluzioni delle normative del settore hanno permesso ad Agatos di puntare all’eccellenza produttiva ed essere in grado di accontentare pienamente una clientela che ricerca servizi complementari ed una affidabile assistenza nel tempo. Agatos è cresciuta grazie al coinvolgimento di tutti i collaboratori, diventando azienda leader attraverso un’ottima struttura organizzativa, puntuale e professionale con l’unico scopo di soddisfare le esigenze del cliente.

L’operazione permetterà alla nuova realtà integrata, Agatos SpA, di agire da EPC di nuovi impianti mini-eolici chiavi in mano a clienti terzi e/o investitori, utilizzando tecnologie competitive e l’esperienza acquisita nella gestione degli impianti Te Wind. Le competenze acquisite con la fusione renderanno possibile l’offerta di servizi di O&M-Operation & Maintenance e di Asset Management ad altri proprietari di impianti mini-eolici. Con la fusione si otterranno delle efficienze operative e una riduzione degli oneri finanziari tramite l’emissione, che avverrà a breve, di un nuovo strumento obbligazionario convertibile in sostituzione del prestito obbligazionario denominato “Te Wind S.p.A. 2014-2020 6%”.

In un contesto di mercato in fase di consolidamento, oltre a sfruttare al massimo le sinergie con Te Wind, Agatos SpA intende agire da polo di aggregazione di altre realtà del settore e successivamente, in tempi medio-brevi, ottenere una quotazione sul mercato telematico azionario o MTA.



Contenuti correlati

  • EBS, più spazio per l’energia da biomasse nella SEN

    Sono state avanzate le proposte da parte dell’Associazione Energia da Biomasse Solide (EBS) tramite un documento, trasmesso ai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dopo la recente pubblicazione della...

  • Meno emissioni di CO2 con la svolta digitale delle centrali elettriche

    Capgemini ha reso noti i risultati dello studio “The Digital Utility Plant: Unlocking value from the digitization of production”, condotto su 200 manager a livello dirigenziale o senior delle società impegnate nel settore delle utility a livello...

  • Expo Astana 2017: l’Italia spinge l’economia circolare

    “Abbiamo in dote l’utilizzo delle materie prime e la forza di tecnologie sempre più avanzate per moltiplicarne l’effetto a beneficio di tutti; ma abbiamo anche la responsabilità di condividere le conoscenze, affinché diminuiscano gli eccessi di sfruttamento...

  • Energia, le professioni del futuro

    Il settore dell’energia è in continua crescita, soprattutto nel comparto delle energie rinnovabili, tant’è che solo in Italia si attendono investimenti pari a 9 miliardi annui per i prossimi tre decenni. Tutto ciò porterà alla creazione di...

  • Arrivano in Italia i primi impianti per la produzione di biometano agricolo

    Siglato un accordo quadro per la costruzione dei primi quattro impianti di biometano alimentati esclusivamente con reflui zootecnici, scarti e sottoprodotti di origine agricola in Italia. L’importante accordo per la realizzazione di questi primi impianti è stato...

  • Certificazione IEC per i vetri per l’energia solare Pilkington

    NSG Group e Solaria Corporation hanno annunciato che i vetri per l’energia solare Pilkington Sunplus BIPV powered-by-Solaria ha superato i rigorosi test di Kiwa Netherlands risultando conforme alle norme di certificazione IEC61215 e IEC61730. L’ottenimento della certificazione...

  • Le opportunità del fotovoltaico in Africa

    Il futuro dell’energia, in Italia e nel mondo, è nel fotovoltaico. Lo sottolinea Gianni Silvestrini, presidente del Comitato Scientifico di Key Energy, il principale appuntamento fieristico nazionale dedicato alle energie rinnovabili (Fiera di Rimini, 7-10 novembre 2017), nella...

  • SEN 2017, pompe di calore al centro delle riqualificazioni immobiliari

    “Dall’esame del documento in consultazione possiamo affermare che la Strategia energetica nazionale 2017 ha raccolto ed evidenziato quanto Assoclima afferma da anni in merito al potenziale dei sistemi a pompa di calore sia per il raggiungimento degli...

  • Johnson Controls e Tyco insieme per l’efficienza degli edifici

    Johnson Controls e Tyco Integrated Fire & Security (TIFS), già parte di Johnson Controls, annunciano una nuova organizzazione. Francesco Giaccio, già Direttore Generale di TIFS, è stato nominato nel ruolo di Direttore Generale di Johnson Controls Building...

  • Microrete avanzata per fornire ad Aruba energia pulita

    ABB fornirà una microrete avanzata a WEB Aruba N.V., la maggiore utility di Aruba, isola olandese dei Caraibi. Il software e le tecnologie di automazione e controllo di ABB consentiranno a WEB Aruba di integrare energia solare...

Scopri le novità scelte per te x