Decreti rinnovabili, Assolterm: “Da delibera Aeeg segnale importante per rilanciare il solare termico”

Assolterm organizza il convegno "Come sarà il mercato del solare termico nel 2030? Pan, burden sharing e meccanismi di incentivazione": quale sarà lo scenario, scaduti gli obiettivi nazionali al 2020?

Pubblicato il 28 maggio 2012

“Ritengo che con questa Delibera l’Autorità abbia dato un segnale importante che va nella giusta direzione di un riequilibrio dell’attenzione data a termico ed elettrico nel raggiungimento degli obiettivi al 2020. Spero vivamente che il Governo dia il giusto peso a quanto asserito con cognizione di causa da un organo tecnico e prestigioso quale è l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas”.

Con queste parole il Presidente di Assolterm, Sergio D’Alessandris ha commentato la delibera indirizzata al Governo dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas con il quale l’Aeeg ha espresso un parere in merito alla necessità di puntare con più forza sulle rinnovabili termiche e sull’efficienza energetica negli schemi dei decreti per i nuovi incentivi alle rinnovabili.

“L’Autorità”, si legge nel parere dell’Aeeg, “ha già avuto modo di esprimere il proprio orientamento e alcune proposte ai fini della ridefinizione degli strumenti incentivanti per le fonti rinnovabili”. L’Aeeg, infatti, aveva già sottolineato come “un maggior ricorso all’efficienza energetica e all’utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di calore, anziché per la produzione di energia elettrica, comporterebbe un minore costo per il raggiungimento degli obiettivi al 2020 previsti dalla direttiva 2009/28/CE e vedrebbe l’Italia giocare un ruolo importante, essendo un Paese avanzato nel campo degli interventi e delle tecnologie per l’efficienza energetica”.

L’Autorità ha quindi suggerito all’Esecutivo diverse correzioni da adottare, ricordando la necessità di puntare maggiormente sulle rinnovabili termiche e sull’efficienza energetica, piuttosto che focalizzarsi esclusivamente sulla produzione di elettricità da Fer, una scelta giudicata attualmente “troppo costosa”. L’Aeeg, nel suo parere, ha poi sollevato anche il problema dell’assenza in Italia di una strategia energetica capace di aggiornare il Piano d’Azione Nazionale (Pan) e i suoi obiettivi per il 2020. I decreti, secondo quanto si legge nell’allegato A al testo della delibera “continuano a riguardare la sola produzione elettrica da fonti rinnovabili e sono stati proposti in totale assenza di una revisione degli obiettivi complessivi”.

Assolterm ha da sempre ricordato la necessità di sostenere con adeguate politiche di incentivazione il solare termico, considerando le enormi potenzialità di sviluppo del settore che, se opportunamente supportato, potrebbe puntare a raggiungere 1 m2 installato per abitante nel 2020 per la sola copertura dei fabbisogni di acqua calda per usi domestici e potrebbe arrivare ad occupare nel 2020 più di 150.000 persone a tempo pieno.

L’Italia, infatti, si è impegnata, con il Piano di Azione Nazionale per le Fonti Rinnovabili a raggiungere nel 2020 il 17% di energia da Fer pari a circa 22 Mtep, di cui poco meno della metà solo per il riscaldamento e il raffreddamento. Una tecnologia economica ed efficiente come il solare termico si candida naturalmente a coprire una fetta significativa di quei 10 Mtep, destinati alla produzione di calore e freddo, a condizione di poter contare su un quadro normativo stabile e “facilitante” anche per l’utente finale.

Proprio del futuro del mercato solare termico italiano si parlerà a Roma il prossimo 28 giugno in occasione del Convegno organizzato da Assolterm presso la sede del Gse “Come sarà il mercato del solare termico nel 2030? Pan, burden sharing e meccanismi di incentivazione”. Il convegno si pone l’obiettivo di valutare cosa succederà una volta “scaduti” gli obiettivi nazionali al 2020. Una scadenza ravvicinata che, anche alla luce delle normative e delle linee di indirizzo europee, permetterà ai relatori di interrogarsi sugli obiettivi al 2030 e di focalizzare l’attenzione sullo stretto rapporto tra le scelte politiche che vengono intraprese oggi e un orizzonte temporale di più ampio respiro.

Durante il convegno saranno presentati i dati ufficiali del mercato italiano del solare termico per il 2011 e prenderanno parte alla tavola rotonda organizzata da Assolterm i rappresentanti dei ministeri competenti, diversi soggetti istituzionali e i referenti tecnici coinvolti nella gestione dei meccanismi di incentivazione.

Al Convegno seguirà nel pomeriggio l’Assemblea Annuale dei Soci durante la quale si svolgeranno le elezioni del nuovo Consiglio Esecutivo di Assolterm.

Assolterm: www.assolterm.it
Aeeg: www.autorita.energia.it 



Contenuti correlati

  • Riqualificazione energetica con pompe di calore Thermics

    Una casa ereditata dai genitori, una porzione già ristrutturata e nuove esigenze hanno richiesto un adeguamento di spazi e struttura, le modalità dell’intervento dovevano inoltre consentire alla casa di essere luogo di memoria familiare e allo stesso...

  • Sei motivi per passare alla lettura automatica dei contatori

    Contributo a cura di Antonello Guzzetti, Country Manager di Qundis in Italia Per venire incontro ad uno stile di vita sempre più frenetico, in cui c’è sempre meno tempo da dedicare alla gestione della casa, anche un...

  • Teleriscaldamento super efficiente per Tor di Valle

    GE e Cefla SC hanno completato in anticipo l’ammodernamento, con le tecnologie più efficienti e all’avanguardia, dell’impianto di cogenerazione di Acea di Tor di Valle, oggi dotato di due motori a gas Jenbacher J920 FleXtra di GE....

  • Trace Software, alleanza strategica con Circutor

    Trace Software International annuncia l’alleanza strategica con Circutor. Con sei centri di produzione, i loro sforzi sono costantemente orientati alla progettazione e alla produzione di apparecchiature per migliorare l’efficienza energetica: apparecchiature per la misura ed il controllo...

  • Energy Knowledge, la ricetta riccionese per l’efficienza energetica

    Nella cornice di Ecomondo – Key Energy, la Esco (Energy Service Company) riccionese Enarkè ha presentato il nuovo brand “Energy Knowledge”.  Per ridurre i consumi di energia e risparmiare occorre innanzitutto la conoscenza energetica, Energy Knowledge, il...

  • L’esperto gestione dell’energia e il ruolo di consulente energetico

    La certificazione in Esperto in Gestione dell’Energia dovrebbe rappresentare il miglior modo per garantire ai clienti finali le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente Leggi l’articolo

  • Biometano, strategie per un futuro green

    Anche quest’anno il biometano è stato protagonista a Ecomondo-Key Energy. Il biometano e il biogas – presenti nel settore dedicato alla bioindustria nel focus “Biowaste management and Exploitation” – avranno in futuro un ruolo sempre più importante...

  • Vertiv: batterie agli ioni di litio per sistemi UPS di grandi dimensioni

    Vertiv ha annunciato la disponibilità di una nuova soluzione di stoccaggio dell’energia per numerosi sistemi statici di continuità (UPS) Liebert: le batterie agli ioni di litio (Li-Ion). Queste batterie, espressamente progettate per gli UPS, sono più piccole,...

  • Efficienza energetica e incentivi, in Friuli uno sportello per i cittadini

    Ci sono incentivi a disposizione per gli interventi finalizzati al risparmio di energia? Quali detrazioni IRPEF sono previste per le riqualificazioni? Che cos’è il Conto Termico 2.0? Come si presentano le domande per le agevolazioni? Da oggi,...

  • Microreti ABB: energia solare per Robben Island, ex prigione di Mandela

    Robben Island, in Sudafrica, ha una geografia così ostile da essere stata usata per secoli come famigerata prigione, arroventata dal sole e spazzata dai venti. È il luogo in cui Nelson Mandela trascorse i 18 anni finali...

Scopri le novità scelte per te x