Decreti rinnovabili, Assolterm: “Da delibera Aeeg segnale importante per rilanciare il solare termico”

Assolterm organizza il convegno "Come sarà il mercato del solare termico nel 2030? Pan, burden sharing e meccanismi di incentivazione": quale sarà lo scenario, scaduti gli obiettivi nazionali al 2020?

Pubblicato il 28 maggio 2012

“Ritengo che con questa Delibera l’Autorità abbia dato un segnale importante che va nella giusta direzione di un riequilibrio dell’attenzione data a termico ed elettrico nel raggiungimento degli obiettivi al 2020. Spero vivamente che il Governo dia il giusto peso a quanto asserito con cognizione di causa da un organo tecnico e prestigioso quale è l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas”.

Con queste parole il Presidente di Assolterm, Sergio D’Alessandris ha commentato la delibera indirizzata al Governo dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas con il quale l’Aeeg ha espresso un parere in merito alla necessità di puntare con più forza sulle rinnovabili termiche e sull’efficienza energetica negli schemi dei decreti per i nuovi incentivi alle rinnovabili.

“L’Autorità”, si legge nel parere dell’Aeeg, “ha già avuto modo di esprimere il proprio orientamento e alcune proposte ai fini della ridefinizione degli strumenti incentivanti per le fonti rinnovabili”. L’Aeeg, infatti, aveva già sottolineato come “un maggior ricorso all’efficienza energetica e all’utilizzo delle fonti rinnovabili per la produzione di calore, anziché per la produzione di energia elettrica, comporterebbe un minore costo per il raggiungimento degli obiettivi al 2020 previsti dalla direttiva 2009/28/CE e vedrebbe l’Italia giocare un ruolo importante, essendo un Paese avanzato nel campo degli interventi e delle tecnologie per l’efficienza energetica”.

L’Autorità ha quindi suggerito all’Esecutivo diverse correzioni da adottare, ricordando la necessità di puntare maggiormente sulle rinnovabili termiche e sull’efficienza energetica, piuttosto che focalizzarsi esclusivamente sulla produzione di elettricità da Fer, una scelta giudicata attualmente “troppo costosa”. L’Aeeg, nel suo parere, ha poi sollevato anche il problema dell’assenza in Italia di una strategia energetica capace di aggiornare il Piano d’Azione Nazionale (Pan) e i suoi obiettivi per il 2020. I decreti, secondo quanto si legge nell’allegato A al testo della delibera “continuano a riguardare la sola produzione elettrica da fonti rinnovabili e sono stati proposti in totale assenza di una revisione degli obiettivi complessivi”.

Assolterm ha da sempre ricordato la necessità di sostenere con adeguate politiche di incentivazione il solare termico, considerando le enormi potenzialità di sviluppo del settore che, se opportunamente supportato, potrebbe puntare a raggiungere 1 m2 installato per abitante nel 2020 per la sola copertura dei fabbisogni di acqua calda per usi domestici e potrebbe arrivare ad occupare nel 2020 più di 150.000 persone a tempo pieno.

L’Italia, infatti, si è impegnata, con il Piano di Azione Nazionale per le Fonti Rinnovabili a raggiungere nel 2020 il 17% di energia da Fer pari a circa 22 Mtep, di cui poco meno della metà solo per il riscaldamento e il raffreddamento. Una tecnologia economica ed efficiente come il solare termico si candida naturalmente a coprire una fetta significativa di quei 10 Mtep, destinati alla produzione di calore e freddo, a condizione di poter contare su un quadro normativo stabile e “facilitante” anche per l’utente finale.

Proprio del futuro del mercato solare termico italiano si parlerà a Roma il prossimo 28 giugno in occasione del Convegno organizzato da Assolterm presso la sede del Gse “Come sarà il mercato del solare termico nel 2030? Pan, burden sharing e meccanismi di incentivazione”. Il convegno si pone l’obiettivo di valutare cosa succederà una volta “scaduti” gli obiettivi nazionali al 2020. Una scadenza ravvicinata che, anche alla luce delle normative e delle linee di indirizzo europee, permetterà ai relatori di interrogarsi sugli obiettivi al 2030 e di focalizzare l’attenzione sullo stretto rapporto tra le scelte politiche che vengono intraprese oggi e un orizzonte temporale di più ampio respiro.

Durante il convegno saranno presentati i dati ufficiali del mercato italiano del solare termico per il 2011 e prenderanno parte alla tavola rotonda organizzata da Assolterm i rappresentanti dei ministeri competenti, diversi soggetti istituzionali e i referenti tecnici coinvolti nella gestione dei meccanismi di incentivazione.

Al Convegno seguirà nel pomeriggio l’Assemblea Annuale dei Soci durante la quale si svolgeranno le elezioni del nuovo Consiglio Esecutivo di Assolterm.

Assolterm: www.assolterm.it
Aeeg: www.autorita.energia.it 



Contenuti correlati

  • Cogenerazione made in Italy a Times Square

    Dopo un viaggio di 21 giorni e circa 7.200 chilometri è arrivato a destinazione, nel cuore di New York a pochi passi da Times Square, il modulo cogenerativo Ecomax di AB. L’impianto, installato in questi giorni, fornirà...

  • Philips Ledinaire, LED facili da installare e super efficienti

    Philips Lighting ha reso disponibile Philips Ledinaire, la gamma di apparecchi d’illuminazione LED a efficienza energetica pensata per soddisfare compiutamente i professionisti del settore lighting, che potranno così contare su prodotti a prezzo accessibile, senza dover rinunciare...

  • Enerbrain si occupa del restyling sostenibile di 8Gallery Lingotto

    Due giorni per tagliare i consumi del 35% e ridurre le emissioni di Co2 di 309 tonnellate: l’installazione dei sistemi Enerbrain ha rivoluzionato la gestione energetica del centro commerciale 8 Gallery Lingotto Torino. L’edificio, in origine uno...

  • Vodafone e Acotel, una piattaforma IoT per l’efficienza energetica

    Vodafone e Acotel hanno siglato un accordo di partnership per proporre al mercato soluzioni IoT in ambito Energy & Building Management. La collaborazione avrà una durata di 3 anni e prevede attività di analisi e progettazione delle...

  • Federesco, una app per il controllo dei consumi dedicata ai privati

    L’associazione senza fini di lucro Federesco lancia una App per confrontare i consumi e valutare i risparmi conseguibili attraverso soluzioni di efficienza energetica a portata di chiunque abbia uno smartphone. Quello dell’energia è un settore che in...

  • Danfoss riscalda la casa in modo intelligente

    Oggi sempre più persone cercano di ridurre i costi energetici gestendo meglio la distribuzione del calore nelle stanze e controllando in maniera più accurata la temperatura. Ad un maggiore interesse per le applicazioni di riscaldamento intelligenti corrisponde...

  • Efficienza energetica nel Nord Ovest con Rettagliata Tech

    Dall’expertise di Bluenergy Group, player di riferimento nella fornitura di luce e gas con sede a Udine e in forte espansione nel nord Italia, nasce Rettagliata Tech, la nuova società che opererà nel Nord Ovest, con cui...

  • Midea, condizionatori ecocompatibili certificati Blue Angel

    Midea ha reso disponibile la nuova linea di condizionamento ad uso residenziale All Easy Series R-290. Si tratta del primo del suo genere ad avere ottenuto il certificato rilasciato dall’Agenzia Federale tedesca per l’Ambiente “Blue Angel” per...

  • Efficienza energetica, Italgas acquisisce la ESCo Seaside

    Seaside, realtà italiana all’avanguardia nell’innovazione per l’efficienza energetica, ha di recente visto l’acquisizione dell’intero suo capitale da parte di Italgas, primo operatore in Italia nel settore della distribuzione cittadina del gas naturale. Grazie a questa operazione l’azienda...

  • Efficienza energetica per FICO Eataly World con le soluzioni Siemens

    Le più innovative tecnologie per l’automazione del building sono state implementate da Siemens Italia negli edifici che compongono FICO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World a Bologna. Il parco dell’agroalimentare più grande del mondo, aperto a metà novembre,...

Scopri le novità scelte per te x