Da Ups & Rizoma l’Urban Mobility Contest

Ups & Rizoma premiano il vincitore dell’Urban Mobility Contest: un sistema di navigazione per veicoli a due ruote che sfrutta la nascente tecnologia touch screen su vetro schermo trasparente.

Pubblicato il 2 dicembre 2015

Alberto Piovesan, studente dell’Università Iuav di Venezia, ha vinto la prima edizione dell’Urban Mobility Contest, che ha visto gli studenti delle migliori scuole e università di design italiane, affrontarsi a colpi di creatività sul tema della mobilità sostenibile urbana. Il concorso è stato realizzato da Ups, protagonista mondiale nei trasporti e partner dei più importanti operatori dell’automotive, in collaborazione con Rizoma, brand di successo internazionale nel mondo del design e della ricerca stilistica applicata al movimento.

Alberto Piovesan si è aggiudicato il primo premio realizzando Smart Motion, un sistema di navigazione per veicoli a due ruote che sfrutta la nascente tecnologia touch screen su vetro schermo trasparente. L’obiettivo del progetto è offrire assistenza alla guida senza ostacolare la visuale, permettendo ai ciclisti di immergersi in incontaminati itinerari naturalistici e dinamici percorsi urbani, senza la preoccupazione di dover cercare la strada giusta. Smart Motion non si ferma alla bicicletta. Attraverso una diversa configurazione del pannello in vetro, è stata pensata una variante per le moto, con l’obiettivo di assistere l’utente fornendo anche un maggior confort di guida grazie all’effetto di protezione dal vento.

La Giuria – composta da Pier Francesco Caliari, direttore generale di Eicma; Fabrizio Rigolio, Ceo di Rizoma; Iulia Nartea, country manager di Ups Italia; Giuliano Salvi, performance race engineer di Scuderia Ferrari, e Pierluigi Bonora, giornalista di riferimento del mondo automotive – ha esaminato i concept e le creazioni degli studenti di Ied Milano, Ied Torino, Politecnico di Milano, Iuav Venezia e Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale della Seconda Università di Napoli.

Dopo un’attenta valutazione, la giuria ha premiato Alberto Piovesan, “poiché è riuscito a sfruttare una tecnologia nascente creando un’applicazione con una reale potenzialità di essere commercializzata. Smart Motion potrebbe imporre un nuovo standard nel design e negli accessori legati al mondo delle due ruote. È stato apprezzato il link tra la dimensione zero emission delle bici e quella della velocità della moto. In entrambi i casi il progetto rispetta i requisiti di sostenibilità, per la bicicletta consentendo un’immersione ancora più totale nell’ambiente circostante, nel caso della moto permettendo di trovare la via più breve al primo colpo e integrando in un’unica componente, quella del parabrezza, le funzioni di protezione e navigazione”.

Alberto Piovesan si è aggiudicato uno stage di 6 mesi presso l’headquarter di Rizoma a Ferno (Varese) dove avrà la possibilità di lavorare a stretto contatto con i creativi dell’azienda.

Il gruppo di Matteo Cappelletti e Andrea Pansini (Ied Milano) si è classificato secondo con Urban Climber, un nuovo carrello portapacchi resistente e leggero caratterizzato da un design pulito che permette di consegnare le merci indipendentemente da ogni ostacolo; mentre Luca Clemente Catrame (Seconda Università di Napoli) è terzo con MidPoint3, un motociclo a tre ruote caratterizzato dalla particolare struttura a moduli che consente di adattare il veicolo a diversi volumi di carico offrendo un’originale soluzione di “flotta flessibile”.

Una menzione speciale per la sostenibilità è andata a Tribeo di Adriano D’Elia, Chiara Liotti, Valeria Perrotta, gruppo misto di studenti della Seconda Università di Napoli e di Iuav Venezia. Il trio ha progettato un triciclo per le consegne a pedalata assistita a forma di coleottero in fibre a matrice polimerica naturale ottenute a partire da ortica, ginestra, canapa e juta e ricaricabile tramite un innovativo sistema di Baobab fotovoltaici.

I nove progetti finalisti dagli studenti sono stati esposti al pubblico in una installazione creata ad hoc dal designer Ronen Joseph all’interno di Eicma 2015.

“Ups è attiva da diversi anni con progetti speciali che promuovono i giovani talenti del design perché crediamo nell’investire sul futuro, soprattutto nei settori chiave del made in Italy come l’automotive”, ha dichiarato Iulia Nartea, Country Manager, Ups Italia. “Il nostro impegno in tema di sostenibilità si declina non solo in termini ambientali, ma anche economici, e sociali”.



Contenuti correlati

  • Impianto fotovoltaico con accumulo sotto controllo con la app Senec

    Visualizzare sempre ed ovunque le informazioni relative al proprio impianto fotovoltaico con accumulo: è possibile grazie all’app Senec, disponibile in una versione rinnovata ed arricchita sia per iOS che Android. L’app mostra la produzione dell’impianto fotovoltaico, l’energia...

  • Sistemi Danfoss nel nuovo stabilimento logistico di Lidl in Spagna

    La catena di supermercati Lidl ha recentemente aperto un nuovo stabilimento logistico nella città di Alcalá de Henares (Madrid), il decimo in Spagna e il più grande della società in Europa. Presso il sito lavoreranno inizialmente 100...

  • Rinnovabili e mobilità elettrica, Key Energy vede un futuro sempre più green

    Tra poco più di dieci anni produrremo la metà dell’elettricità da fonti rinnovabili, come l’eolico e il solare, e viaggeremo con sempre più veicoli elettrici: le stime parlano di una penetrazione globale al 55% di auto a...

  • EGO, contratto quinquennale per il ritiro di energia verde

    EGO ha concluso il primo accordo in Italia della durata di cinque anni (Long Term PPA – Power Purchase Agreement) per il ritiro dell’energia prodotta da un gruppo di impianti fotovoltaici per totali 40 MW. Gli impianti,...

  • Osservatorio Anie Rinnovabili, bene fotovoltaico e idroelettrico

    Secondo l’analisi effettuata dall’Osservatorio Anie Rinnovabili, nei primi due mesi del 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico raggiungono complessivamente circa 107 MW (+3% rispetto al 2017). Si conferma il trend mensile del fotovoltaico che...

  • Solarwatt e BMW insieme per la mobilità elettrica

    Affinché il sole diventi la principale fonte di energia è necessario saper produrre, gestire e immagazzinare l’energia in modo affidabile. Con Solarwatt, che collabora dal 2013 con BMW per  lo sviluppo della mobilità elettrica, si può fare....

  • Meteocontrol calcola l’energia solare disponibile con il machine learning

    Grazie a stime e previsioni estremamente attendibili, meteocontrol trasforma l’energia fotovoltaica in una risorsa programmabile per i gestori di rete e i venditori di energia di tutto il mondo: infatti prevede e monitora in modo affidabile la...

  • Sostenibilità energetica intelligente per la grande distribuzione

    SMA Solar Technology e Danfoss lanceranno una joint venture finalizzata a collegare vari componenti tecnici nel segmento della distribuzione alimentare combinando la piattaforma di gestione dell’energia SMA ennexOS con il sistema di gestione Danfoss SM800, al fine...

  • Efficienza energetica per FICO Eataly World con le soluzioni Siemens

    Le più innovative tecnologie per l’automazione del building sono state implementate da Siemens Italia negli edifici che compongono FICO (Fabbrica Italiana Contadina) Eataly World a Bologna. Il parco dell’agroalimentare più grande del mondo, aperto a metà novembre,...

  • Kit di misura elettrica per auto elettriche e ibride

    Il mondo dell’auto, grazie alle normative volte alla salvaguardia dell’ambiente, è sempre più attento alla produzione di veicoli che abbiano capacità di emissioni nocive più ridotte rispetto al passato. Quasi ogni casa automobilistica annovera tra i modelli...

Scopri le novità scelte per te x