Caldaie vecchie ed inefficienti: da Italtherm prodotti che anticipano i tempi

Le caldaie murali a condensazione Italtherm soddisfano i requisiti della direttiva europea Erp: migliorare le prestazioni ambientali dei prodotti connessi all’energia garantendo risparmi energetici ed economici.

Pubblicato il 9 ottobre 2014

Le caldaie italiane iniziano a sentire la vecchiaia. Si calcola, infatti, che siano più di 19 milioni le unità installate in Italia, tra sistemi autonomi e centralizzati, con oltre 7 milioni di caldaie con più di 15 anni di età. In parallelo, su un mercato nazionale di circa 850.000 caldaie vendute annualmente, si stima che poco meno del 30% siano a condensazione, una cifra inferiore rispetto a quello che avviene all’estero. Un parco caldaie di età così avanzata significa rendimenti piuttosto bassi ed elevati consumi ed emissioni.

Una spinta al rinnovamento potrebbe arrivare dalla direttiva europea Erp (Energy Related Products). Questa fornisce una norma unica che ha l’obiettivo di migliorare le prestazioni ambientali dei prodotti connessi all’energia attraverso la progettazione ecocompatibile. Tra i prodotti inseriti all’interno di questa categoria troviamo anche le caldaie. Dal 26 settembre 2015 tutti i produttori sono obbligati ad immettere sul mercato i propri prodotti rispettando i requisiti previsti da questa direttiva.

I requisiti Erp, pur non essendo ancora molto conosciuti a livello di opinione pubblica, sono già soddisfatti dalle nuove caldaie di alta potenza Italtherm, azienda emiliana impegnata nel settore delle energie rinnovabili e del riscaldamento domestico sostenibile. Queste caldaie murali utilizzano la tecnica della condensazione, che permette di condensare il vapore d’acqua contenuto nei fumi recuperandone in parte il calore latente.

Grazie alla tecnica della condensazione, all’innovativo mixer, al nuovo bruciatore con profilo ottimizzato per una combustione perfetta a tutte le potenze, al circolatore a modulazione elettronica completa e al campo di modulazione 1:10, queste caldaie garantiscono rendimenti particolarmente elevati con notevoli risparmi di gas (fino al 40%) e ed elettricità (fino al 50%). Lo stesso discorso vale per le mezze stagioni, quando il fabbisogno energetico dell’impianto è ridotto: queste caldaie garantiscono un elevato risparmio energetico anche quando lavorano a basse potenze.

I vantaggi di questi impianti a condensazione si ripercuotono positivamente anche sull’ambiente. Le nuove caldaie Italtherm, infatti, sono a basse emissioni di ossidi di azoto (NOx) che sono i principali precursori dell’inquinamento atmosferico secondario. Dal punto di vista “eco”, un ulteriore punto di forza è l’integrazione di queste caldaie con i sistemi solari: una soluzione sostenibile per la produzione di acqua calda sanitaria e l’integrazione al riscaldamento, che grazie all’energia gratuita del sole permette di recuperare in pochi anni i costi di investimento.

“I calcoli costi-benefici per la sostituzione di una vecchia caldaia non devono fermarsi al costo iniziale del nuovo apparecchio, bensì al ritorno dell’investimento che si ripaga nel giro di poco tempo grazie al risparmio in bolletta”, sottolinea il direttore commerciale di Italtherm, Pietro Giannotta.

Italtherm è un’azienda giovane, ma con uno staff dall’esperienza trentennale nel settore del riscaldamento domestico. Forte della sua vocazione made in Italy, spinge sull’innovazione puntando sempre su prodotti ad alta efficienza energetica.

 

Italtherm: http://www.italtherm.it



Contenuti correlati

  • Guida Eaton per ottimizzare la gestione dell’alimentazione elettrica dell’architettura IT

    Eaton presenta il Power System Assesment Tool, uno strumento utile e immediato per aiutare le aziende a ottimizzare la gestione dell’alimentazione elettrica dell’architettura IT e fornire loro risposte utili alle mutevoli dinamiche di mercato. Eaton ha saputo...

  • Energia, la fiera Power-Gen diventa Electrify Europe

    Per la più grande conferenza mondiale sul tema dell’energia, Power-Gen cambia format e si presenta per la prima volta come Electrify Europe dal 19 al 21 giugno a Vienna. Il settore europeo dell’elettricità è pronto ad assumere...

  • Economia circolare, 3 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici raccolti e riciclati

    Dalla sua fondazione nel 2002, ERP (European Recycling Platform) ha raggiunto un importante traguardo raccogliendo e trattando più di 3 milioni di tonnellate di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) in tutta Europa, che equivale alla...

  • Riello UPS assicura continuità nell’alimentazione alla Nuvola di Fuksas a Roma

    Riello UPS ha fornito i propri UPS per la protezione dell’energia del Roma Convention Center ‘La Nuvola’, l’avveniristico centro congressi della Capitale progettato dall’architetto italiano Massimiliano Fuksas e caratterizzato da un approccio ecocompatibile, soluzioni innovative e tecnologie...

  • Sensata: white paper sui sistemi di raffreddamento con refrigeranti ecocompatibili

    Sensata Technologies ha pubblicato un white paper per aiutare le aziende specializzate in sistemi di raffreddamento e HVAC a progettare soluzioni di prossima generazione capaci di utilizzare refrigeranti ecologici per ridurre il loro impatto sull’ambiente. Queste soluzioni...

  • Impianti di riscaldamento: consumatori più informati e attenti al risparmio

    Che cosa si aspetta di trovare oggi il consumatore nel mercato degli impianti di riscaldamento? Come è cambiato il suo livello di conoscenza sui temi legati al risparmio energetico? Come percepisce l’innovazione che caratterizza oggi il panorama...

  • A Ecomondo 2017 nasce l’Intesa sul (bio)metano

    Presentato a Ecomondo (Fiera di Rimini) il Protocollo d’Intesa tra i membri della Piattaforma Tecnologica Nazionale sul (bio)metano. Industria, trasporti, settore agricolo, utility e associazioni ambientaliste si uniscono affinché l’Italia diventi produttore di un biocarburante avanzato 100%...

  • Biometano, strategie per un futuro green

    Anche quest’anno il biometano è stato protagonista a Ecomondo-Key Energy. Il biometano e il biogas – presenti nel settore dedicato alla bioindustria nel focus “Biowaste management and Exploitation” – avranno in futuro un ruolo sempre più importante...

  • Analizzatori di ossigeno Zirkor di Sick

    Gli analizzatori di ossigeno della serie Zirkor di Sick sono estremamente robusti e combinano un’elevata qualità con prestazioni innovative. Questi dispositivi per l’ottimizzazione della combustione sono facili da utilizzare ed estremamente affidabili. Inoltre, effettuano le misure direttamente dopo...

  • Puntare sulla sostenibilità del riscaldamento domestico e della mobilità

    “La decisione di puntare su uno sviluppo ecosostenibile deve anzitutto essere ispirata da motivi di carattere socio-sanitario, prima che economici: respirare un’aria pulita è nell’interesse di tutti e adottare misure strutturali che contrastino l’inquinamento atmosferico, che durante...

Scopri le novità scelte per te x