Building Energy inaugura il suo primo parco eolico

Pubblicato il 10 maggio 2017

Building Energy ha inaugurato negli Stati Uniti, e più precisamente in Iowa, il suo primo parco eolico, della capacità di 30 MW. Il progetto, realizzato a nord di Des Moines, nelle contee di Story, Boone, Hardin e Poweshiek, genererà circa 110 GWh di energia all’anno. L’entrata in esercizio dell’impianto è stata celebrata con l’evento “Wind of Life” organizzato ad Ames, in Iowa, alla presenza di Andrea Braccialarghe, Managing Director America di Building Energy, Alessandro Bragantini, Chief Operating Officer di Building Energy, Giuseppe Finocchiaro, Console Generale Italiano e George Revock, Managing Director e Head of Alternative Energy and Project Finance di Capital One Bank.

L’investimento complessivo per la costruzione del parco eolico in Iowa, pari a 58 milioni di dollari, supportato da un accordo di vendita a lungo termine dell’energia prodotta dall’impianto (PPA) siglato con la utility locale, è stato in parte finanziato da Capital One Bank con l’apporto di circa 33 milioni di dollari.

Il parco eolico, che è stato sviluppato, finanziato ed è entrato nel portafoglio di impianti di proprietà gestiti dalla multinazionale italiana, è costituito da dieci turbine eoliche onshore di ultima generazione, ognuna con un rotore dal diametro di 125 metri e un generatore da 3 MW installato su una torre di acciaio alta 87,5 metri. L’energia prodotta soddisferà il fabbisogno energetico di 11.000 famiglie ogni anno e contribuirà a ridurre di circa 70.000 tonnellate l’anno le emissioni di CO2 (calcolate secondo la metodologia dell’Agenzia Statunitense per la Protezione dell’Ambiente) che corrispondono alle emissioni annuali di circa 15.000 automobili.

Oltre agli effetti positivi in termini ambientali, il progetto eolico porterà anche benefici alle comunità locali, offrendo energia pulita e creando posti di lavoro. Per la costruzione dell’impianto eolico sono stati coinvolti oltre cento lavoratori specializzati locali, e sono stati creati posti di lavoro permanenti e di alto profilo tecnico per gestire l’operatività e le attività di manutenzione dell’impianto, oltre a servizi collaterali come la consegna, il trasporto, la gestione delle parti di ricambio e le opere di mitigazione e monitoraggio ambientale. La fase di sviluppo del parco eolico ha, tra le altre cose, richiesto studi di impatto ambientale, ricerche catastali, studi avanzati di ingegneria per l’ottimizzazione del design delle turbine, tutte attività che sono state svolte con l’ausilio di studi di ingegneria, studi legali per il supporto alle attività e agli adempimenti amministrativi e altri consulenti, tutti locali, impegnati nelle varie discipline, compresa l’Università locale a cui è stato affidato lo studio dell’impatto delle turbine eoliche sulle specie volatili protette.

Building Energy è presente dal 2013 negli Stati Uniti d’America, con una presenza significativi in numerosi Stati e con oltre 500 MW di progetti in sviluppo sia nel campo solare, che nell’eolico, nell’idroelettrico e nella biomassa.

“Siamo orgogliosi che il nostro primo parco eolico sia entrato in esercizio – ha dichiarato Fabrizio Zago, Amministratore Delegato della Building Energy SPA – abbiamo voluto celebrare questo momento con tutte le persone e le comunità dell’Iowa che ne hanno reso possibile la sua realizzazione. L’impianto, che sfrutta le grandi risorse eoliche presenti in questo Stato, ha portando benefici concreti all’economia locale creando nuovi posti di lavoro di alto profilo tecnico e ingegneristico sin dalla fase di costruzione e continuerà a farlo per tutta la durata del progetto. Il parco eolico si estende sui territori di sei diverse città, Huxley, Kelley, East Ames, East Nevada, Grinnell, e Alden, con l’obiettivo di fornire energia rinnovabile al maggior numero di comunità possibili rispettando l’ambiente, senza andare a impattare su aree residenziali, ed integrandosi completamene con le attività agricole locali, rendendo al contempo disponibile l’elettricità a un prezzo stabile e conveniente.”



Contenuti correlati

  • Danfoss in prima linea per le problematiche degli impianti di raffreddamento

    La Commissione Economica dell’ONU per l’Europa ha stimato che entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà circa 9 miliardi, il 70% dei quali vivrà in città, il che equivale ad avere 235 città in più della dimensione...

  • PFAS in molti acquedotti italiani. Il Veneto cerca soluzioni

    “Le dichiarazioni espresse in questi giorni dai Ministeri della Sanità e dell’Ambiente sulla problematica dei Pfas non possono restare senza commento soprattutto relativamente alla confusione che essi fanno a partire dalla distinzione tra il significato di acque...

  • EBS, più spazio per l’energia da biomasse nella SEN

    Sono state avanzate le proposte da parte dell’Associazione Energia da Biomasse Solide (EBS) tramite un documento, trasmesso ai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dopo la recente pubblicazione della...

  • Meno emissioni di CO2 con la svolta digitale delle centrali elettriche

    Capgemini ha reso noti i risultati dello studio “The Digital Utility Plant: Unlocking value from the digitization of production”, condotto su 200 manager a livello dirigenziale o senior delle società impegnate nel settore delle utility a livello...

  • Più sostenibilità con il trattamento decentralizzato di rifiuti e acque reflue

    I rigidi standard governativi per gli effluenti, il boom della popolazione, la crescente industrializzazione in luoghi isolati e gli eccessivi volumi di rifiuti e acque reflue prodotti hanno evidenziato la necessità di tecnologie sostenibili, affidabili e convenienti...

  • Sostenibilità ambientale, l’impegno di Sanpellegrino

    Sanpellegrino ha pubblicato il primo Rapporto sulla creazione di valore condiviso che illustra l’impegno dell’azienda per la cura di una risorsa preziosa come l’acqua, dalla fonte alla tavola e oltre. Il Gruppo genera benefici tangibili sotto il...

  • Expo Astana 2017: l’Italia spinge l’economia circolare

    “Abbiamo in dote l’utilizzo delle materie prime e la forza di tecnologie sempre più avanzate per moltiplicarne l’effetto a beneficio di tutti; ma abbiamo anche la responsabilità di condividere le conoscenze, affinché diminuiscano gli eccessi di sfruttamento...

  • Energia, le professioni del futuro

    Il settore dell’energia è in continua crescita, soprattutto nel comparto delle energie rinnovabili, tant’è che solo in Italia si attendono investimenti pari a 9 miliardi annui per i prossimi tre decenni. Tutto ciò porterà alla creazione di...

  • Arrivano in Italia i primi impianti per la produzione di biometano agricolo

    Siglato un accordo quadro per la costruzione dei primi quattro impianti di biometano alimentati esclusivamente con reflui zootecnici, scarti e sottoprodotti di origine agricola in Italia. L’importante accordo per la realizzazione di questi primi impianti è stato...

  • In Italia oltre 55 milioni di tonnellate CO2 da veicoli privati

    Nel 2016 le auto e moto private italiane hanno emesso oltre 55 milioni di tonnellate di anidride carbonica. A rilevarlo è un’elaborazione di Facile.it, che ha calcolato il valore incrociando diversi dati, tra cui la media di...

Scopri le novità scelte per te x