Activ’Air contro l’inquinamento indoor

Saint-Gobain Gyproc in prima linea nella lotta all’inquinamento indoor con la nuova gamma Activ’Air.

Pubblicato il 5 agosto 2015

Si arricchisce la gamma di prodotti Activ’Air di Saint-Gobain Gyproc dedicata all’abbattimento della concentrazione di formaldeide e composti organici volatili presenti negli ambienti interni.

Chi non vorrebbe stare sempre meglio in casa propria, pensando a spazi accoglienti, belli, piacevoli da vivere, con tanta luce e su misura di abitudini e stili di vita personali. Eppure ci si dimentica spesso della qualità dell’aria che si respira negli spazi domestici e più intimi, pensando erroneamente che i composti nocivi stiano solo fuori dalle finestre e per le strade delle città.

In cucina, in camera da letto o in ogni altra stanza, invece, tutto ciò che struttura e arreda, o anche solo i detergenti che si utilizzano nella quotidianità, può produrre sostanze che, anche se presenti in minima quantità, a lungo andare possono avere effetti negativi sulla salute o sul benessere individuale. Gli italiani, d’altronde, passano più del 90% del loro tempo negli ambienti chiusi.

I maggiori indiziati sono la comune formaldeide – già dal 2004 inserita dallo Iarc (International Agency for Research on Cancer) tra le sostanze dannose per l’uomo – e gli altri Voc, i composti volatili organici che sono alla base della cosiddetta “sindrome della casa malata”, che può tradursi per i suoi abitanti in cefalee, irritazione di occhi, naso e gola, tosse secca, pelle disidratata, vertigini o nausea, affaticamento.

Proprio per offrire una risposta concreta a questo fenomeno, Saint-Gobain Gyproc ha lanciato sul mercato nel 2011 la tecnologia Activ’Air, frutto di un brevetto internazionale, capace di abbattere sino all’80% i livelli di formaldeide e Voc negli ambienti interni. Introdotta inizialmente nei sistemi a secco in cartongesso e nei controsoffitti, da oggi anche gli intonaci adottano questa tecnologia.

Senza dover ricorrere ad interventi particolarmente invasivi, chiunque potrà d’ora in poi introdurre questa tecnologia nelle stanze delle proprie case, sfruttando ancora per qualche mese i vantaggiosi benefici fiscali per le ristrutturazioni.

Diventa così possibile migliorare la qualità dell’aria delle nostre case o dei nostri uffici utilizzando gli intonaci Activ’Air o prevedendo l’utilizzo dei controsoffitti o dei sistemi a secco in cartongesso Activ’Air in fase di ristrutturazione o costruzione per aggredire e “divorare” la formaldeide che silenziosamente minaccia la nostra salute.

Activ’Air è una tecnologia che aumenta, con un ruolo “attivo”, le caratteristiche prestazionali dei sistemi costruttivi a base gesso, assicurando la capacità di assorbire e neutralizzare la formaldeide, senza rilasciarla nuovamente e garantendone gli effetti a lungo termine.

Activ’Air, grazie a un componente specifico, scatena una reazione chimica che trasforma fino all’80% della formaldeide contenuta nell’aria in sostanza inerte, come certificato dai test Eurofins, rinomato laboratorio nel settore delle bioanalisi ambientali.

La gamma di prodotti Activ’Air si compone di tre macro famiglie per poter soddisfare le diverse esigenze in fase di costruzione o ristrutturazione: i sistemi a secco in cartongesso, i controsoffitti e gli intonaci e rasanti.

I sistemi a secco in cartongesso si differenziano tra loro per le caratteristiche di finitura estetica (Habito Activ’Air), resistenza meccanica e al fuoco (DuraGyp Activ’Air), comfort acustico (Duo’Tech Activ’Air) e grande facilità di installazione e trasporto (Easy2 Activ’Air).

Inoltre sono disponibili anche le lastre accoppiate con un isolante che garantiscono il massimo comfort termo-acustico (Habito Silence e Habito Clima Activ’Air).

La macro famiglia dei controsoffitti si divide invece in controsoffitti continui che combinano design e proprietà tecniche, rendendoli particolarmente adatti per grandi superfici come teatri o cinema (Gyptone Big Activ’Air) o a ambienti sportivi (Rigitone Activ’Air) e controsoffitti modulari ideali per realizzare in ambienti non residenziali controsoffitti ispezionabili con struttura a vista lisci (GyQuadro Activ’Air) oppure forati o piani (Gyptone Activ’Air).

Completano l’offerta gli intonaci e rasanti: UnicoVic Activ’Air, RasoVic Activ’Air, RasoFacile Activ’Air, sono gli ultimi nati che arricchiscono la già vasta gamma di soluzioni permettendo di abbattere la presenza di formaldeide con l’applicazione degli intonaci e rasanti a base gesso e calce naturale che possono essere finiti con pitture traspiranti o idropitture senza perdere gli effetti della tecnologia Activ’Air.



Contenuti correlati

  • PFAS in molti acquedotti italiani. Il Veneto cerca soluzioni

    “Le dichiarazioni espresse in questi giorni dai Ministeri della Sanità e dell’Ambiente sulla problematica dei Pfas non possono restare senza commento soprattutto relativamente alla confusione che essi fanno a partire dalla distinzione tra il significato di acque...

  • IBM offre risorse agli scienziati per la ricerca per clima e ambiente

    Con l’accelerazione dei cambiamenti climatici, IBM sta spronando la comunità scientifica di tutto il mondo mettendo a disposizione una considerevole quantità di risorse informatiche, dati meteorologici e servizi su cloud per aiutare i ricercatori a esaminare gli...

  • Building Energy ha alimentato con energia sostenibile il concerto di apertura del G7 Ambiente

    Building Energy ha alimentato il concerto inaugurale del G7 Ambiente con energia pulita. L’energia solare prodotta dall’impianto fotovoltaico temporaneo di Building Energy ha contribuito a ridurre le emissioni di CO2 del concerto inaugurale, presentato da CONAI, di All4thegreen,...

  • Formaldeide: i limiti USA per le emissioni

    Chi vorrà esportare pannelli a base legno o prodotti finiti che li utilizzano deve sapere che dal prossimo dicembre – e non da luglio, come qualcuno temeva – in tutti gli Stati Uniti entrerà in vigore una...

  • CDP: Mitsubishi Electric al top per clima e gestione acqua

    CDP, sistema di divulgazione globale che consente a città e aziende di gestire il proprio impatto ambientale, ha attribuito a Mitsubishi Electric il rating più alto, A List, per le categorie relative a clima e gestione dell’acqua...

  • Mini e micro eolico in aiuto al Pianeta

    Si svolge in questi giorni a Marrakech la XXII conferenza ONU sul clima, la COP22, che dovrà rendere operativi gli accordi della conferenza di Parigi di un anno fa. Gli accordi prevedono una serie di azioni e...

  • Gruppo CAP e Remade: green public procurement

    Acquisti verdi obbligatori per tutti gli enti pubblici; è quanto prevede il cosiddetto “Collegato ambientale” alla legge di stabilità pubblicato il 18 gennaio in Gazzetta Ufficiale. Un obiettivo ambizioso che Gruppo CAP ha subito raccolto scegliendo come...

  • Acqua Minerale San Benedetto e la sostenibilità

    Promozione di progetti comuni finalizzati all’analisi, riduzione e neutralizzazione dell’impatto sul clima del settore delle acque minerali e bevande analcoliche, con la costruzione di un modello virtuoso per le stesse. Con questi obiettivi, nel 2009 e un...

  • Cavo IBC Solar soddisfa standard europei

    I cavi IBC FlexiSun sono da oltre 10 anni nel portfolio prodotti di IBC Solar, uno dei principali player del mercato fotovoltaico internazionale. L’ultima versione del cavo solare, adatto a molteplici utilizzi, è prodotto in Baviera e...

  • Avvenia e World and Pleasure per l’ambiente

    In continuità con le azioni già intraprese da World and Pleasure magazine per incoraggiare, anche attraverso l’implementazione di nuove rubriche come Green Economy, una mobilitazione sociale su una tematica così importante per la sopravvivenza del pianeta quale...

Scopri le novità scelte per te x